strategia-social-media-
CategoriesSocial Media

Cercare di prevedere quali concetti di social media dovrebbero funzionare è complicato anche nei momenti più prevedibili. Il meglio che possiamo fare è guardare ciò che funziona oggi e sfruttare tutte le informazioni che possiamo ricavarne. Con questo in mente, ecco alcuni esempi di strategia sui social media di grandi e piccoli marchi che mettono in pratica alcuni grandi concetti, mostrandoci cosa dovrebbe funzionare oggi. Si spera che queste decisioni strategiche ti diano alcune idee su cosa ti aiuterà a ottenere il massimo dalle tue campagne social nei prossimi mesi.

Se hai dubbi sull’argomento non esitare a contattare la nostra agenzia marketing milano per ulteriori argomenti

1. La virtù dell’umorismo 

Fonte

Una delle tendenze più discusse nei social media è stata per anni l’asportazione di qualsiasi cosa anche solo lontanamente divertente dal modo in cui la stragrande maggioranza dei marchi invia messaggi al proprio pubblico di destinazione. 

Riceveremo un tweet su questa tendenza ogni pochi giorni da alcuni dei più grandi nomi del settore, Fast Company ha pubblicato un articolo su questo nel 2017 , ma in realtà non devi fare di tutto per notarlo tu stesso . Pensa ai messaggi di marketing a cui sei stato esposto nell’ultimo anno o giù di lì, anche sui social: quanti hanno cercato di essere divertenti? 

Non lasciarti ingannare; l’umorismo nel marketing è un argomento superbamente complesso, soprattutto durante una pandemia globale . La linea che i brand devono percorrere non è mai stata così sottile. Tuttavia, prendere una decisione strategica per rimuovere ogni accenno di divertente non è da prendere alla leggera. In effetti, andare controcorrente potrebbe essere proprio ciò di cui la tua strategia di social media marketing ha bisogno oggi.

Da considerare per la realizzazione siti web gallarate

Esempio #1 – Burger King Francia

Un ottimo esempio di umorismo nel marketing sui social media durante la pandemia è stato Burger King France, che ha condiviso una ricetta per il “Quarantine Whopper” quando sono iniziati i blocchi in tutto il mondo.

A prima vista, è solo un riconoscimento spiritoso ma appropriato della situazione da parte di un marchio globale. È più di questo, però. Per uno, mettendo ingredienti super croccanti e freschi, Burger King ha suggerito di usare altrettanto freschi quando preparano i loro hamburger e altri prodotti. Inoltre, devi ricordare che questo è successo durante i primissimi giorni della pandemia, quando i marchi di fast food non avevano ancora idea di come la pandemia li avrebbe influenzati a lungo termine. 

Da tenere sempre in considerazione quando si procede alla realizzazione ecommerce

Esempio #2 –  Oreo

Il noto marchio di biscotti Oreo è un altro ottimo esempio di azienda che include regolarmente umorismo nei propri social media. Con quasi un milione di follower su Twitter, il marchio si attiene principalmente a messaggi divertenti e umoristici, che li hanno aiutati molto bene a ottenere il coinvolgimento dei loro follower.

Oreo si impegna anche con altri marchi famosi sui social media in modo pieno di umorismo. Questa è una strategia intelligente ed efficace in quanto aumenta la portata e l’esposizione del marchio ad altri segmenti di pubblico. Nell’esempio sottostante Oreo, impegnato in una conversazione con il brand Steak-umm che ha generato una notevole quantità di Mi piace, commenti e retweet dai follower dei due brand.

Esempio #3 –  SparkNotes

Se qualcuno ti chiedesse di passare mille anni a nominare marchi che sarebbero davvero, davvero divertenti sui social, forse penseresti a SparkNotes nell’anno 999, se così fosse. Non è un marchio che penseresti sarebbe divertente o degno di nota. È solo lì; è lì da quando eri un bambino, e sarà lì quando i figli dei nostri figli avranno figli. 

Potresti valutare di approfondire l’argomento presso la nostra agenzia seo

Ebbene, a quanto pare, lo stanno uccidendo su Twitter, mescolando cultura popolare e classici con un tasso di successo incredibilmente alto. L’anno precedente, hanno aggiunto molta della disperazione della pandemia del 2020 al mix e funziona alla grande. Ecco uno screenshot perfettamente casuale del loro feed di novembre 2020:

È un concetto abbastanza semplice, sul marchio, e la cosa migliore è che funziona alla grande. Hanno oltre 330.000 follower su Twitter. Non male per i vecchi SparkNotes croccanti, giusto?

Ancora una volta, l’umorismo può essere difficile da realizzare a seconda del tuo marchio, ma non dovresti mai prendere una decisione assolutamente strategica per bandirlo completamente dai tuoi messaggi. Le persone avranno bisogno di una risata anche nel 2021 e usare l’umorismo nei tuoi social media può essere molto efficace se fatto bene.

Da leggere con attenzione anche per la realizzazione siti web milano

2. Marketing dell’influencer fatto bene

La pandemia globale di Covid-19 non è stata esattamente facile per gli influencer , molti dei quali hanno lottato per fare le loro cose, specialmente nelle nicchie dei viaggi e dello stile di vita che sono state colpite più duramente (comprensibilmente). Tuttavia, pensare che l’influencer marketing sia morto o addirittura in una grande crisi sarebbe una reazione esagerata. 

L’influencer marketing dovrebbe sempre far parte delle tue considerazioni sulla strategia dei social media, anche se decidi di non andare fino in fondo. Se lo fai, assicurati di non limitarti a farlo. Non pensare di poter semplicemente buttare soldi ad alcuni influencer che ritieni possano essere rilevanti per la tua nicchia. Questo perché essere efficaci nel marketing degli influencer è un duro lavoro. 

Puoi avere maggiori informazioni sull’argomento contattando web agency milano

Esempio #1 – Timex

La campagna di marketing dell’influencer #taketime di Timex di alcuni anni fa è diventata un classico per la sua semplicità e l’approccio barebone. Hanno contattato mille influencer millennial di una dozzina di paesi diversi, hanno fornito loro i loro orologi da polso analogici e poi hanno lasciato che facessero le loro cose. Il suo ritorno sull’investimento del 300% è ancora citato quando le persone parlano di campagne di influencer marketing.

Esempio #2 – Zoma

Spesso, il motivo principale per cui il marketing degli influencer non riesce a raggiungere l’obiettivo è che i marchi non sono del tutto sicuri di quale sia il miglior tipo di influencer giusto per loro. Prendi Zoma, per esempio, che è un marchio che vende materassi. Non ci sono esattamente influencer addormentati là fuori. Ma invece di rinunciare all’intera idea, sono andati con persone che hanno bisogno di un sonno buono ed ergonomico: atleti professionisti di alcune delle più grandi organizzazioni sportive nel loro mercato di riferimento.

La loro scelta di influencer ha chiaramente fatto loro così tanto bene che hanno una sezione sulla loro home page con le loro foto di “influencer sui materassi”. 

Da considerare per la realizzazione siti web legnano

Esempio #3 – Boohoo

Boohoo è un marchio che è stato praticamente costruito sull’influencer marketing che è stato per anni il punto fermo della loro strategia digitale. Nel solo 2018, secondo quanto riferito, hanno speso più di 80 milioni di sterline per l’influencer marketing, dimostrando che puoi davvero andare alla grande con questo tipo di esposizione. Più recentemente, hanno spinto il loro marchio BoohooMEN con una serie di influencer. Una cosa da notare nella loro strategia è che armeggiano costantemente con l’elenco degli influencer con cui lavorano. Puoi leggerlo qui , per esempio.

boohooMAN influencer marketing Tyla Yaweh

Come ogni altra cosa nel social media marketing, l’ influencer marketing richiede dedizione e molto armeggiare per avere ragione . Ma come hanno dimostrato gli esempi sopra, può essere la cosa migliore che accada alla tua strategia e al tuo marchio.

3. Coinvolgere la tua comunità

I contenuti generati dagli utenti dovrebbero essere sempre sul tavolo durante la creazione di una strategia per i social media e per una serie di motivi. Per uno, può essere una straordinaria prova sociale per il tuo marchio . È anche un ottimo modo per avere contenuti che non devi produrre tu stesso, il che è sempre un gradito vantaggio. Come scoprirai di seguito, ci sono più di alcuni modi in cui puoi utilizzare UGC come parte della tua strategia nel 2021.

Da valutare anche per la creazione siti e commerce

Esempio n. 1 – Amazon

Amazon è un marchio globale che non deve cercare troppo per le menzioni del marchio. Ciò che fanno particolarmente bene, tuttavia, è trovare contenuti generati dagli utenti che siano più che semplici menzioni. Dai un’occhiata a questo Tweet che hanno ripubblicato sul loro Instagram:


Fonte

È un commento unico sul processo di invecchiamento che menziona il loro marchio. Con un po’ di copia elegante e divertente, diventa un’ottima pubblicità per, ammettiamolo, un prodotto molto poco sexy: i calzini antiscivolo. 

Esempio n. 2 – Depop

Depop, un’app di social shopping P2P, ha reso i contenuti generati dagli utenti il ​​fulcro della loro presenza sui social sin dall’inizio e lo fanno ancora meglio della maggior parte degli altri. L’enorme quantità di UGC che condividono sui loro profili produce questo tipo di atmosfera FOMO in cui i loro fan sentono di dover controllare costantemente cosa stanno facendo gli altri fan di Depop. È quasi il loro mantra: non esistono troppi contenuti . 

Questo argomento è molto sfruttato dal consulente seo

Deepop ha effettivamente portato questo concetto di contenuto generato dagli utenti così lontano che le pagine dei loro prodotti sembrano effettivamente post organici di Instagram dei loro fan.

Esempio n. 3 – Bay Alarm Medical

Non devi essere un marchio globale leader o uno intrinsecamente sexy per beneficiare dei contenuti generati dagli utenti. Bay Alarm Medical ne è l’esempio perfetto, vendendo dispositivi di allarme medico per gli anziani. Il loro Instagram è pieno di storie e foto degli utenti e rappresenta una parte enorme del loro marchio. Il fatto che presentino queste testimonianze di Instagram in modo così prominente anche sulla loro home page parla di quanto siano stati efficaci per loro. 

Da non sottovalutare per la realizzazione sitiEsempio #4 – Made.com

Made ha reso (nessun gioco di parole) i contenuti generati dagli utenti la pietra angolare del loro profilo Instagram di grande successo (1,2 milioni di follower). Praticamente tutto il contenuto sul loro Instagram mostra i design dei loro clienti che usano i loro prodotti. 

Ottieni maggiori informazioni contattando la nostra web agency

Fonte

In questo modo, i potenziali clienti possono vedere i loro prodotti in contesti di vita reale, nelle case di persone reali. Inoltre, non sono mai a corto di nuovi contenuti. 

Non importa chi crea contenuti generati dagli utenti, che si tratti di celebrità, influencer, clienti o qualcuno del tutto casuale. Se il contenuto è in linea con la messaggistica del tuo marchio, puoi utilizzarlo con grande vantaggio.

4. Esecuzione di concorsi sui social media

I concorsi sui social media sono in qualche modo diffamati in questi giorni, con i detrattori che affermano che le persone si sono disinteressate e che non vengono coinvolte. In realtà, tuttavia, puoi comunque trarre grandi vantaggi da concorsi ben gestiti che si allineano al tuo marchio e forniscono valore ai tuoi clienti in cambio del loro coinvolgimento e della loro attività.

Web agency busto arsizio

Esempio #1 – Chipotle

Menziona i concorsi sui social media a qualcuno che segue il settore e Chipotle è probabilmente il primo nome che verrà in mente. Sono stati tra i primi grandi marchi a comprendere il potenziale di TikTok con le loro sfide divertenti che offrono loro centinaia di milioni di visualizzazioni. Questo è il tipo di visibilità del marchio che ottieni una volta nella vita se sei molto, molto fortunato. Non che la fortuna avesse qualcosa a che fare con questo. 

Esempio #2 – Accademia Reale

Quando parliamo di concorsi su Twitter, c’è un “marchio” che lo sta uccidendo da quando hanno convinto Adam Koszary a lasciare il suo concerto al Museum of English Rural Life e diventare il loro Social and Content Editor: la Royal Academy. Il concorso in corso #RAdailydoodle ottiene un impegno incredibile da parte della comunità ed è unico in quanto la Royal Academy non assegna nemmeno premi ai partecipanti. Le persone si stanno semplicemente divertendo.

Da tenere sempre presente anche per la realizzazione e commerce milano

Esempio #3 – Laboratori Trasparenti

Di solito, i concorsi sui social media durano al massimo alcuni giorni, ma la gente di Transparent Labs ha preso una strada diversa. Hanno lanciato un programma di fitness di 9 settimane, #TLKickstart, che insegna alla loro comunità che il fitness è più di un semplice sollevamento pesi. Inoltre, il programma li incoraggia ad adottare un approccio più olistico completando diverse sfide da una settimana all’altra. È una campagna completa con una pagina di destinazione dedicata, materiale aggiuntivo e collaborazione cross-brand. 

Ovviamente, non devi essere elaborato come Transparent Labs per far funzionare i tuoi concorsi. Qualcosa di semplice come una campagna commenta per vincere o tagga un amico può dare alla tua presenza sui social media la spinta di cui potrebbe aver bisogno. 

Se hai qualche domanda potresti valutare di contattare un nostro consulente seo milano

Parola di chiusura

Ci sono alcuni principi chiave che troverai dietro tutti questi esempi di strategie per i social media. Si riducono tutti a concetti di strategia di marketing abbastanza basilari:

  • Comprendi il tuo pubblico.
  • Conosci il tuo marchio.
  • Crea un buon messaggio.
  • Scegli con cura i tuoi canali.
  • Tieni traccia e adattati quando necessario.

È sempre una buona idea iniziare con le basi e poi progredire da lì.

Biografia dell’autore

Questo guest post è stato scritto da Natasha Lane. Natasha è una specialista in marketing digitale e scrittura di contenuti. Da oltre un decennio lavora e collabora con clienti privati ​​e aziende di tutte le dimensioni. Natasha è specializzata nella scrittura di marketing digitale, branding e produttività. Per vedere cosa sta facendo dopo, dai un’occhiata al suo sito web natashalane.io .

Foto di Nick Morrison su Unsplash

Se hai domande sull’argomento contatta la nostra agenzia web milano

Domande frequenti sugli esempi di strategia sui social media

Quali sono alcune strategie sui social media?

Ecco alcuni esempi di strategie sui social media:

1. Usare l’umorismo
2. Usare il marketing dell’influencer in modo corretto
3. Coinvolgere la tua community e i contenuti generati dagli utenti
4. Organizzare concorsi e omaggi sui social media

Come si scrive un brief sulla strategia dei social media?

Un brief sulla strategia per i social media dovrebbe sempre includere:

1. Obiettivi del
marchio 2. Voce del
marchio 3. Storia del marchio
4. Pubblico di destinazione
5. Allocazioni finanziarie
6. Progetti/campagne attuali sui social media
7. Risultati finali

Quali sono le cinque strategie di social media marketing più efficaci?

Le cinque strategie di social media marketing più efficaci sono:

1. Educare e dare sempre valore al tuo pubblico.
2. Crea contenuti vari.
3. Sfrutta la fedeltà dei clienti, le recensioni e i contenuti generati dagli utenti.
4. Concentrati sul miglior canale di social media che funziona per la tua strategia.
5. Entra in contatto con altri influencer nella tua nicchia.

Qual è la più potente strategia di social media marketing?

La più potente strategia di social media marketing è identificare il tuo pubblico di destinazione. Capire a chi sono destinati i prodotti ti aiuterà a determinare il tipo di contenuto che devi produrre. In questo modo, puoi fornire loro informazioni preziose e di alta qualità.

Qual è lo scopo di una strategia sui social media?

Lo scopo principale di una strategia sui social media è rafforzare la presenza e il coinvolgimento di un marchio sui social media. Include la massimizzazione di tutte le interazioni che il marchio riceve dal suo pubblico in questo modo, questi impegni possono potenzialmente essere trasformati in lead e vendite.

Web agency gallarate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

info@vbmarketing.it

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.