profilo linkedln professionale
CategoriesLinkedln

LinkedIn continua ad evolversi a un ritmo veloce con 722 milioni di utenti , ma il tuo profilo LinkedIn professionale è ancora bloccato nel passato?

Ho bloggato sui suggerimenti per il profilo LinkedIn , nonché su come aggiornare il tuo profilo LinkedIn e persino consigli sui profili LinkedIn per gli studenti . È tempo di fornirti un aggiornamento in linea con tutte le modifiche di LinkedIn nel corso degli anni per aiutarti a creare il profilo LinkedIn professionale perfetto.

Che cos’è un profilo professionale LinkedIn?

Considera il tuo profilo LinkedIn professionale equivalente alla prima pagina del tuo sito web . Non è un riassunto delle tue esperienze: è uno strumento per mostrare il tuo marchio professionale. E mentre i reclutatori potrebbero valutarti come potenziale candidato se hai un profilo forte con competenze pertinenti, l’obiettivo nel crearne uno è costruire la tua storia di carriera con il marchio e mostrare le posizioni chiave che hai avuto e le esperienze che aiuteranno il tuo profilo distinguersi e mostrare le tue abilità principali.

Da tenere in considerazione anche per creazione siti web legnano

Pensaci: qualunque attività tu svolga su LinkedIn, riporterà sempre le persone al tuo profilo. Pensa a tutto il tempo e gli sforzi che le aziende mettono per investire nella creazione di un sito Web ben marchiato e strategico. Hai passato anche solo una frazione di quel tempo a pensare a come creare un forte profilo LinkedIn professionale?

Anche se pensi di aver coperto le tue basi, presta attenzione al tuo profilo LinkedIn professionale mentre leggi questo. Meglio ancora, chiedi a qualcuno di cui ti fidi di leggere questo e poi fai un controllo al tuo profilo LinkedIn professionale. Potresti essere sorpreso di ciò che trovano!

Da tenere sempre presente anche per la realizzazione e commerce milano

Come faccio a creare un profilo LinkedIn professionale?

Ecco i miei 17 suggerimenti per assicurarti di includere nel tuo profilo LinkedIn professionale indipendentemente dalla tua professione. Tieni presente che tutte le operazioni seguenti possono essere eseguite su qualsiasi account LinkedIn gratuito. In altre parole, non devi pagare per accedere alle funzionalità del profilo professionale!

Elenco di controllo dei suggerimenti per il profilo professionale di LinkedIn

1.) Prendi sul serio la tua foto

In passato ho bloggato sui suggerimenti per le foto di LinkedIn , ma è utile ricordare che, a meno che tu non debba nascondere la tua faccia in pubblico per motivi di sicurezza personale, dovresti sempre avere una foto dall’aspetto professionale che ti rappresenti. Potresti essere in grado di andare in giro senza avere una foto, ma come dimostrano gli studi sull’avere foto nei risultati di ricerca di Google, quelli con foto potrebbero aspettarsi un aumento significativo del CTR (percentuale di clic) dopo che le persone ti trovano nei risultati di ricerca di LinkedIn.

Se hai qualche domanda potresti valutare di contattare un nostro consulente seo milano

In realtà, LinkedIn stesso ha affermato che i profili con foto hanno una probabilità 7 volte maggiore di essere visualizzati da altri . E, inoltre, se vuoi stabilire una connessione più profonda con qualcuno, non dovresti mostrare il tuo vero volto?

2.) Solo nomi professionali, per favore

Di seguito parlo un po’ della SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca) del tuo profilo, ma quelli che inseriscono parole chiave, o peggio ancora numeri di telefono, come parte del tuo nome sembrano banali e come se fossi palesemente deciso a vendermi qualcosa.

LinkedIn è il social network più affidabile in circolazione, quindi dovresti avere un nome che ne sia consapevole e stare lontano da soprannomi ingannevoli.

Avrai molte altre aree nel tuo profilo in cui puoi differenziarti. Dai un’occhiata a questo link per ulteriori consigli sul nome del tuo profilo LinkedIn .

Questo argomento è ottimo anche per la realizzazione siti web aziendali

3.) Il marchio professionale del titolo è fondamentale

Qual è un buon titolo professionale per LinkedIn?

In termini di aree in cui differenziarti nel tuo profilo LinkedIn professionale, non guardare oltre il tuo titolo professionale, i primi 110 ora massimo 220 caratteri che appaiono in primo piano appena sotto il tuo nome sia nel tuo profilo che, soprattutto, nei risultati di ricerca. Non è necessario inserire qui che sei TITOLO in NOME AZIENDA: gli spettatori possono vederlo nel tuo profilo.

Devi includere informazioni nel tuo titolo professionale che attirino il tuo potenziale visitatore nel voler scoprire di più su di te.

Sii esplicito su come puoi aiutare le persone, ma fallo in modo professionale e ben marcato. Vendere apertamente alle persone nel tuo titolo professionale sembra uno schiaffo in faccia a molti utenti di LinkedIn. Ahia.

Se hai domande sull’argomento contatta la nostra agenzia web milano

4.) Ottimizza la tua posizione

Eccone uno controintuitivo, ma è importante mettersi nei panni del visitatore target . Vivo a Orange County, in California, ma se fossi a capo di un territorio incentrato principalmente su Los Angeles, vorrei cambiare la mia posizione a Los Angeles. Mi rende più accessibile nel mio mercato di riferimento perché sono considerato “locale” e significa anche che vengo trovato in risultati di ricerca più pertinenti perché molti utilizzano la funzione di localizzazione per filtrare i risultati.

5.) Allinea il tuo settore

Il concetto qui è lo stesso dell’ottimizzazione della posizione. Quale sarebbe il tipo di persona che vorresti trovarti inserire nel campo “Industria”?  Questo può essere difficile perché anche quelli che lavorano nella stessa azienda potrebbero elencare diversi settori qui.

Una cosa interessante è che se hai eseguito l’upgrade a un account LinkedIn a pagamento, il tuo completo “Chi ha visualizzato il tuo profilo” includerà anche dati su quali settori rappresentano meglio i visitatori del tuo profilo. Potrebbe essere necessario fare qualche esperimento qui, e non tutti usano la funzione Settore per filtrare i risultati di ricerca, ma dovresti fare del tuo meglio e sperimentare per vedere come il cambiamento del tuo settore potrebbe influenzare le visualizzazioni del tuo profilo.

Da considerare per la realizzazione siti web busto arsizio

6.) Personalizza l’URL del tuo profilo

LinkedIn ti fornisce un URL predefinito che puoi e dovresti personalizzare. Alcuni parlano dei vantaggi SEO di farlo, ma io la vedo in questo modo: una volta che hai investito in LinkedIn come parte della tua infrastruttura professionale, probabilmente vorrai includere il tuo URL LinkedIn nella tua firma e-mail o addirittura stamparlo sul tuo biglietto da visita Non preferiresti avere un URL dall’aspetto professionale e facile.

7.) La tua attività mostrerà il tuo ultimo aggiornamento di stato: ne hai uno?

Quando questa funzione è stata lanciata all’inizio del 2009, molti si chiedevano: “Per cosa dovrei usare il mio aggiornamento di stato di LinkedIn?” Da allora, pubblicare aggiornamenti delle nostre vite è diventato una parte comune della nostra cultura, sia tramite Facebook, Twitter, una foto su Instagram o anche nella nostra azienda che utilizza Salesforce Chatter o Slack. Quando qualcuno finalmente atterra sul tuo profilo, la tua sezione attività mostrerà il tuo ultimo aggiornamento di stato, se ne hai uno.

Da valutare anche per la creazione siti e commerce

Questa è l’unica parte aggiornata dinamicamente del tuo profilo che offre agli altri la possibilità di vedere cosa hai in mente, quindi prendi l’abitudine di aggiornare il tuo stato regolarmente . Condividere notizie ponderate, perspicaci e pertinenti che potrebbero interessare il tuo visitatore target solo una volta al giorno è un ottimo modo per mantenere “fresco” il tuo profilo professionale, oltre a interagire con la tua rete di connessioni!

8.) Il tuo riepilogo professionale: espandi il tuo titolo professionale e supportalo

L’aggiornamento dell’aggiornamento dello stato dovrebbe far parte della routine quotidiana di LinkedIn, ma sarà senza dubbio una delle attività che richiedono più tempo in questa lista di controllo. Uno degli altri scriverà un riassunto professionale ben realizzato e marchiato per supportare il tuo profilo LinkedIn professionale.

Questo argomento è molto sfruttato dal consulente seo

Se il tuo titolo professionale ha svolto il ruolo di attirare visitatori al tuo profilo dai risultati di ricerca delle persone, il tuo riepilogo professionale deve ampliare ulteriormente quel marchio supportando anche ciò che dici nel titolo e potenzialmente terminando con un buon invito all’azione. Devi “chiudere l’affare” assicurandoti che, dopo che i visitatori del tuo profilo avranno letto il tuo riepilogo professionale, saranno venduti su di te e vorranno avviare il contatto.

Se lavori per un’azienda che è a conoscenza del marchio del proprio datore di lavoro, potresti voler chiedere al tuo dipartimento delle risorse umane o del marketing se hanno un paragrafo standard che potresti utilizzare per mostrare l’azienda per cui lavori. Ad ogni modo, se c’è un’area in cui vuoi dedicare del tempo alla creazione di alcuni paragrafi ben versati, è qui!

9.) Connettiti completamente con il tuo passato

Il tuo profilo LinkedIn professionale ti aiuta a farti trovare: è uno strumento di Inbound Marketing, non un semplice riassunto online delle tue esperienze. Ecco perché è importante collegare il più possibile i punti con il tuo passato per consentire a quante più persone del tuo passato di trovarti e per essere in grado di trovarli . Non fermarti al tuo attuale datore di lavoro: torna indietro nella storia e compila ogni datore di lavoro per cui hai mai lavorato e istituto di istruzione che hai frequentato. Torno al liceo sul mio profilo e includo persino programmi di studio all’estero a breve termine, che mi hanno aiutato a ripristinare i vecchi legami con stimati professionisti nella mia rete.

Da tenere in considerazione durante la realizzazione siti web

10.) Parole chiave

L’utilizzo delle parole chiave giuste è essenziale se hai intenzione di utilizzare il tuo profilo LinkedIn per la vendita sui social.

Ho scritto su come sfruttare l’utilizzo delle parole chiave nel tuo profilo LinkedIn professionale nel mio Windmill Networking: Massimizzare il libro di LinkedIn nel 2009, ma ci sono molti che a) non l’hanno sfruttato abbastanza o b) hanno riempito di parole chiave il loro profilo al punto da far salire in alto nei risultati di ricerca, ma più qualcuno guarda il suo profilo, più si rende conto di essere stato ingannato.

Ogni volta che parlo su LinkedIn offro questo consiglio: fai una ricerca per le parole chiave per le quali vorresti apparire nei risultati di ricerca di LinkedIn. Guarda i profili di quelli che appaiono nei primi risultati. Esamina la posizione e la frequenza per cui hanno inserito quelle parole chiave. Ora prendi quella conoscenza e applicala al tuo profilo.

L’algoritmo di ricerca di LinkedIn è simile a Google: nessuno sa esattamente come funziona e cambia in qualsiasi momento. Quindi, invece di fissarti sui risultati della ricerca, oltre all’esercizio che ho appena menzionato, considera l’aggiunta di parole chiave il più possibile di nicchia al tuo profilo per differenziarti. Le parole chiave contano davvero: uno dei casi di studio nel mio libro Maximizing LinkedIn for Sales and Social Media Marketing riguardava un gentiluomo che generava il 50% delle sue entrate annuali perché era l’unica persona che si trovava in un risultato di ricerca a vivere in un determinato paese che lavora in un determinato settore che ha utilizzato una determinata parola chiave.

Se hai dubbi sull’argomento non esitare a contattare la nostra agenzia marketing milano per ulteriori argomenti

11.) Costruisci credibilità con le raccomandazioni

Un curriculum di solito dice “riferimenti su richiesta”, ma puoi effettivamente aggiungerli digitalmente ricevendo consigli.

Con tutto il quid pro quo che chiede i consigli di LinkedIn che vedi là fuori, molti chiedono se i consigli di LinkedIn sono reali. Sì, sono molto nel contesto in cui ti aiutano a stabilire credibilità se qualcuno che visualizza il tuo profilo non ti conosce. Quando parlo su LinkedIn, parlo spesso di come stavo cercando un agente immobiliare su LinkedIn e ho trovato tre profili di bell’aspetto. Uno aveva zero consigli, un altro ne aveva due e un altro ne aveva circa più di 30. Chi pensi che abbia contattato per la prima volta? Non è necessario avere più di 30 consigli, ma alcuni consigli reali possono fare molto per aiutare a stabilire la tua credibilità .

12.) Non ignorare le conferme: gestiscile

Di tutte le funzionalità che LinkedIn ha rilasciato, le sponsorizzazioni sono quella che ha suscitato più polemiche nella comunità professionale. Credo che dovresti evitare quella controversia sul potenziale spam di sponsorizzazioni di LinkedIn e devi utilizzare qualsiasi funzionalità che LinkedIn ti fornisce. Con questo in mente, ci sono ottimi modi in cui puoi utilizzare le sponsorizzazioni di LinkedIn. Ai fini del tuo profilo, dovresti almeno modificare le tue Competenze e assicurarti che quelle che desideri associare al tuo marchio comprendano tutte le 50 massime che puoi visualizzare, assicurandoti di “appuntare” le tue 3 Competenze più preziose su la parte superiore della sezione. Alcuni credono che le conferme potrebbero anche influenzare il modo in cui appari nei risultati di ricerca di LinkedIn.

È ora di smettere di ignorare le conferme e abbracciarle lasciando che mostrino le tue abilità e fornendo al tuo profilo un po’ più di credibilità (anche se non così credibile come avere buoni consigli, ovviamente).

Da considerare per la realizzazione siti web gallarate

13.) Abbraccia la visuale

opzioni della sezione in primo piano di linkedin

LinkedIn ti offre da tempo l’opportunità di aggiungere elementi visivi al tuo profilo, ma hai sfruttato l’opportunità? Di recente hanno iniziato a mettere in evidenza (gioco di parole) questi elementi visivi strategici nella loro nuova sezione In primo piano, che apparirà appena sotto la tua sezione Informazioni che mostra il tuo riepilogo professionale.

A meno che tu non abbia vissuto in una grotta senza Internet nell’ultimo anno, abbiamo visto l’emergere – e l’importanza – del visual nel social media marketing. Ciò include principalmente foto e video, ma si applica ai meme (come quello che sto usando all’inizio di questo post) e a tutti i tipi di grafica e persino alle presentazioni.

LinkedIn ti dà la possibilità di caricare contenuti da una varietà di fonti, come mostrato nell’immagine sopra. Se sei mai stato intervistato o ti è stata scattata una foto in un evento professionale, questa è la tua occasione per promuovere te stesso aggiungendo questi elementi visivi. Ma non fermarti qui: questa è l’area in cui puoi essere creativo quanto vuoi. Se ti mancano le idee, chiedi ai tuoi addetti al marketing creativo i modi in cui puoi aiutare a promuovere la tua azienda caricando elementi visivi sul tuo profilo. Anche caricare la tua presentazione aziendale standard fornirà almeno qualcosa da guardare ai tuoi spettatori e potrebbe anche offrirti vantaggi aziendali!

Da tenere sempre in considerazione quando si procede alla realizzazione ecommerce

14.) Renditi contattabile

Quanto sei contattabile? Se sei su LinkedIn alla ricerca di opportunità di business, devi assicurarti di essere facilmente contattabile. Se hai una connessione di 3° grado o superiore, molti non avranno il fastidio di inviare una presentazione ad alto rischio o acquistare un messaggio InMail per contattarti.

LinkedIn ti dà la possibilità di includere i tuoi dettagli di contatto, come un massimo di tre siti Web e un handle di Twitter, affinché chiunque possa vederli. C’è anche una sezione “Consigli per contattare [Nome]” in cui potresti includere il tuo indirizzo email e/o numero di telefono. Hai anche la possibilità di abbonarti a un piano a pagamento e unirti alla rete OpenLink, dando a coloro che non sono nella tua rete l’opportunità di inviarti un’e-mail senza dover pagare per questo. Non rendere difficile per coloro che vogliono mettersi in contatto con te a contattarti: se non possono contattarti facilmente, potrebbero semplicemente passare alla persona successiva!

15.) Unisciti a gruppi LinkedIn pertinenti

Perché dovrei menzionare l’adesione ai gruppi di LinkedIn come parte di un post sul blog sui profili professionali? Ha a che fare con la tua contattabilità: entrare a far parte dello stesso gruppo consente ad altri di contattarti utilizzando la funzione di messaggistica di gruppo . A quali gruppi di LinkedIn dovresti unirti? Non devi unirti al massimo di 100, ma almeno unirti ad alcuni gruppi legati al tuo settore, disciplina o posizione, per non parlare dei gruppi di ex studenti della tua università o anche dei precedenti luoghi di lavoro. Se non sei mai stato attivo nei gruppi prima, potresti essere sorpreso dalle opportunità di business che esistono all’interno dei gruppi di LinkedIn! Anche se non hai tempo per essere attivo, la visualizzazione di quei loghi di gruppo sul tuo profilo aumenta la tua contattabilità.

Potresti valutare di approfondire l’argomento presso la nostra agenzia seo

16.) Realizzazioni

aggiungi le sezioni linkedin al tuo profilo

Anche se questo potrebbe non essere applicabile a tutti, se si applica a te, dovresti sicuramente sfruttarlo. LinkedIn ti dà la possibilità di aggiungere una serie di elementi aggiuntivi al tuo profilo LinkedIn professionale chiamati “Risultati”, tra cui:

  • Pubblicazioni
  • Brevetti
  • Corsi
  • Progetti
  • Onori e Premi
  • Punteggi dei test
  • Le lingue
  • Organizzazioni

Se sono importanti per te o per il tuo marchio professionale, assicurati che facciano parte del tuo profilo professionale.

17.) Sei abbastanza connesso?

Il mio ultimo consiglio non è direttamente correlato alla compilazione del tuo profilo LinkedIn professionale, ma è molto legato al numero di persone che potrebbero trovarti e interagire con te su LinkedIn. Se non hai abbastanza connessioni, potresti semplicemente non apparire in tutte le ricerche di una connessione di 2° grado come dovresti . Dal punto di vista della rete in uscita, inoltre, non scoprirai molte delle connessioni nascoste che esistono intorno a noi che vengono scoperte solo quando 1) abbiamo un obiettivo specifico per cercare una persona e 2) abbiamo una rete solida.

Da leggere con attenzione anche per la realizzazione siti web milano

Altri suggerimenti da aggiungere a questa lista di controllo dei suggerimenti per il profilo professionale di LinkedIn?

Cerchi altri consigli su LinkedIn? Dai un’occhiata a questi altri post:

  • LinkedIn Premium ne vale la pena. Ecco perché.
  • I 15 migliori strumenti di LinkedIn per far crescere la tua attività nel 2022
  • Due semplici modi per disconnettere ed eliminare una connessione LinkedIn
  • I 10 modi migliori per ottenere più connessioni su LinkedIn
  • Chi sono gli influencer di LinkedIn e come diventarlo
  • Come scrivere una raccomandazione su LinkedIn che funziona in 5 passaggi
  • Account LinkedIn limitato? Ecco perché. Suggerimento: potresti essere stato troppo attivo su LinkedIn!
  • Cosa metto nel mio profilo LinkedIn se sono uno studente universitario?
  • 9 suggerimenti per aggiornare il tuo profilo LinkedIn con impatto in un’ora
  • Inviti LinkedIn: risposta a tutte le tue domande

Per tuo pratico riferimento, dai un’occhiata a questa infografica che ho creato con il mio partner di marketing MarketMeSuite sulla base di questo post del blog per aiutarti a imparare visivamente come creare al meglio un profilo LinkedIn professionale:

Foto dell’eroe di  Glenn Carstens-Peters  su Unsplash

Profilo professionale di LinkedIn

Qual è una buona biografia per LinkedIn?

Una buona biografia dovrebbe essere una breve introduzione che racconta il tuo background e la tua esperienza professionale. Può essere breve come 3-5 frasi. La tua biografia dovrebbe descrivere gli anni della tua esperienza, competenza e abilità. Fondamentalmente tutto ciò che riguarda la tua professione una breve introduzione di te stesso. Inoltre, non dimenticare di ottimizzare la tua biografia aggiungendo parole chiave pertinenti al tuo settore o nicchia.

Puoi avere maggiori informazioni sull’argomento contattando web agency milano

Come faccio a scrivere un buon profilo LinkedIn?

Ecco alcuni suggerimenti su come scrivere un buon profilo LinkedIn:

1. Componi un buon riassunto LinkedIn
2. Sfoggia la tua esperienza e abilità lavorative
3. Elenca tutte le possibili abilità e strumenti che i datori di lavoro potrebbero cercare per un candidato
4. Chiedi consigli e feedback dai tuoi precedenti datori di lavoro

Come dovrebbe essere il mio profilo LinkedIn?

Il tuo profilo LinkedIn dovrebbe assomigliare e avere quanto segue:

1. Foto del profilo
professionale 2. Professionista, nome reale
3. Titolo professionale
4. Biografia accattivante
5. Riepilogo professionale dettagliato
6. Il tuo set di competenze ed esperienze
7. Suggerimenti e organizzazioni che hai partecipato

Che cos’è l’esempio di riepilogo del profilo?

Riepilogo profilo LinkedIn è una casella di testo situata sotto il tuo nome e l’immagine del profilo. Ti dà l’opportunità di scrivere la tua presentazione personale a potenziali datori di lavoro in modo da poter mostrare loro cosa puoi offrire, abilità ed esperienze e altre storie di carriera rilevanti. Evidenzia i tuoi risultati che indicheranno al meglio i tuoi valori, obiettivi e ambizioni.

Come ti presenti su LinkedIn?

LinkedIn è un’ottima piattaforma per entrare in contatto con altre persone professionalmente anche se non vi siete incontrati personalmente. Tuttavia, presentarsi o ricevere un messaggio da uno sconosciuto può diventare imbarazzante. Per evitarlo, devi prima trovare una connessione che puoi condividere con l’altro utente. Rendilo personale, breve e diretto. Dichiara chiaramente le tue intenzioni di entrare in contatto con lui/lei e i valori o i modi in cui entrambe le parti ne trarranno vantaggio.

Web agency busto arsizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

info@vbmarketing.it

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.