esempi di influncer marketing per ispirare la tua campagna
CategoriesMarketing

Probabilmente hai trovato questo post sul blog perché stavi cercando anche esempi ed esempi di strategie di marketing per influencer. Quando ho iniziato a scrivere The Age of Influence , la guida definitiva alle campagne di influencer marketing , ero nei tuoi panni: setacciando il web alla ricerca dei migliori casi di studio che fornissero un supporto essenziale alle mie parole e dimostrassero i miei punti.

Sfortunatamente, molti casi di studio delle campagne di marketing degli influencer erano molto superficiali o parlavano di numeri che in realtà non erano correlati ai risultati aziendali.

Molte delle dozzine di esempi e casi di studio di campagne di influencer marketing che sono entrati in The Age of Influence sono stati trovati attraverso ore e ore di ricerca, oltre a contattare e intervistare molte aziende che hanno condiviso la loro esperienza con me. Ho finito per produrre così tanti contenuti, più di 15.000 parole oltre il mio limite contratto, che ho dovuto eliminare dal mio libro molti influencer dei social media e esempi di influencer marketing.

Ora, per la prima volta in assoluto, sto pubblicando questi “outtake” dal mio libro per aiutare ulteriormente a educare gli esperti di marketing, gli imprenditori e gli imprenditori sul potenziale che le campagne di marketing degli influencer possono avere per la tua attività. Tutti questi sono stati selezionati con cura tra le letteralmente centinaia di esempi di influencer marketing che ho trovato su Internet e sono stati tutti scelti per un fattore che credo tu possa considerare nell’implementazione del tuo influencer marketing in futuro.

Spero che questi ti diano alcune idee o spunti per aiutarti a migliorare il tuo marketing per sviluppare una campagna di influencer marketing di successo. Nota che non sono in un ordine particolare, poiché il mio intento è darti un’idea dei molti modi diversi in cui puoi includere influencer e influencer marketing come parte del tuo marketing mix.

Esempi di Influencer Marketing Sommario:
  • Jack in the Box – Sfruttare gli strumenti di ascolto sociale per perfezionare il tuo marketing di influencer
  • Hubspot: crea insieme contenuti con influencer per un traffico massiccio sul sito web
  • Glossier: celebra i contenuti dei tuoi fan
  • Morsi di punzonatura acida alla liquirizia americana e pneumatici Hankook: pensare fuori dagli schemi per trovare l’influencer giusto
  • L’Oreal UK – Sfruttare il passaparola su larga scala concentrandosi sugli influencer rilevanti, non sulle celebrità
  • KOA – Regalare un prodotto agli influencer giusti per risultati massicci
  • Noisy May / Vero Moda – Rendi gli influencer parte del tuo prodotto
  • Cluse: sfruttare gli influencer per i contenuti generati dagli utenti
  • Health Ade – Sfruttare gli influencer per le loro capacità di creazione di contenuti
  • Travelocity – Costruire un esercito di influencer
  • Pala Casino – Influencer di micro-targeting per espandere il tuo pubblico
  • LG – Genera risultati enormi da UN influencer
  • Maserati – Il potere dell’acquisizione dell’account da influencer
  • Zooz – Sfruttare gli influencer a livello globale per eventi virtuali
  • Santa Fe Opera – Il potere di raggiungere un nuovo pubblico con influencer ed eventi
  • Domande frequenti sugli esempi di influencer marketing

Jack in the Box – Sfruttare gli strumenti di ascolto sociale per perfezionare il tuo marketing di influencer

Jack in the Box – Sfruttare gli strumenti di ascolto sociale per perfezionare il tuo marketing di influencer

Un elemento chiave dell’influencer marketing è attingere al pubblico di un influencer per interagire con potenziali fan. I social media ti consentono di raggruppare i dati per perfezionare ulteriormente i tuoi messaggi mirati. Dove puoi cercare il pubblico che non sa che ti stanno cercando? Come puoi spingere ulteriormente i tuoi sforzi di influencer? Anche quando hai iniziato a interagire con influencer, analisi e strumenti possono mostrarti punti dati delle tue interazioni per aiutarti a perfezionare la tua campagna di influencer per sviluppare continuamente campagne sempre più efficaci.

In qualità di nome di lunga data nel panorama degli hamburger fast food, Jack in the Box compete con alcuni dei più grandi marchi del mondo, tra cui McDonalds e Burger King. L’azienda aveva già identificato e interagito con influencer, ma si è resa conto che l’analisi poteva perfezionare la ricerca mostrando i passaggi successivi. Con una certa prospettiva sui dati delle loro campagne, Jack in the Box sarebbe in grado di identificare gli indicatori chiave di chi ascolta il loro pubblico e dove potrebbero espandere il loro programma di influencer . Jack in the Box si è rivolto a Brandwatch per analisi e approfondimenti più approfonditi, esaminando il pubblico, il loro tasso di coinvolgimento e i molti modi in cui gli influencer hanno avuto un ruolo nell’influenzare l’opinione, rispetto ai metodi pubblicitari tradizionali.

L’analisi dei social media può restituire una grande quantità di dati sulla demografia che reagisce a te o ai post dei tuoi influencer, ma ordinare i dati per ricavare approfondimenti può essere più complicato. Quando Jack in the Box ha arruolato Brandwatch per cercare query più approfondite, hanno trovato ulteriori categorizzazioni e strumenti visivi che mostravano facilmente i dati sulla dashboard dello strumento.

Jack in the Box ha analizzato i dati presentati loro attraverso una serie di intuizioni. Analizzando i dati di coloro che hanno reagito ai post rilevanti (incluso il tasso di coinvolgimento), Jack in the Box ha trovato una visione più approfondita del loro pubblico. Lo sport, in generale, è stato un interesse dominante tra l’audience del marchio nel periodo di tempo preso in esame. Parte di ciò era dovuto a una campagna di hashtag collegata al Super Bowl, mentre alcuni erano legati a creatori di contenuti e influencer, come l’account ufficiale dei Los Angeles Lakers, che twittava su Jack in the Box.

L’analisi degli hashtag ha mostrato che la campagna relativa al Super Bowl ha fatto risaltare alcuni hashtag, in particolare. Il coinvolgimento passivo costituiva la maggior parte dell’azione, indicando più retweet che tweet. L’analisi ha anche esaminato il coinvolgimento di due influencer di YouTube già impegnati nella creazione di contenuti video, estranei allo sport. L’hashtag utilizzato in questo caso era separato dalla campagna del Super Bowl.

Il sentimento di ogni post può anche essere misurato. Durante il periodo esaminato nello studio, le menzioni e i retweet all’account ufficiale di Jack in the Box sono stati estremamente positivi. Questa intuizione fornisce ancora punti dati a Jack in the Box per contrastarla, anche se il sentimento non era così positivo.

In che modo questi dati aiutano? Dove sarebbe andato Jack in the Box da qui? Un’opzione sarebbe quella di perfezionare la campagna per coinvolgere ulteriormente i clienti interessati allo sport. In un mercato così affollato con grandi concorrenti, Jack in the Box potrebbe voler affinare il proprio legame con lo sport, evidenziandolo rispetto ai concorrenti. Forse vogliono trovare il modo di farsi strada in una fascia demografica più debole. In entrambi i casi, queste informazioni consentono a Jack in the Box di adottare misure per coinvolgere influencer e micro-influencer che parlano al pubblico che il marchio vuole raggiungere.

Da considerare per la realizzazione siti web gallarate

Fonte

Hubspot: crea insieme contenuti con influencer per un traffico massiccio sul sito web

La creazione di contenuti può essere difficile. Mettere insieme i contenuti può essere un modo molto efficace sia per interagire con il tuo pubblico che per attirare l’attenzione del pubblico degli influencer. Quale ritorno puoi davvero aspettarti dai post arrotondati? Quanto è efficace l’utilizzo della libertà creativa e dei contenuti di altre persone, quando chiedi a queste persone di condividerli?

La blogger di vendite di HubSpot Aja Frost si è posta la sfida di scrivere un post sul blog che sarebbe stato visto oltre 10.000 volte nel primo mese in cui era terminato. Era un tasso significativamente più alto di quello che ricevevano i blog in quel momento. Per fare ciò, ha deciso di creare un post di riepilogo, un post che raccoglie informazioni da diversi influencer e le raccoglie in un articolo facilmente digeribile.

Per iniziare il gioco, ha deciso sull’argomento Come avere il tuo miglior anno di vendita ancora e ha contattato 30 esperti di vendita e leader di pensiero. Una campagna e-mail personalizzata ha ricevuto risposte da 23 dei suoi soggetti mirati. Frost ha raccolto le risposte degli intervistati, insieme a un accordo di ciascun influencer che avrebbe promosso il post del blog sulla propria rete e newsletter, se applicabile. Ha anche generato link univoci per ogni influencer, in modo da poter tracciare il click through in ogni caso quando è andato in diretta. L’investimento in tempo è stato significativamente più alto di un normale post.

Con 23 influencer che promuovono il post del blog, è stato visualizzato più di 9.000 volte nel primo mese, con i dati che mostrano che i link degli influencer erano responsabili del 45% del traffico. Questo sembra un risultato atteso sul ritorno, ma poiché Frost aveva creato collegamenti unici per tutti gli influencer, è stata in grado di approfondire i dati. I dati del sito web hanno mostrato che solo uno degli influencer era responsabile del 77% del traffico!

Essere in grado di vedere questo tipo di dati offre ulteriori informazioni su come perfezionare una campagna e raggiungere un pubblico più ampio. Entrando nell’esperimento, Frost aveva la teoria secondo cui coinvolgere un influencer era buono, ma di più era meglio. I risultati hanno mostrato che un influencer ben selezionato potrebbe essere migliore che lavorare con molti influencer, anche rilevanti.

Frost ha intrapreso un altro esperimento per curare un altro post, utilizzando quanti più grandi nomi possibile. Ha raccolto un post dei 20 libri di vendita di maggior successo di tutti i tempi e ha inviato agli autori un link univoco via email. Il post ha ricevuto quasi 6.000 visualizzazioni. Anche in questo caso, il 60% del traffico proveniva da un influencer, lo stesso che ha attirato il 77% dal primo esperimento. Il traffico di questo influencer è anche in parte dovuto al numero di follower che ha sulle sue reti. Gli altri influencer potrebbero aver avuto rapporti di clic simili, ma in primo luogo un pubblico molto più basso da cui attingere.

I dati di questi due esperimenti mostrano che l’arrotondamento dei post e la cura dei contenuti offrono un ritorno elevato ma, come altre forme di coinvolgimento degli influencer, la selezione degli influencer giusti contribuisce notevolmente a ottenere il ROI che ti aspetti. Gli sforzi di influencer marketing dovrebbero concentrarsi sulla ricerca del miglior influencer per il lavoro, piuttosto che raccogliere un’ampia varietà di influencer e micro-influencer.

Fonte

Glossier: celebra i contenuti dei tuoi fan

Se fai le cose per bene, i tuoi clienti e i tuoi fan sono le tue voci più forti. Hanno anche la più forte affiliazione al marchio esistente. Quindi, come fai a sfruttare la loro voce per diffondere il tuo messaggio? Che valore ha trasformare i tuoi follower in sostenitori?

Glossier è nato come blog di moda e si è ramificato nella cosmetica nel 2014, dove ha conquistato saldamente una certa fascia demografica. Questa roccaforte sugli utenti dei social media esperti di moda, in particolare su Instagram, è diventata un punto di forza nella promozione del marchio.

Man mano che il marchio cresceva e aggiungeva nuovi prodotti tra cui nebbie per il viso e creme idratanti, i fan continuavano a pubblicare e documentare le proprie esperienze con il prodotto. Le serate tra ragazze e le giornate termali con maschere facciali o il relax nella vasca da bagno con un bicchiere di vino e maschera sono state immagini suggestive che mostrano le clienti impegnate con il prodotto, anche in assenza di un beauty influencer dedicato. Il loro messaggio di approvazione era chiaro e un numero crescente di fan di Glossier ha voluto condividere le proprie immagini dello stile di vita di cui Glossier faceva parte.

Ognuno dei post si è diffuso non solo a Glossier tramite gli hashtag, ma anche ai follower di ciascun utente. Non importa se i seguenti erano grandi o piccoli, ciascuno dei fan era micro-influencer che condivideva informazioni sul marchio. Il pubblico iper coinvolto che pubblicava selfie utilizzando i prodotti e partecipava a conversazioni sul prodotto ha alimentato la crescita dell’azienda per i primi anni. Glossier ha ampliato questo impegno collegando gli Instagramer più coinvolti in focus group specifici per città e assicurandosi che siano ricompensati per il loro coinvolgimento nella crescita del marchio.

Il marchio mantiene le sue radici pubblicando pettegolezzi di celebrità e altre notizie di moda, comprese le nuove uscite di Glossier, nei propri account sui social media, interagendo con la base di fan in questo modo. Ripubblicare e interagire con i contenuti dei loro fan ha solo rafforzato il coinvolgimento organico delle ragazze Glossier. Glossier ha trasformato la campagna in modo più potente in una campagna di influencer più mainstream interagendo con 11 degli Instagrammer più seguiti e coinvolti.

Attingere alle voci dei loro fan e sfruttare i contenuti prodotti dai loro clienti presenta la migliore immagine del marchio. Estende gli obiettivi ei valori del marchio nel “mondo reale” dei consumatori. I prodotti vengono utilizzati e presentati dalla fascia demografica chiave in modi e combinazioni visive che sarebbero molto meno sinceri provenienti da un dipartimento di marketing o anche da un marketer di contenuti dedicato. È il coinvolgimento del marchio nella condivisione dei contenuti creati dall’utente che continua a incoraggiare un maggiore coinvolgimento e di conseguenza a migliorare il tasso di coinvolgimento dell’azienda.

Fonte

Morsi di punzonatura acida alla liquirizia americana e pneumatici Hankook: pensare fuori dagli schemi per trovare l’influencer giusto

Quando hai un marchio consolidato e un pubblico di nicchia, a volte può essere difficile andare oltre i tuoi follower e consumatori immediati. Prendere di mira altri gruppi di nicchia con interessi simili può essere estremamente vantaggioso, ma non è sempre ovvio. Come puoi usare gli influencer per spingere l’altopiano? In che modo pensare fuori dagli schemi può aiutarti a raggiungere l’influencer giusto?

Da tenere sempre in considerazione quando si procede alla realizzazione ecommerce

American Liquirizia stava esplorando il panorama degli influencer per promuovere il loro prodotto Sour Punch Bites. Per questo prodotto, il marchio e l’agenzia con cui hanno lavorato hanno cercato un mix di mamme Millennial e blogger di lifestyle lungo la costa orientale da abbinare al lancio geografico del prodotto, insieme agli appassionati di caramelle. Il coinvolgimento con mamme e blogger di lifestyle ha esteso la portata del prodotto dolciario oltre i loro soliti follower e a coloro con uno stile di vita che American Liquirizia voleva raggiungere, fornendo uno degli esempi più insoliti (ma efficaci) di influencer marketing.

Il pool di influencer è stato selezionato per la loro capacità di catturare il prodotto in uno stile visivo accattivante, insieme agli altri requisiti demografici e di audience. Le abilità visive degli influencer sono state messe in mostra per incorporare i Sour Punch Bites in altre ricette di cucina o cottura o per usarli in modo creativo, ad esempio per decorare le cannucce. Le immagini sono state condivise su blog, Instagram, Facebook, Pinterest, Twitter e YouTube. Questa particolare campagna su questi social network ha prodotto 32 milioni di impressioni con un impressionante 10 percento o 3,2 milioni di interazioni.

In una simile strategia del tipo “pensare fuori dagli schemi”, Hankook Tyres ha cercato di espandere la portata dei propri post sui social network. L’agenzia che ha lavorato con loro ha scoperto che la maggior parte della stampa di Hankook Tyres proveniva da pubblicazioni di settore, che spesso si occupavano di lanci di prodotti e sport motoristici. Come azienda di pneumatici, Hankook Tires deteneva un mercato piuttosto di nicchia, ma nessuno interagiva con loro al di fuori dei fan irriducibili dell’automobilismo.

Per espandere questo, l’agenzia ha esaminato alcuni mercati di nicchia che hanno un’angolazione e un interesse diversi per i prodotti automobilistici. L’agenzia ha guidato una campagna per impegnarsi con voci potenti e fidate di blogger genitoriali di alto profilo. Le informazioni loro fornite erano informazioni digeribili e utili sui pneumatici finalizzate alla sicurezza della famiglia. I meccanici di Hankook hanno fornito informazioni agli influencer prima delle vacanze estive, quando molte famiglie stavano guidando. Al fine di fornire un’esperienza e una visione uniche per blogger e influencer, Hankook ha fornito test drive e altri eventi, in modo che gli influencer abbiano compreso i prodotti che stavano esaminando e trattando nei loro post, dimostrando che i potenziali influencer possono estendersi su una vasta gamma di social contenuti multimediali e sfondi.

Comprendendo in che modo altri gruppi sarebbero interessati al loro prodotto e messaggio e in che modo quel messaggio può essere riformulato per connettersi con un altro gruppo demografico, entrambi i marchi sono stati in grado di espandere l’ampiezza dei loro post. Interagire con influencer sociali che di solito non lavoravano con il loro prodotto è stato in grado di riformulare il messaggio ed espandere l’interesse per la campagna.

Sorgente e Sorgente

L’Oreal UK – Sfruttare il passaparola su larga scala concentrandosi sugli influencer rilevanti, non sulle celebrità

L'Oreal UK - Sfruttare il passaparola su larga scala concentrandosi sugli influencer rilevanti, non sulle celebrità

Uno dei motivi per cui l’influencer marketing è così potente è che ogni giorno le persone discutono dei prodotti e forniscono sponsorizzazioni, invece di pagare una celebrità per presentare il messaggio. Come puoi interagire con le persone comuni per diffondere il tuo messaggio? Il coinvolgimento su larga scala è un metodo efficace?

L’Oreal UK ha coinvolto i propri utenti per amplificare le conversazioni del “passaparola” sui social media e ispirare i contenuti generati dagli utenti che circondano i loro prodotti (principalmente la linea Pure Clay Mask). Il marchio ha lavorato con 2.000 donne con sede nel Regno Unito di età compresa tra 20 e 55 anni per tre mesi. Gli influencer non sono stati selezionati per il loro ampio seguito, ma piuttosto per quelli disposti a pubblicare post sulla crema detox. Gli influencer di tutti i giorni hanno pubblicato informazioni sulla crema disintossicante e pubblicato foto e recensioni della maschera di argilla su tutte le piattaforme tra cui Snapchat, Facebook, Instagram, Pinterest, Twitter e YouTube. Più di 500 storie sono state pubblicate solo su Snapchat, rendendo questo uno dei primi esempi noti di Snapchat utilizzato per promuovere prodotti su larga scala.

Le donne hanno valutato e recensito i prodotti, pubblicando foto di loro utilizzando maschere, scrub e altri prodotti. Le persone comuni che utilizzano i prodotti, piuttosto che i modelli raffigurati negli spot pubblicitari, collegano i prodotti ai consumatori e circondano l’azienda con conversazioni organiche sulle piattaforme dei social media. Sono stati prodotti oltre 5.800 contenuti che circondano le maschere di argilla e la linea di prodotti circostante, ottenendo un’impressionante portata di 741.000 consumatori.

L’Oreal UK mirava a impegnarsi di più sui social media, considerando il coinvolgimento come l’effettivo ROI.

Questo è esattamente quello che è successo.

Durante la campagna di tre mesi, le conversazioni sui social media sui prodotti L’Oreal sono aumentate del 53 percento, un enorme aumento per una campagna che essenzialmente ha avuto un costo monetario zero. È importante sottolineare che il match market test ha mostrato un aumento delle vendite del 51%, mostrando i vantaggi del coinvolgimento futuro utilizzando questo metodo. L’Oreal ha fornito ai marketer un altro degli esempi più riusciti e intelligenti di iniziative di influencer marketing.

Potresti valutare di approfondire l’argomento presso la nostra agenzia seo

Fonte

KOA – Regalare un prodotto agli influencer giusti per risultati massicci

KOA - Regalare un prodotto agli influencer giusti per risultati enormi

L’influencer marketing offre ai marchi l’opportunità di interagire in modo molto più preciso con un pubblico di destinazione, risparmiando tempo, denaro e altre risorse. Non deve sempre comportare un pagamento o un approccio pay-to-play. Quanto può essere efficace l’influencer marketing senza pagare gli influencer? Cosa possono fare i brand per garantire un risultato positivo da quegli influencer a cui si avvicinano? E come fanno a identificare chi dovrebbero essere quegli influencer?

Quando KOA, un produttore di bevande di un succo di frutta senza zucchero e senza calorie che assomiglia esattamente all’acqua, ha esaminato l’ingresso nel regno dell’influencer marketing, ha affrontato la sfida con un occhio attento all’identificazione degli influencer. Lavorare con influencer che condividevano i valori del marchio è stata una scorciatoia per creare affinità con il marchio. Il brand impegnato con HYPR, spesso utilizzato come strumento di identificazione dell’influencer, ma in questo caso più che altro un collaboratore della campagna. HYPR ha aiutato KOA a perfezionare la propria ricerca e a prendere di mira un determinato tipo di influencer. KOA è una bevanda salutare ricca di nutrienti, quindi volevano naturalmente promuovere i benefici per la salute del loro prodotto.

Essendo specifici sul tipo di influencer con cui volevano lavorare, KOA è stata in grado di affinare la propria ricerca su individui attenti alla salute. Il duro lavoro è stato definire i valori fondamentali a cui il marchio si atteneva e trovare gli influencer che lo corrispondevano . HYPR ha identificato sette influencer sociali con un forte coinvolgimento nella fascia demografica pertinente con interesse per il fitness, lo yoga e altri elementi di uno stile di vita sano.

In questo caso, KOA e HYPR hanno coinvolto i sette influencer come sostenitori del marchio. KOA ha contattato ogni influencer, offrendo prodotti e informazioni sui benefici per la salute della linea di bevande. Ogni influencer ha ricevuto in dono un mese di fornitura della bevanda e nessuno scambio monetario. In qualità di sostenitori del marchio, agli influencer è stato chiesto di promuovere la bevanda in base ai meriti. Il successo del programma è stato assicurato dal livello di lavoro svolto nell’identificazione degli influencer con gli stessi valori del marchio.

La campagna ha raggiunto oltre 483.000 persone attraverso i sette influencer. KOA ha riportato un aumento immediato delle vendite del 200%, una cifra che sarebbe cresciuta fino al 500% durante la campagna. L’account del marchio ha guadagnato 10.000 Mi piace. Questo è un risultato eccezionale per un marchio che lavora con un piccolo numero di influencer in una rigorosa campagna di soli regali.

Da leggere con attenzione anche per la realizzazione siti web milano

Fonte

Noisy May / Vero Moda – Rendi gli influencer parte del tuo prodotto

Come altri elementi dell’influencer marketing, la co-creazione del prodotto non deve fare affidamento sullo status di celebrità. Alcuni dati demografici si trovano in luoghi difficili e difficili da raggiungere. Sfruttare i social media può darti l’opportunità di parlare direttamente a questi gruppi lavorando con coloro che la fascia demografica ascolta. Scoprire il modo giusto per farlo può richiedere un po’ di riflessione fuori dagli schemi.

Noisy May, una sottoetichetta di Vero Moda, stava cercando di raggiungere le donne interessate alla moda tra i 15 ei 25 anni. In linea con i valori del marchio, il contatto doveva avvenire in modo interessante e rinfrescante. Il marchio ha selezionato influencer locali dai tre mercati target di Regno Unito, Paesi Bassi e Germania, che avevano tutti un forte seguito sui social media. I giovani influencer sono stati quindi coinvolti come ambasciatori e hanno disegnato cinque pezzi ciascuno per una collezione che sarebbe stata rilasciata dall’etichetta.

Coinvolgere l’influencer oltre il semplice punto dei social media e nell’effettivo processo di progettazione, rendendolo un ambasciatore, ha portato molto di più sia al marchio che all’influencer. In qualità di ambasciatore, a ciascun influencer sono state quindi assegnate maggiori responsabilità e si è sentito più legato, così come il suo pubblico, al prodotto finale.

Il viaggio di progettazione e creazione fino al lancio è stato catturato da ogni influencer. I loro follower sono stati coinvolti lungo l’intera corsa, espandendo l’investimento emotivo dei loro fan. La community non vedeva solo un prodotto finale, ma accompagnava i giovani designer in ogni fase del viaggio. L’accesso ai social media ha offerto al pubblico di ogni influencer una prospettiva unica. Sono stati promossi hashtag rilevanti insieme a parti interattive del sito, incluso, naturalmente, un microsito per lo shopping.

Durante la campagna, il marchio ha ottenuto oltre 4 milioni di impressioni e ha guadagnato 183 post di influencer con un tasso di coinvolgimento impressionante di oltre il sei percento. I vantaggi immateriali dell’influencer marketing potrebbero estendersi oltre la misurabilità, incluso il coinvolgimento e la promozione futuri da parte degli ambasciatori e l’aspetto comunitario esteso dell’impegno sociale.

Fonte

Cluse: sfruttare gli influencer per i contenuti generati dagli utenti

Cluse watch contenuto generato dagli utenti UGC 6X caso di studio di marketing per influencer

Ecco un ottimo esempio di influencer marketing che sfrutta i contenuti generati dagli utenti. In molti casi, gli utenti di un prodotto possono produrre le migliori immagini per il marchio. Vedere il prodotto in azione o nella vita reale invece che in un servizio fotografico pianificato può creare una connessione organica più forte di quanto potrebbe altrimenti fare un marchio. Come si possono sfruttare i contenuti generati dagli utenti? Quali risultati ci si può davvero aspettare dai social network dei tuoi fan?

La cura dei contenuti può essere un modo efficace per sfruttare i fan del tuo prodotto che sono già coinvolti nei social media. Cluse è un produttore di orologi con sede ad Amsterdam che si occupa di orologi da donna di fascia alta. Poiché la natura del marchio è visiva e legata allo stile di vita, il marchio ha scoperto molte immagini dei suoi orologi già su piattaforme come Instagram, Facebook e Twitter. Cluse si è rivolto agli utenti che presentavano il loro prodotto e ha incoraggiato l’uso di determinati hashtag per identificare correttamente le immagini dei loro orologi. Queste immagini vengono quindi raggruppate in un feed, che collega alla pagina del prodotto specifica dell’orologio presente nella fotografia.

Molte delle immagini sul sito Web di Cluse sono curate da questo feed di utenti dei social media che mostrano i pezzi del tempo. L’approccio organico e vedere altre persone che usano gli orologi possono ispirare gli acquisti. E lo fa . I dati mostrano che quasi il 6% delle vendite sul sito Web Cluse può essere attribuito al contenuto generato dagli utenti dal sito.

I vantaggi dell’interazione con una community attorno al tuo prodotto sono più che semplici clic per le vendite. Cluse rimanda al fotografo la cui immagine è presente nel feed del sito web. Questo coinvolgimento consente ai fan e crea un forte senso di comunità, ispirando i fan del tuo prodotto a rimanere fedeli e ti dà una posizione forte per lavorare con la community e sfruttare le loro voci in futuro, se dovessi scegliere di farlo.

Puoi avere maggiori informazioni sull’argomento contattando web agency milano

Fonte

Health Ade – Sfruttare gli influencer per le loro capacità di creazione di contenuti

Health Ade - Sfruttare gli influencer per le loro capacità di creazione di contenuti

Poiché le aziende guardano ancora di più agli influencer per il coinvolgimento e gli influencer si rendono sempre più disponibili, come può un marchio sapere cosa cercare in un influencer? Come può un marchio sapere cosa può portare in tavola l’influencer e se i suoi follower sono il vero affare e non i bot che aumentano artificialmente i numeri? I marchi che cercano una presenza sui social media spesso devono guadare le e-mail di potenziali influencer.

Una volta che hai identificato quelli con cui vuoi lavorare, rimangono i lunghi problemi di lavorare sui termini di pagamento e sui termini di ingaggio. Coinvolgere e gestire le relazioni con gli influencer, in particolare quando la comunicazione è quasi sempre tutta online, può essere difficile.

Sempre più spesso, ci sono strumenti di marketing degli influencer per risolvere questo problema. Questi strumenti – app e aziende – funzionano come una piattaforma e un intermediario per gestire i dettagli banali del marchio quando si lavora con gli influencer. Health Ade Kombucha ha affrontato questi problemi quando ha cercato di coinvolgere gli influencer con il loro prodotto. Invece di avvicinarsi individualmente a ciascun influencer, Health Ade ha lavorato con loro attraverso lo strumento Trend.

Trend è un mercato mobile che pone le basi per la collaborazione di marchi e influencer. Prima di elencare l’influencer, Trend assicura che le credenziali e i follower degli influencer siano legittimi. I marchi possono pubblicare aspettative sulle interazioni con requisiti personalizzati, insieme a nuovi prodotti. Quando un marchio e un influencer si piacciono, possono comunicare direttamente tramite l’app.

È Tinder per marchi e influencer.

Nel caso di Health Ade, hanno deciso come interagire con i marchi e hanno utilizzato Trend per connettersi con influencer negli Stati Uniti, senza doversi preoccupare del processo di filtraggio. Gli influencer hanno ricevuto il loro prodotto campione e si sono confrontati con Health Ade Kombucha a modo loro: alcuni hanno cucinato con il prodotto, altri lo hanno trasformato in un cocktail o hanno mostrato come lo integravano nel loro regime di allenamento. I risultati sono stati oltre 135 immagini di alta qualità scattate dalla prospettiva unica dell’influencer, risultando in 15.000 impegni su Instagram. La campagna ha spinto la popolarità e la visibilità di Health Ade Kombucha a diventare uno dei principali marchi di kombucha della nazione.

Utilizzando Trend, il marchio mantiene il controllo sui post dell’influencer approvando ciò che viene pubblicato. Sono anche in grado di individuare gli influencer che ritengono rappresentino meglio l’etica, l’immagine e la fascia demografica del marchio. I marchi sono anche in grado di scaricare i contenuti raccolti creati dagli influencer per poterli utilizzare in ulteriore materiale di marketing. Questi vantaggi extra delle interazioni con gli influencer rendono l’intero coinvolgimento fluido. Quando è fatto facilmente come quando si utilizza Trend, senza il mal di testa o le preoccupazioni sul fatto che un influencer arriverà con il contenuto o se i suoi follower sono bot, quindi l’utilizzo di un mercato di influencer come Trend guadagna il suo posto.

Fonte

Travelocity – Costruire un esercito di influencer

Travelocity - Costruire un esercito di influencer

Uno dei principali ostacoli che devono affrontare molti marchi è la connessione organica a livello personale con le persone. Come può un marchio connettersi con gli esseri umani in un modo autentico? Come puoi superare gli ostacoli dell’essere un marchio per comunicare meglio con i clienti e favorire la connessione emotiva e gli investimenti?

Travelocity ha innovato il mercato dei viaggi online sin dal suo inizio a metà degli anni ’90. La ricerca ha indicato che laddove le agenzie di viaggio hanno un volto umano e le persone spesso sviluppano relazioni con il loro agente di viaggio, le soluzioni di viaggio online hanno la reputazione di essere fredde e transazionali. Travelocity ha deciso che estendendo l’esperienza dell’utente oltre la prenotazione iniziale e coinvolgendo una comunità di influencer per raccontare storie dei loro viaggi, hanno contribuito a comunicare il loro messaggio ai viaggiatori a livello personale.

Per dare un volto umano a una compagnia di viaggi online, Travelocity ha arruolato i servizi di una serie di influencer che erano viaggiatori frequenti. L’azienda voleva sfruttare il contenuto degli influencer e condividere storie di viaggio reali. Per lanciare il loro programma di influencer marketing , Gnational Gnomads, Travelocity ha identificato negli Stati Uniti influencer di nicchia che hanno viaggiato e che hanno mostrato un reale coinvolgimento con i loro follower. Fin dall’inizio, Travelocity ha voluto creare relazioni a lungo termine. Per fare questo, volevano dare il più possibile.

È iniziato con un piccolo evento di influencer curato a New Orleans. Il programma è aumentato nel tempo. Il marchio ascolta anche l’influencer, mostrando fiducia e fiducia negli influencer con cui scelgono di lavorare. Gran parte del contenuto è creato da influencer, dando a Travelocity la possibilità di connettersi organicamente con i clienti a livello emotivo attraverso storie emotive di viaggio.

Per migliorare e perfezionare il coinvolgimento con gli influencer, Travelocity ha sfruttato gli strumenti, in particolare Traackr. Trackr ha aiutato Travelocity a perfezionare e migliorare la comunicazione e il coinvolgimento per essere più efficienti. Attraverso Trackr, sono stati trovati dati per identificare influencer e conversazioni chiave al fine di personalizzare il coinvolgimento con la community. Lo strumento ha anche aiutato a gestire le relazioni con gli influencer e a ridimensionare il programma utilizzando analisi e approfondimenti sui dati. La visibilità in tempo reale di Trackr ha mostrato il coinvolgimento effettivo e l’avanzamento della campagna.

Dal 2014, il programma Gnational Gnomad si è esteso a quasi 100 influencer chiave, determinando un incredibile aumento del 1.000% delle menzioni del marchio e un aumento del 1.200% delle impressioni del marchio. Travelocity continua a interagire con influencer con un impegno di nicchia nei viaggi negli Stati Uniti, ognuno con il proprio punto di vista e specialità, ma con lo stesso obiettivo di raccontare storie di viaggio.

Ottieni maggiori informazioni contattando la nostra web agency

Fonte

Pala Casino – Influencer di micro-targeting per espandere il tuo pubblico

Pala Casino - Influencer di micro-targeting per espandere il tuo pubblico

L’influencer marketing ha spesso abbastanza successo quando mostra un nuovo elemento per il tuo marchio o sparge la voce su ciò che fai oltre la tua solita base. Come puoi mostrare i tuoi servizi e interagire con influencer per espandere la tua fascia demografica? Questo esempio di influencer marketing ti mostrerà come fare!

Il Pala Casino Resort and Spa ha riconosciuto che la loro clientela era spesso costituita da pensionati o da una fascia demografica più anziana. Volevano entrare in un altro gruppo demografico, vale a dire, Gen-Xers. Hanno collaborato con un’agenzia per organizzare un evento per influencer al fine di mostrare il loro resort a una fascia demografica più ampia. L’evento è stato una vacanza pagata in tre fasi in un fine settimana, inclusi cibo e bevande, intrattenimento e giochi di slot.

L’agenzia ha identificato oltre 200 influencer che hanno soddisfatto il target demografico del resort in termini di età, geografia e specifiche dei contenuti. Oltre all’ondata iniziale di influencer che condividevano il contenuto, Pala Casino voleva anche raccogliere una gamma di materiale che avrebbero potuto utilizzare in seguito nel proprio marketing. Impegnarsi con influencer con un occhio visivo e uno stile acuti era essenziale. Ciò significava che non solo l’influencer aveva un seguito che copriva gli obiettivi del resort, ma lo stile individuale dell’influencer avrebbe parlato anche al pubblico di destinazione se riproposto in seguito.

Il resort ha invitato 21 blogger e Instagrammer all’evento. A ogni influencer è stato chiesto di curare un minimo di tre pezzi. L’evento ha avuto una portata complessiva di 28 milioni attraverso l’ondata iniziale di contenuti. Il resort ha anche raccolto 876 contenuti che potrebbero riutilizzare. Il programma ha portato a oltre 50.000 interazioni e ad un aumento di oltre 1.000 nuovi Mi piace su Facebook .

Fonte

LG – Genera risultati enormi da UN influencer

LG - Generazione di risultati enormi da UN Influencer

A volte identificare un solo influencer con cui lavorare, uno che parli direttamente e in modo potente al tuo pubblico di destinazione, può fungere da base per un’intera campagna. Alcuni influencer hanno un tale posto di autorità con il loro pubblico e hanno stabilito una piattaforma così forte, che la loro opinione e voce portano con sé un’enorme gravità. Come si identifica quel singolo influencer? Come puoi coinvolgere efficacemente quell’influencer su tutte le piattaforme?

Il gigante dell’elettronica LG stava cercando un modo per raggiungere un vasto pubblico su YouTube con il lancio di un nuovo televisore. Il marchio si è rivolto a HYPR per un aiuto nell’identificazione dell’influencer giusto per creare i contenuti di YouTube per promuovere il nuovo prodotto e dare una recensione. HYPR ha identificato Lewis Hilsenteger che, attraverso il suo canale Unbox Therapy, fornisce recensioni di prodotti tecnologici. Unbox Therapy si impegna anche su più piattaforme, promuovendo i propri contenuti e attirando il coinvolgimento dello stesso pubblico e demografico identificato da LG come target. LG ha incaricato Hilsenteger di creare il video di YouTube e di promuoverlo tramite post su Facebook, Twitter e Instagram. Il marchio ha anche regalato un televisore a Hilsenteger da regalare tramite un concorso a premi .

Lavorando esclusivamente con un solo influencer e conducendo il giveaway attraverso il canale, LG è stata in grado di offrire a Hilsenteger contenuti unici da offrire ai suoi fan, insieme alle lotterie. Il video ha raggiunto oltre quattro milioni di persone con coinvolgimento su YouTube, Facebook, Twitter e Instagram. Il marchio potrebbe promuovere e amplificare il contenuto, ma per il resto ha permesso a Unbox Therapy di fare le proprie cose. Su tutte le piattaforme la campagna ha ottenuto 36.000 Mi piace e 2.580 commenti. Com’era prevedibile, YouTube è stata la piattaforma più visitata, dal momento che le altre piattaforme hanno indirizzato il traffico al video, con 385.069 visualizzazioni del video, mostrando la nuova televisione in un modo autentico e di cui il pubblico si fidava.

Fonte

Maserati – Il potere dell’acquisizione dell’account da influencer

Maserati - Il potere dell'acquisizione dell'account da influencer

Sviluppare un flusso costante di contenuti che risuoni con il tuo pubblico non è un compito facile. Spesso comporta molte ricerche e lo sviluppo del proprio linguaggio visivo per presentare ripetutamente i propri prodotti sotto una nuova luce. Che valore porta la collaborazione con gli influencer alla pubblicazione di contenuti sui tuoi account di social media? In che modo gli influencer possono apportare un nuovo approccio al tuo linguaggio visivo? Questo esempio di influencer marketing mostra il potere di collaborare con gli influencer sui contenuti.

Maserati ha deciso di prendere un’altra strada. Invece di sviluppare il proprio linguaggio visivo e la propria voce per il loro feed di Instagram, avrebbero portato ogni mese influencer a prendere il controllo del loro account. Non si trattava di adottare l’immagine del marchio e far sì che gli influencer si adeguassero ad essa, ma un modo per dare all’influencer le chiavi dell’account completamente. Il contenuto dell’influencer è interamente il motore di contenuti Instagram del marchio. Ogni mese, un influencer diverso documenta la propria esperienza quotidiana con Maserati e pubblica post sull’account. Porta un’autenticità che il marchio non sarebbe altrimenti in grado di raggiungere, insieme a una nuova prospettiva, voce e stile di vita ogni mese.

Gli influencer che il marchio porta a bordo non sono necessariamente coinvolti nell’industria automobilistica. Alcuni hanno un livello di celebrità essi stessi, e altri sono influencer della moda ben seguiti i cui follower potrebbero non avere contatti con un marchio come Maserati. Portare in una prospettiva diversa porta uno sguardo nuovo alla fotografia delle auto. L’acquisizione dell’account consente all’influencer di portare il proprio punto di vista sul marchio – magari un viaggio in campagna, o per altri significa guidare per Londra per riunioni – e lavorare nel proprio linguaggio visivo.

L’influencer porta anche il proprio pubblico da Maserati, ampliando la portata dell’account Instagram. Interagendo con un influencer di moda o uno chef famoso, il marchio è in grado di sfruttare un nuovo approccio alla comunicazione visiva e allo stesso tempo ampliare la portata dei post.

Da non sottovalutare per la realizzazione siti

Fonte

Zooz – Sfruttare gli influencer a livello globale per eventi virtuali

Zooz - Sfruttare gli influencer a livello globale per eventi virtuali

L’influencer marketing può essere potente per le aziende con servizi o interessi specifici. Collegare piccole nicchie o sottoinsiemi di pubblico può essere problematico quando il gruppo è diffuso in tutto il mondo. Come puoi utilizzare efficacemente gli influencer per connetterti in un gruppo di nicchia? Come puoi sottolineare il coinvolgimento tra le piattaforme per un interesse specifico?

L’innovatore della tecnologia di pagamento Zooz ha iniziato a interagire con il proprio pubblico di nicchia B2B attraverso il coinvolgimento di influencer in una tavola rotonda su Twitter. L’argomento deciso ha affrontato le mutevoli sfide per il prossimo futuro nella tecnologia dei pagamenti. Questo approccio ha coinvolto le voci degli influencer e ha portato il loro pubblico e le persone interessate a questa parte specifica del business. Tutto ciò ha sollevato il profilo di Zooz e li ha posti in primo piano nella conversazione sull’innovazione.

Zooz ha contattato una serie di influencer importanti chiedendo loro di far parte della loro tavola rotonda. L’atto di contattare e invitare l’influencer ha mostrato la fiducia del marchio nella loro opinione e ha rafforzato il posto dell’influencer come leader di pensiero o leader di rilievo nel settore. Zooz ha contattato gli influencer un mese prima dell’evento pianificato, assicurandosi non solo il loro coinvolgimento ma anche che avrebbero promosso la loro apparizione nella discussione sui loro blog, e-mail e Twitter.

L’evento ha attirato 516 post da 83 utenti. Gran parte del coinvolgimento misurato con l’hashtag per la chat proveniva da retweet e risposte, come previsto. La tavola rotonda ha raggiunto un pubblico di 379.576 spettatori e ottenuto 3.706.205 impressioni.

Usare la tecnologia in questo modo può anche risolvere problemi di geografia. Quando tutti sono online, attraversare l’Atlantico o trovarsi su coste opposte è solo una questione di fusi orari. Questo approccio non è limitato a Twitter. Quasi tutte le piattaforme di social media vantano una funzionalità che altrimenti può essere utilizzata in questo modo. Facebook, Instagram e YouTube consentono tutti gli eventi in live streaming.

Questo argomento è molto sfruttato dal consulente seo

Fonte

Santa Fe Opera – Il potere di raggiungere un nuovo pubblico con influencer ed eventi

Santa Fe Opera - Il potere di raggiungere un nuovo pubblico con influencer ed eventi

Come puoi utilizzare un evento per interagire con la comunità? Diversi livelli di coinvolgimento possono portare a risultati diversi? Ecco un ottimo esempio di influencer marketing che mostra come puoi sfruttare gli eventi.

Santa Fe Opera si è rivolta a Simply Social Media, un’agenzia di social media, con tre obiettivi in ​​mente: diffondere le proprie informazioni a un pubblico nuovo e più giovane, coinvolgere la comunità di Albuquerque e aumentare la loro presenza sui social media. Santa Fe Opera ha voluto concentrarsi in particolare su Instagram, e con questo in mente l’agenzia ha organizzato cinque Instameet in un mese per interagire con la comunità e, in particolare, con i fotografi all’interno della comunità locale. Se si considera che Instagram è stato originariamente sviluppato per la condivisione di fotografie, si può capire quanti fotografi hanno saputo tradurre la loro abilità per creare una community influente sul social network.

Gli Instameets si sono concentrati sulla vasta gamma del programma dell’Opera di Santa Fe, incluso lo standard classico Die Fledermaus e spettacoli più all’avanguardia come The (R)evolution Of Steve Jobs. Il noleggio di un autobus per 47 instagrammer per l’opera di Steve Jobs ha rappresentato un’opportunità per gli influencer di interagire con l’Opera per l’intera giornata, documentando l’esperienza del viaggio in autobus e del tour delle strutture e catturando angoli unici per le loro fotografie insieme a la prestazione. La portata degli Instagrammer coinvolti negli eventi ha sparso la voce sui social media, portando traffico e attenzione sugli account di Santa Fe Opera. Come ulteriore incentivo, l’Opera ha organizzato un concorso di foto, di cui dieci sono state esposte in una mostra pop-up.

Il coinvolgimento degli influencer creando un evento per loro ha dato agli Instagrammer una prospettiva unica sulle strutture. Essere in grado di offrire ai propri follower una prospettiva diversa ha dato agli influencer un incentivo a trovare queste prospettive, insieme alla possibilità di mostrare le loro fotografie alla competizione. Interagendo con coloro che avevano un certo interesse a fotografare l’evento, l’Opera ha potuto entrare in contatto con la stessa comunità di cui facevano parte questi influencer.

A partire da un insieme così definito di obiettivi e da un metodo che affrontava direttamente ciascun punto, forniva punti dati efficaci da misurare. Le menzioni e l’uso degli hashtag sono aumentati su Instagram e Twitter. I 1.667 post hanno ottenuto il coinvolgimento di oltre 2.050.000 solo su Instagram nei due mesi misurati. Anche il conto dell’Opera di Santa Fe è cresciuto in questo periodo. Il secondo round di esposizione attraverso il concorso fotografico ha attirato maggiore attenzione e ha mostrato le prospettive uniche catturate dai fotografi.

Fonte

Ecco qua! Spero che tu abbia imparato qualcosa di nuovo sull’influencer marketing e su come puoi collaborare con gli influencer come ingrediente potente nel tuo marketing mix. Se non hai ancora letto The Age of Influence, puoi scaricarne un’anteprima gratuita qui .

Quale di questi esempi di influencer marketing hai trovato più convincente? Se stai leggendo questo articolo e desideri che la tua azienda, agenzia o strumento venga preso in considerazione per future revisioni di questo post, tienilo presente nei commenti qui sotto.

Domande frequenti sugli esempi di influencer marketing

Quali marchi utilizzano l’influencer marketing?

Quasi tutti i marchi in tutto il mondo ora utilizzano l’influencer marketing. Infatti, quest’anno il 66% dei marchi sta aumentando i propri budget per il marketing degli influencer . Anche i grandi marchi utilizzano questa strategia di marketing. Ad esempio, Adidas, Nike, Zara, Daniell Wellington e Blue Apron. Probabilmente noterai che usano celebrità e influencer famosi come Cristiano Ronaldo per eseguire le loro campagne di marketing.

Da valutare anche per la creazione siti e commerce

Cosa fa un influencer di marketing?

Un influencer marketer è responsabile della strategia di marketing dell’influencer di un marchio. Crea campagne di marketing con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza del marchio, il traffico, le vendite e il messaggio del marchio al pubblico di destinazione. Un influencer marketer trova e assume anche l’influencer giusto per le sue campagne. Questa è una parte fondamentale del marketing degli influencer poiché il successo della campagna dipende da quest’area.

Chi sono i primi 10 influencer sui social media?

Se ignoriamo celebrità e atleti tradizionali, i primi 10 influencer sui social media secondo la Instagram Rich List di Hopper sono:

1. Eleonora Pons
2. Caio Castro
3. Bella Hadid
4. Huda Kattan
5. Sommer Ray
6. Zach King
7. Emily Ratajkowski
8. Cameron Dallas
9. Felix Kjellberg (PewDiePie)
10. Charli D’Amelio

Qual è la strategia di marketing dell’influencer?

La strategia di influencer marketing è un tipo di social media marketing in cui marchi e marketer collaborano con persone comuni nella promozione dei loro prodotti e servizi. Queste “persone normali” hanno grandi seguaci sui loro account sui social media e sono considerate affidabili dai loro seguaci grazie alla loro competenza, conoscenza, esperienza e credibilità. Sono spesso indicati come “influencer dei social media”.

Da considerare per la realizzazione siti web legnano

Di quanti follower hai bisogno per essere un influencer?

I nano-influencer come definiti, sono influencer con tra 1.000-10.000 follower. È la categoria più piccola di influencer in base al numero di follower. Quindi, puoi essere un influencer con 1.000 follower. Se sei un aspirante influencer, è importante scegliere una nicchia su cui ti concentrerai e su cui creare contenuti. Sarà meglio se la nicchia che selezionerai è qualcosa di cui sei appassionato e per cui hai un grande interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

info@vbmarketing.it

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.