CategoriesMarketing SEO

Competenze chiave per una carriera nel marketing B2B

Competenze chiave per una carriera nel marketing B2B

I marketer B2B qualificati sono molto richiesti, ma le competenze critiche necessarie per operare come marketer competitivo cambiano continuamente. Uno studio di Monster ha rilevato che l’82% degli intervistati globali prevede di assumere nel 2021.

Con la crescente disponibilità di dati, i professionisti del marketing devono evolvere il modo in cui pianificano ed eseguono le campagne. Sebbene i dati forniscano nuove opportunità di approfondimento, possono anche complicare le funzioni di marketing. Le capacità di comunicazione, messaggistica e contenuto sono ancora vitali nel marketing, ma la tecnologia, i dati, l’analisi e l’interattività sono diventati pilastri del settore.

Competenze chiave per una carriera nel marketing B2B

Per coloro che cercano una nuova posizione nel marketing, cercano di entrare nel mercato o cercano di rimanere un attore competitivo, ecco sette abilità da apprendere e mantenere.

1. Analisi: capire cosa è efficace e cosa non lo è

Esistono più strumenti di dati e analisi che mai, ma ciò non rende necessariamente facile l’apprendimento dell’uso dell’analisi. Tra i nuovi strumenti di automazione del marketing e i CRM, può essere difficile stare al passo con tutte le tecnologie. Tuttavia, è fondamentale sapere quali sono gli elementi delle campagne di successo e come attribuire tale successo agli sforzi di marketing.

Uno studio dell’Economist Intelligence Unit (EIU) ha scoperto che più aziende sono alla ricerca di esperti di marketing con competenze sui dati: 

  • Il 32% ha affermato di aver bisogno di competenze nella generazione della domanda e nell’analisi dei dati 
  • Il 47% di coloro che ha affermato di utilizzare i dati in modo efficace e di voler assumere più specialisti dei dati. 

Lo studio suggerisce che quei dirigenti vedono un ROI sui loro sforzi sui dati, quindi vogliono continuare a investire di più nei dati per scopi di marketing.

I professionisti del marketing che desiderano migliorare le competenze sui dati dovrebbero concentrarsi sulla padronanza di alcuni strumenti che i clienti utilizzano maggiormente.

2. Strategia di scrittura e messaggistica: come comunicare le idee

La scrittura e la messaggistica faranno sempre parte del marketing. Contenuti e comunicazioni di qualità saranno difficili da automatizzare, quindi i professionisti del marketing che eccellono nella creazione di messaggi che risuonano con gli acquirenti saranno sempre richiesti. Comunicare alle persone giuste con i concetti giusti al momento giusto e nel forum giusto è fondamentale per il  successo del marketing B2B e nel nostro caso della seo agency.

Un sondaggio di McKinley Marketing Partners ha rilevato che tra le persone assunte per il marketing digitale, le competenze più richieste includevano la creazione e la cura dei contenuti (il 23% desiderava questa abilità) e la strategia dei contenuti (il 20% era assunto per questa abilità). Anche con tutti i progressi tecnologici nel marketing, non siamo al punto in cui la tecnologia può replicare elementi umani come comunicare efficacemente con gli acquirenti.

3. Generazione della domanda: come attirare lead qualificati da vari canali

Gli esperti di marketing dovrebbero sapere come condurre potenziali clienti qualificati a una pagina di destinazione o a una pagina specifica del marchio e guidarli nel completamento di un’azione particolare, che potrebbe includere la compilazione di un modulo, il download di un eBook, ecc. Lo studio EIU ha rilevato che il 32% dei dirigenti di marketing ha cercato candidati con competenze nella generazione della domanda e nell’analisi dei dati. Inoltre, lo studio McKinley Marketing Partners ha rilevato che il 16% dei marketer ha assunto esperti di lead generation nel marketing.

La generazione della domanda non è sempre facile, soprattutto per le aziende B2B in cui l’istruzione è fondamentale. Quei professionisti del marketing che si affidano all’utilizzo di messaggi efficaci nei canali di generazione della domanda appropriati troveranno successo.

4. Ottimizzazione del tasso di conversione (CRO): come convincere i potenziali clienti a convertirsi in lead e clienti

I professionisti del marketing possono aiutare a convertire i potenziali clienti nella canalizzazione di vendita con contenuti di qualità appropriati per dove si trova il lead nel percorso dell’acquirente. Lavorare con il team di vendita è fondamentale perché dispone di informazioni preziose che possono guidare una strategia di content marketing. Gli esperti di marketing possono trovare domande comuni poste nel processo di vendita per scoprire argomenti di contenuto che risuonano con gli acquirenti.

I marketer dovranno avere eccellenti capacità di test per capire cosa fa convertire un potenziale cliente e migliorare i tassi di conversione. Quei professionisti del marketing che possono testare le pagine di destinazione per migliorare i tassi di CRO hanno un solido set di competenze di marketing. 

5. Tecnologia di marketing: Google Analytics, automazione del marketing, strumenti di pubblicazione

Ora che ci sono più strumenti disponibili, i professionisti del marketing dovrebbero usarli. Capire quali sono gli strumenti più utili è il primo passo. Google Analytics è un inizio e la maggior parte dei professionisti del marketing dovrebbe già utilizzare questo strumento gratuito. Molte aziende investono in software di marketing come HubSpot per l’automazione e strumenti di pubblicazione per migliorare l’efficacia e il ROI delle campagne. Gli strumenti di automazione del marketing migliorano le campagne fornendo agli esperti di marketing una chiara comprensione del ROI delle campagne.

Alla domanda su dove desiderano sviluppare competenze, il 39% dei marketer ha risposto: “operazioni/tecnologie di marketing” (studio EIU), rivelando quanto sia preziosa questa abilità.

6. Ricerca e analisi: conoscere i mercati e la concorrenza

I migliori esperti di marketing conducono ricerche sia sul pubblico che sulla concorrenza per costruire campagne di successo. I marketer di successo hanno il 242% di probabilità in più di segnalare di condurre ricerche sul pubblico almeno una volta al trimestre. E il 56% dei marketer più d’élite del nostro studio conduce ricerche una o più volte al mese (CoSchedule).

Conoscendo a fondo il tuo pubblico, puoi creare una campagna altamente mirata con maggiori possibilità di successo rispetto a una senza alcuna ricerca. 

7. Strategia: proposte di valore, forze di mercato, prezzi e incentivi per la conversione

Un’altra abilità che i marketer vogliono imparare è la strategia e la pianificazione. Il 38% dei marketer ha notato che come abilità richiesta che desiderano migliorare (studio EIU). Una strategia di marketing dovrebbe includere proposte di valore, prezzi e incentivi per la conversione (o ciò che il potenziale cliente ottiene lungo la strada per spostarsi lungo la canalizzazione). Le campagne che delineano questo aspetto prima del lancio troveranno più successo e organizzazione e un team unificato che concorda sulle tattiche della campagna.

Con tutte queste competenze potreste pensare di lavorare in una seo agency Milano, oppure per una società come la nostra che si occupa di realizzazione siti web milano.

Uno dei tool di marketing che più consigliamo è UberSuggest. Un tool molto potente con tante guide all’interno per impararlo.

CategoriesMarketing SEO

Cos’è la SEO? La tua guida passo passo completa

Vuoi imparare tutto sulla SEO? Prima di insegnarti come funziona e come farlo, esaminiamo prima la definizione di SEO e poi ci addentreremo in come funziona la SEO.

che cos'è la seo

Che cos’è la SEO?

SEO sta per ottimizzazione per i motori di ricerca. La SEO è il processo di adozione di misure per aiutare un sito Web o un contenuto a posizionarsi più in alto su Google.

La differenza fondamentale tra SEO e pubblicità a pagamento è che la SEO implica un posizionamento “organico”, il che significa che non paghi per essere in quello spazio. Per renderlo un po’ più semplice, l’ottimizzazione per i motori di ricerca significa prendere un pezzo di contenuto online e ottimizzarlo in modo che i motori di ricerca come Google lo mostrino nella parte superiore della pagina quando qualcuno cerca qualcosa.

Guardate in questo modo. Quando qualcuno digita “lasagna vegana” su Google, probabilmente sta cercando una ricetta, ingredienti e istruzioni su come realizzarla. Se hai scritto un articolo su come preparare le lasagne vegane, vorresti che le persone trovassero la tua ricetta. Perché chiunque lo trovi, è necessario posizionarsi sopra tutti gli altri siti Web con ricette di lasagne vegane. Non è facile, ma questo è il marketing SEO. Fondamentale per procedere alla realizzazione siti web professionali.

Analizziamolo ulteriormente: la maggior parte delle ricerche online inizia con un motore di ricerca come Google. In effetti, il 75% di queste ricerche inizia su Google.

Per capire meglio come classificare i tuoi contenuti più in alto nei motori di ricerca, devi prima capire come funziona la ricerca.

L’obiettivo finale di questo articolo è aiutarti a capire i dettagli della ricerca in modo da poter ottimizzare i tuoi contenuti per posizionarti più in alto su Google e ottenere più occhi sui tuoi post.

Elementi fondamentali della SEO: SEO on-page e SEO off-page

Quando si tratta di SEO più ampio, ci sono due percorsi ugualmente importanti: SEO on-page e SEO off-page .

La SEO on-page riguarda la creazione di contenuti per migliorare il tuo posizionamento. Ciò si riduce all’incorporazione di parole chiave nelle pagine e nei contenuti, nella scrittura regolare di contenuti di alta qualità, nell’assicurarsi che i metatag e i titoli siano ricchi di parole chiave e ben scritti, tra gli altri fattori.

La SEO off-page è l’ottimizzazione che avviene fuori dal tuo sito web stesso, come il guadagno di backlink. Questa parte dell’equazione implica la costruzione di relazioni e la creazione di contenuti che le persone vogliono condividere. Sebbene richieda molto lavoro di gambe, è parte integrante del successo SEO. Chiaramente un buon bilanciamento è alla base di un consulente seo.

Strategie SEO: Black Hat vs. Cappello bianco

Ho sempre giocato al gioco imprenditoriale a lungo termine e credo che sia la strada da percorrere. Tuttavia, questo non è il caso di tutti. Alcune persone preferiscono prendere i guadagni rapidi e passare a qualcos’altro.

Quando si tratta di SEO, la ricerca di guadagni rapidi viene spesso definita ” seo black hat “. Le persone che implementano la SEO black hat tendono a utilizzare tattiche subdole come il riempimento di parole chiave e lo scraping dei link per posizionarsi rapidamente. Potrebbe funzionare a breve termine e ottenere un po’ di traffico sul tuo sito, ma dopo un po’ Google finisce per penalizzare e persino inserire nella lista nera il tuo sito in modo da non classificarti mai.

D’altra parte, la SEO white hat è il modo per costruire un business online sostenibile. Se fai SEO in questo modo, ti concentrerai sul tuo pubblico umano.

Cercherai di dare loro il miglior contenuto possibile e di renderlo facilmente accessibile giocando secondo le regole del motore di ricerca.

marketing seo - cappello nero contro cappello bianco

Questa immagine di Inbound Marketing Inc. fa un lavoro eccezionale di scomposizione, ma permettetemi di far luce su questi argomenti:

  • Contenuti duplicati: quando qualcuno cerca di classificare una determinata parola chiave, potrebbe duplicare il contenuto sul proprio sito per cercare di ottenere quella parola chiave nel testo più e più volte. Google penalizza i siti che lo fanno.
  • Testo invisibile e riempimento di parole chiave: anni fa, una strategia black hat consisteva nell’includere una tonnellata di parole chiave nella parte inferiore dei tuoi articoli, rendendole dello stesso colore dello sfondo. Questa strategia ti porterà nella lista nera molto rapidamente. Lo stesso vale per il riempimento di parole chiave a cui non appartengono.
  • Cloaking e reindirizzamento: quando si tratta di reindirizzamenti, esiste un modo giusto e uno sbagliato per farlo. Il modo sbagliato è acquistare un mucchio di domini ricchi di parole chiave e indirizzare tutto il traffico a un singolo sito.
  • Pratiche di collegamento scadenti: uscire e acquistare un pacchetto Fiverr che ti promette 5.000 collegamenti in 24 ore non è il modo giusto per creare collegamenti. Devi ottenere collegamenti da contenuti e siti pertinenti nella tua nicchia che hanno il proprio traffico.

Dal momento che Google penalizza i siti che fanno queste cose, mi sentirai solo parlare di white hat SEO.

Tuttavia, esiste una cosa come la SEO Grey Hat. Ciò significa che non è puro o innocente come il più bianco dei cappelli bianchi, ma non è così egregiamente manipolativo come possono essere le tecniche del cappello nero. Non stai cercando di ingannare nessuno o di ingannare intenzionalmente il sistema con il cappello grigio. Tuttavia, stai cercando di ottenere un netto vantaggio.

Vedi, gli standard di Google non sono così netti come vorrebbero farti credere. Molte volte, potrebbero anche dire cose contraddittorie. Ad esempio, Google ha affermato di non essere un fan del guest blogging per creare collegamenti.

Ora, che dire del guest blogging per far crescere il tuo marchio? E se lo facessi per aumentare la consapevolezza, generare traffico di alta qualità verso il tuo sito e diventare un nome familiare nel settore?

Nel mondo SEO, non è tanto importante cosa fai, ma come lo fai. Se stai acquistando guest post su siti che non hanno nulla a che fare con la tua nicchia e inviando spam a un sacco di link, verrai penalizzato. Se stai creando guest post unici che forniscono valore ai lettori su siti che sono rilevanti per te, starai bene e il succo del collegamento fluirà bene al tuo sito.

Nozioni di base sul marketing SEO: la ripartizione completa

Ora è il momento di imparare a fare marketing SEO. Capirlo è una cosa, ma la SEO richiede molta azione e tempo. Questo non è qualcosa che puoi cambiare oggi e aspettarti di vedere i risultati domani. La SEO intraprende azioni quotidiane con l’obiettivo del successo a lungo termine. Tutto questo in particolare se il vostro obiettivo è la creazione ecommerce.

 

Contenuto

Probabilmente l’avrai già sentito: “Il contenuto è re”. Bill Gates ha fatto questa previsione nel 1996 ed è vera come non mai oggi.

Come mai? Perchè nella nostra agenzia web teniamo sempre presente questo dato?

Perché un utente di Google è felice quando trova il risultato che meglio soddisfa le sue esigenze.

Quando cerchi su Google “maccheroni e formaggio fatti in casa facili e veloci”, Google mette tutta la sua energia nel fornirti quella che Google crede sia la migliore ricetta per mac e formaggio fatti in casa (che richiede poco tempo e utilizza pochi ingredienti) su tutto il Web.

Non cerca solo la ricetta più veloce, solo la ricetta più semplice, o butta fuori un mucchio di negozi online per cene surgelate. Cerca di darti esattamente quello che hai chiesto. Google cerca sempre di fornire la migliore esperienza possibile indirizzandoti ai migliori contenuti che riesce a trovare.

Ciò significa che il tuo lavoro numero uno per fare bene con la SEO è produrre ottimi contenuti.

È un peccato, giusto? Devi ancora fare un sacco di lavoro. La SEO non è diversa da qualsiasi altra abilità: i grandi risultati derivano da un grande sforzo. Proprio come il miglior marketing del mondo non ti aiuterà a vendere un prodotto scadente, la SEO super avanzata è inutile se non hai contenuti di qualità.

Elementi di contenuto

Ci sono un milione di elementi che contribuiscono alla creazione di contenuti di alta qualità; eccone alcuni dei miei più importanti:

Qualità

Una volta, pubblicare un contenuto con un mucchio di parole chiave era lo standard. Se stavi creando contenuti di qualità che risolvessero effettivamente il problema di qualcuno, eri uno che ne sapeva e questo rendeva facile il posizionamento. In quegli anni tramite la nostra web agency milano abbiamo posizionato decine e decine di siti solo scrivendo contenuti interessanti.

Oggi i contenuti sono molto migliori e molte aziende online hanno blog che usano per aggiungere valore al loro sito e posizionarsi più in alto su Google.

Trovare ottimi contenuti non è facile, ma la buona notizia è che non è sempre necessario creare i tuoi contenuti da zero. È possibile piggyback fuori di ciò che altri hanno creato, ma semplicemente aggiungere più valore e rendere il vostro pezzo di contenuti più approfondita.

La linea di fondo è che i tuoi contenuti devono risolvere un problema o fornire una soluzione a qualunque cosa porti il ​​lettore al tuo post. In caso contrario, faranno clic rapidamente lontano dalla tua pagina, dicendo a Google che il tuo contenuto non risolve il problema di nessuno.

intento

Google pone molta enfasi sull’intento. Vuole capire cosa sta cercando il ricercatore quando digita qualcosa nella barra di ricerca.

  • Vogliono sapere qualcosa?
  • Stanno cercando di comprare qualcosa?
  • Stanno guardando le vetrine?

Come creatore di contenuti, devi capirlo anche tu. Non puoi creare un contenuto sulle “migliori canne da pesca sul ghiaccio” e scegliere come parola chiave principale “pesca del basso”. Non ha senso perché le persone in genere non usano canne da pesca nel ghiaccio per pescare spigole al freddo. Pertanto, non stai fornendo la risposta giusta alla domanda e Google lo saprà.

Freschezza

I vari esperti hanno stabilito un punto di riferimento che mostra che la pubblicazione spesso aiuta con le classifiche di Google. Tuttavia, pubblicare nuovi contenuti è solo un modo per segnalare la freschezza di Google. Ci sono molte cose che puoi fare con i contenuti che hai già pubblicato per renderli più aggiornati .

Esaminare e aggiornare i tuoi contenuti per la precisione, correggere eventuali collegamenti interrotti e aggiornare i vecchi dati con nuove statistiche più pertinenti sono tutti modi per mostrare a Google che il tuo contenuto merita ancora un posto nella prima pagina.

4 suggerimenti per creare contenuti di qualità

Ecco i miei migliori consigli per creare i migliori contenuti che i lettori amano e che Google rispetta:

  1. Comprendi l’intento dell’utente: devi sapere cosa vuole ottenere il lettore quando arriva sulla tua pagina.
  2. Sviluppa un avatar del cliente: devi anche sapere chi è il tuo lettore , cosa gli piace, cosa non gli piace e perché è lì.
  3. Scomporre il testo: le persone hanno tempi di attenzione brevi e scrivere enormi pareti di testo non funziona più; devi spezzarlo con un sacco di intestazioni e immagini.
  4. Rendilo fruibile: non c’è niente di peggio che leggere un contenuto e non ottenere tutto ciò di cui hai bisogno per realizzare qualcosa. Il tuo contenuto dovrebbe essere completo, ma deve anche rispondere alla domanda “E adesso?” Il lettore avrà tutto ciò di cui ha bisogno quando avrà finito il tuo articolo?

Ricerca e selezione di parole chiave

Abbiamo appena accennato alla ricerca per parole chiave , che determina come chiami il tuo sito o come descrivi il tuo marchio online.

Le parole chiave determinano persino il modo in cui crei i link , compreso tutto, dalle tattiche che scegli a come prevedi di implementarle. Un altro errore comune che le persone fanno è fermarsi.

Forse ridisegnano il loro sito Web o escono con una nuova campagna di marketing. Lo fanno per una settimana o due, aggiornano le loro pagine e poi si fermano. Pensano che la ricerca per parole chiave sia una cosa fatta. In realtà, è l’esatto contrario. I migliori SEO effettuano costantemente ricerche di parole chiave.

La ricerca per parole chiave viene eseguita per diversi motivi, ma i due motivi principali sono il posizionamento su Google e la creazione di contenuti pertinenti. Le parole chiave possono spesso aprire la porta all’ispirazione dicendoti esattamente ciò che le persone vogliono sapere in base a ciò che stanno cercando.

Elementi di selezione delle parole chiave

C’è molto di più nella selezione delle parole chiave che passare attraverso lo strumento di ricerca delle parole chiave e scegliere ogni parola chiave nell’elenco. È necessario comprendere l’intento dietro la parola chiave e la sua competitività. Ecco gli elementi più importanti alla base della selezione delle parole chiave:

Scegliere le parole chiave giuste

Supponiamo che tu venda servizi di consulenza. Il tuo servizio potrebbe costare ai clienti $ 10.000 nel corso di un anno. Sono poco meno di mille dollari al mese, quindi non è fuori questione, ma è comunque abbastanza costoso.

Ora, se ti posizioni al primo posto per i “consigli gratuiti per la crescita del business”, indovina che tipo di pubblico attirerai ?

Porterai persone in cerca di cose gratis! Ciò significa che probabilmente non consegneranno la loro carta di credito nel momento in cui raggiungono il tuo sito. Quella parola chiave potrebbe inviare al tuo sito migliaia di persone ogni mese. Tuttavia, probabilmente è il pubblico sbagliato, quindi non ha senso classificarlo. Faresti meglio a scegliere una parola chiave diversa anche se ciò significa rinunciare a 990 visite al mese.

Pensaci: se solo una o due persone che leggono quel si convertono, sei già avanti. Questo non è l’unico errore comune che vedo, però. In effetti, questo prossimo è ancora più comune.

Analisi della concorrenza

Hai selezionato la parola chiave giusta fin dall’inizio. È contestualmente pertinente a ciò che fai e si allinea meglio a ciò che stai cercando di vendere. Qual è la prossima cosa che fai?

Apri uno strumento per le parole chiave come Ubersuggest per ottenere alcune idee per le parole chiave correlate. Naturalmente, inizi a gravitare verso quelli con il maggior numero di ricerche, ma ecco la cosa che ti manca: la tua capacità di classificare una parola chiave spesso dipende più dalla concorrenza con cui ti trovi.

Quando lo metti dentro, dici: “Wow! Guarda, riceve 35.000 ricerche al mese; questo è fantastico!” Quello di cui non ti rendi conto è che ci vorranno centinaia e centinaia di backlink e probabilmente anni anche solo per pensare al posizionamento in prima pagina come un nuovo sito.

Come mai?

La concorrenza è spietata. I siti si posizionano nella prima pagina in questo momento per quella parola chiave. Questi siti esistono da un po’ di tempo, hanno una solida reputazione e Google sa che forniscono informazioni di qualità. È così che si sono guadagnati il ​​posto. Non hai ancora guadagnato la fiducia di Google e ti servirebbe molto per superare la concorrenza.

Intento di ricerca

Google ci dice ripetutamente quanto sia importante l’intento di ricerca.

La maggior parte delle persone si concentra sulle parole chiave. Controintuitivamente, non è quello che vuoi fare. Invece di guardare cosa scrivono le persone, dovresti cercare di identificare cosa stanno cercando.

Questo è ciò a cui si riferisce ” intento di ricerca “. È la differenza tra ottenere un po’ di traffico e generare entrate reali.

Cominciamo con uno scenario di base per evidenziare la differenza. Possiedi un sito di lavoro facendo soldi convincendo le aziende a pubblicare annunci di lavoro sul tuo sito. Ciò significa che devi ottenere un buon posizionamento delle pagine di lavoro in modo che le persone vengano sul tuo sito anziché su Indeed o da qualche altra parte.

Più persone trovano lavoro tramite te, più verrai pagato. Guarda cosa succede con una parola chiave come “lavori di ingegneria”.

ricerca di lavoro di ingegneria per il marketing seo

I risultati sono dappertutto! Alcuni si riferiscono a ingegneri meccanici, mentre altri si concentrano su software o posizioni di livello base. L’intento dietro ogni ricerca è completamente diverso, che è ciò che devi individuare. Cosa sta cercando esattamente questo utente? A quale tipo di lavoro di ingegneria sono interessati?

Google ci aiuta a farlo abbinando l’intento di ricerca con la frase che l’utente digita nella barra di ricerca. Dal tuo punto di vista, ciò che conta è creare contenuti e scegliere parole chiave che corrispondano all’intento di ricerca dell’utente.

4 suggerimenti per la selezione delle migliori parole chiave

Ecco i miei suggerimenti per condurre la migliore ricerca e selezione di parole chiave:

  1. Usa gli strumenti per aiutarti: non puoi fare la migliore ricerca di parole chiave senza strumenti per aiutarti. Strumenti come Ubersuggest e Ahrefs forniscono informazioni sulla concorrenza e ti semplificano la vita.
  2. Comprendere la semantica: questo è un ottimo modo per conoscere il futuro della ricerca per parole chiave . A Google non interessa molto se inserisci la parola chiave esatta 15 volte; ciò che vuole corrispondere è l’intento. Se includi una parola chiave, è probabile che Google ne trovi altre 12 relative a quella. Non è necessario includere canna da pesca per basso, canne da pesca per basso, canne da pesca per basso e ogni permutazione. Google lo raccoglie per te se i tuoi contenuti sono buoni.
  3. Scopri l’intento: devi conoscere l’intento della parola chiave. Comprendi che c’è una grande differenza tra ciò che un acquirente digiterà su Google e ciò che un ricercatore inserirà in Google. Se il tuo contenuto risponde a una domanda, non vuoi un acquirente. Se i tuoi contenuti vendono qualcosa, non vuoi un ricercatore.
  4. Spiare i concorrenti: uno dei modi migliori per eseguire la ricerca per parole chiave è vedere cosa stanno facendo i tuoi concorrenti e seguire il loro esempio. Se qualcuno si classifica al primo posto per la parola chiave che desideri, accedi allo strumento di ricerca delle parole chiave , inserisci il suo URL e guarda quali parole chiave stanno utilizzando con il gap di parole chiave .

HTML

L’HTML del tuo sito è un pezzo importante del puzzle del marketing SEO. Senza tag, intestazioni e descrizioni adeguati, Google avrà difficoltà a capire di cosa tratta il tuo contenuto e perché dovrebbe classificarsi più in alto rispetto alla concorrenza.

Quando le persone leggono che l’ HTML fa parte della SEO , iniziano a spaventarsi, ma non c’è nulla di cui preoccuparsi. Non è necessario comprendere il codice e il processo di modifica dei tag e delle descrizioni è molto poco coinvolto. Per la maggior parte, cambiare l’HTML da una prospettiva SEO è semplice come copiare e incollare.

Elementi di HTML

Ora analizziamo alcuni dei fattori a cui prestare attenzione quando si tratta di HTML.

Tag del titolo

Una cosa che molte persone confondono è il tag title e il tag H1 . Si tratta di due titoli diversi e come tali vanno trattati. Il tag del titolo è ciò che viene visualizzato nella scheda nella parte superiore del browser e mostra quando la tua pagina viene visualizzata su Google. Questa è l’intestazione più importante nella ricerca e ha un colore blu o viola che risalta. Vuoi usare questa sezione con saggezza includendo la tua parola chiave principale e rendendo l’intestazione allettante in modo che gli utenti vogliano fare clic.

Meta Description

La meta descrizione è l’area sottostante. Qui è dove hai la possibilità di dire al ricercatore di cosa tratta il contenuto. È importante ottimizzare questa sezione per parole chiave e non supera i 160 caratteri. Vuoi che venga visualizzato correttamente su entrambi gli schermi mobili e desktop.

esempio di meta descrizioni per il marketing seo

Schema

Schema è il risultato della collaborazione di diversi motori di ricerca. Fondamentalmente è solo un sottoinsieme di tag HTML specifici che migliora il modo in cui le SERP visualizzano i tuoi contenuti.

Ad esempio, l’autore dell’esempio sopra con Bitcoin ha utilizzato uno schema per creare il rating visualizzato da Google nella SERP. È un fattore piuttosto piccolo ma sicuramente una buona pratica.

Quando hai finito di aggiungere il tuo schema , non dimenticare di testare la tua pagina per assicurarti che tutto funzioni senza intoppi.

Sottotitoli

Un esempio di sottotitolo sarebbe il tuo H1. Questo è il titolo del tuo articolo e viene visualizzato in alto. Anche se potrebbe sembrare solo una sequenza di parole, è importante perché è il tuo H1. È la tua intestazione principale.

Questa intestazione indica a Google di cosa tratta l’articolo o il contenuto. È anche la tua opportunità per attirare i lettori quando arrivano per la prima volta sulla pagina. Vuoi utilizzare la tua parola chiave principale nel tuo H1, ma non vuoi riempire le parole chiave.

Mi piace anche pensare al mio H1 come a un invito a qualcuno sulla pagina. Non dovrebbe essere transazionale o invadente. Vuoi invogliare i lettori a continuare la pagina con il tuo H1.

Testo alternativo

Il testo alternativo descrive un’immagine nel tuo articolo. Tutti i contenuti ce l’hanno, ma molte persone non ne fanno uso. Il punto del testo alternativo è che i motori di ricerca possono descrivere verbalmente l’immagine a persone ipovedenti. Quando scrivi il testo alternativo, vuoi che scomponga correttamente l’immagine, ma puoi anche usarli per inserire parole chiave.

Lumaca URL

Tornando di nuovo a questa immagine, vedrai che il riquadro è intorno alla frase “cos’è il content marketing”. Questo è l’ URL slug , che è la parte dell’URL che dice a Google di cosa tratta il contenuto. Queste sono anche aree importanti per inserire la parola chiave più importante.

4 suggerimenti per apportare i giusti miglioramenti all’HTML

Ecco i miei suggerimenti più importanti da tenere a mente quando apporti miglioramenti HTML al tuo sito:

  1. Usa gli strumenti per aiutarti: continuo a dirlo, ma è così importante. I vari strumenti di marketing SEO disponibili valgono l’investimento perché ti aiuteranno a identificare i problemi HTML con il tuo sito. Ad esempio, Ahrefs ti dice se un sito ha tag title duplicati o quanti articoli mancano delle meta descrizioni.
  2. Piggyback sulla concorrenza: rubare è un male, ma non lo è usare i tuoi concorrenti di alto livello per l’ispirazione. Se stai lottando per capire cosa dovresti usare per il tag del titolo o la meta descrizione, guarda cosa sta facendo la concorrenza.
  3. Non riempire mai le parole chiave: non c’è niente di peggio di una meta descrizione piena di parole chiave che si legge in modo orribile. Google se ne accorgerà e potrebbe persino penalizzarti se lo fai abbastanza.
  4. Non dimenticare le intestazioni H2, H3 e H4: abbiamo parlato delle intestazioni H1, ma non dimenticare il resto. Questi sono tutti luoghi importanti in cui dovresti avere le tue parole chiave principali per aiutare a dire a Google su quale argomento si concentra il tuo articolo.

Architettura del sito

Una buona architettura del sito Web porta a un’ottima esperienza utente, che è importante per il marketing SEO. Si concentra su cose come tempi di caricamento rapidi, una connessione sicura e un design ottimizzato per i dispositivi mobili.

Idealmente, mapperai l’architettura del tuo sito prima ancora di acquistare il dominio. Ciò ti consente di entrare davvero nella testa del tuo utente e di decodificare la tua strada verso una grande esperienza utente (UX).

ConversionXL ha un’ottima guida su come assicurarsi che la tua UX sia efficace. Devi anche ottimizzare alcune cose per un’ottima “esperienza sui motori di ricerca”. Più il tuo sito web è accessibile a Google, migliore sarà il ranking.

Elementi di architettura del sito

Se hai difficoltà a comprendere l’architettura del sito, le sezioni seguenti dovrebbero chiarirti.

Facile da scansionare

Vedrai che la parola “strisciare” è usata molto. Ciò significa che Google sta esaminando il tuo sito per cercare di capire di cosa si tratta. Google identifica le parole chiave importanti, diagnostica i problemi sul sito e utilizza questi fattori per determinare il tuo posizionamento.

A seconda di quanto bene possono indicizzare tutte le pagine del tuo sito, sarà più probabile che riportino un buon risultato. Più spessa è la rete di collegamenti tra le pagine del tuo sito, più facile sarà per gli spider raggiungerle tutte, dando al motore di ricerca una migliore comprensione del tuo sito.

Puoi semplificare questo lavoro per Google creando una mappa del sito con un semplice plug-in se sei su WordPress o utilizzando un generatore di mappe del sito XML online.

Il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di rendere il sito il più facile da scansionare possibile. Se Google ha difficoltà a capire il tuo sito, avrai difficoltà a classificare perché l’intelligenza artificiale non riprenderà tutte le parole chiave che stai utilizzando.

Contenuto duplicato

Ci sono molti miti sui contenuti duplicati e su come danneggiano le tue classifiche. Molte persone presumono erroneamente che tutto sulla tua pagina dovrebbe essere originale, ma il fatto è che i motori di ricerca non penalizzano i siti Web per i contenuti duplicati.

Ripubblicare i tuoi contenuti su altri siti Web o pubblicare nuovamente i post degli ospiti sul tuo sito non danneggia il tuo SEO a meno che tu non lo faccia nel modo sbagliato (spam).

Ad esempio, se ripubblichi esattamente lo stesso contenuto su un grande punto vendita come Medium, potrebbe danneggiare le tue classifiche perché Google indicizza prima il tuo articolo Medium poiché si trova sul dominio più autorevole. Questo viene spesso definito un problema di “canonicalizzazione” e potrebbe già verificarsi sul tuo sito senza che te ne accorga.

I problemi canonici si verificano quando uno o più URL sul tuo sito visualizzano contenuti simili o duplicati.

In realtà, ci sono molti contenuti duplicati su Internet. Una situazione in cui si imbattono molti proprietari di siti è avere contenuti duplicati che appaiono su una barra laterale. Se pubblichi un articolo del blog sul tuo sito e hai un’introduzione nella barra laterale, Google potrebbe considerare quel contenuto duplicato.

Ci sono anche istanze di contenuto duplicato su due domini diversi. La syndication dei contenuti ne è un esempio. La syndication è quando il contenuto originale viene ripubblicato da qualche altra parte. Finché questo viene fatto con il permesso, Google non ti penalizzerà per questo.

Compatibilità con i dispositivi mobili

Conosciamo prima gli indici di Google per dispositivi mobili. Ciò significa che dobbiamo creare un sito che funzioni bene sui dispositivi mobili perché questo sarà il fattore decisivo più importante quando Google determinerà quanto sia facile eseguire la scansione del tuo sito.

Se accedi alla tua Google Search Console, troverai molte informazioni su ciò che Google pensa del tuo sito.

Marketing SEO - console di ricerca di google

Dando un’occhiata all’immagine sopra, vedrai che questo sito ha un problema per l’usabilità mobile. Se riscontri problemi come questo nella tua Google Search Console, ti consigliamo di risolverli immediatamente.

Velocità pagina

Con l’implementazione di Core Web Vitals , Google pone molta enfasi sulla velocità e sull’usabilità della pagina. Se il tuo sito si carica troppo lentamente o alcuni elementi si caricano lentamente, Google potrebbe penalizzarti o rendere più difficile per te superare la concorrenza.

Ancora una volta, Google Search Console ti fornirà queste informazioni in modo da non dover cercare uno strumento per dirti qual è la velocità della tua pagina.

HTTPS e SSL

Sicurezza e protezione sono i fattori di ranking importanti. Se Google pensa che il tuo sito sia spam o impreciso, non ti darà una classifica in prima pagina.

Un modo in cui ha aiutato a filtrare il bene dal male è attraverso i certificati SSL e HTTPS. È semplice configurarli e può darti il ​​piccolo lucchetto accanto al tuo URL e HTTPS prima della stringa dell’URL. Questo è un importante segnale di fiducia e, sebbene non fornisca così tanto succo SEO, è una best practice che andrà a beneficio dei tuoi obiettivi a lungo termine.

3 suggerimenti per migliorare l’architettura del tuo sito

Ci sono tre fattori importanti da tenere a mente quando migliori l’architettura del tuo sito. Guarda.

1. Assicurati di comprendere Core Web Vitals: il pezzo più importante del puzzle è Core Web Vitals. Devi capire cosa sono, come influenzano le tue classifiche e cosa puoi fare al riguardo. Leggi di più e assicurati di fare tutte le mosse giuste sul tuo sito.

2. Ottieni una mappa del sito: usa qualcosa come il plug-in per la mappa del sito di WordPress se hai un sito esteso. Un ottimo esempio di questo è per un sito web immobiliare. Siti come questo sono enormi perché hanno migliaia di pagine per tutti i loro annunci immobiliari. A peggiorare le cose, le pagine cambiano continuamente man mano che le case vengono acquistate e vendute. Ottenere una mappa del sito aiuterebbe il sito immobiliare a posizionarsi per ogni indirizzo, aumentando notevolmente il numero di parole chiave per cui si classifica, il loro traffico e la loro autorità di dominio.

3. Risolvere i problemi di canonicalizzazione: la funzione che causa la duplicazione dei contenuti è spesso incorporata nel sito, ma ci sono modi per risolvere problemi di canonicalizzazione come questi. La soluzione esatta dipende da cosa sta causando il problema originale. Potrebbe essere semplice come rimuovere una riga di codice o complicato come ristrutturare l’intero sito per evitare contenuti duplicati.

Anche se Google Search Console o un altro strumento dice che hai migliaia di errori di contenuto duplicato, in realtà hai solo una grande causa principale.

Se disponi di più versioni della stessa pagina, il tag canonico può aiutarti a specificare quale contenuto è l’originale. Tutto quello che devi fare è inserire una singola riga di codice che fa riferimento all’URL della pagina originale,

Fortunatamente, plugin come Yoast SEO lo rendono semplice. Puoi impostare la pagina predefinita o la versione del post come canonica in modo che aggiunga sempre questa riga per impostazione predefinita. In alternativa, puoi specificarlo manualmente nelle opzioni delle impostazioni avanzate per ogni pagina o post:

reindirizzamenti rapidi dei post della pagina in wordpress per il marketing seo

Un altro suggerimento di WordPress per risparmiare tempo è utilizzare il plug-in Quick Page/Post Redirects. Questo è utile se hai avuto vecchie pagine che si sono trasformate in nuove, che spesso lasciano dietro di sé un’ondata di collegamenti interrotti. Installa il plug-in e puoi aggiungere i vecchi URL in blocco e quindi la nuova versione di ogni pagina.

Usa questo con il plug-in Broken Link Checker per vedere quali URL devi reindirizzare.

opzioni di collegamento interrotto in blocco per il marketing seo

La maggior parte degli strumenti incentrati sulla SEO esegue anche la scansione del tuo sito come i motori di ricerca per verificare questi problemi comuni.

Contenuti duplicati e collegamenti interrotti (o errori 404) sono i due errori di scansione più comuni che affliggono la maggior parte dei siti web.

contenuto duplicato ed errori di collegamento interrotto per il marketing seo

Se non utilizzi un sistema di gestione dei contenuti come WordPress, dovrai modificare il file .htaccess del tuo sito per includere i reindirizzamenti 301. Consiglio vivamente di informarsi sui reindirizzamenti 301 e di ottenere un aiuto professionale in questo caso.

Fiducia

PageRank , la famosa formula inventata dai fondatori di Google, non è certamente l’unica misura che prendono quando classificano le pagine nei primi dieci risultati di ricerca.

La fiducia sta diventando sempre più importante e la maggior parte dei recenti aggiornamenti di Google ha colpito siti Web contenenti spam e oscuri. TrustRank è un modo per Google di vedere se il tuo sito è legittimo o meno. Ad esempio, se sembri un grande marchio, è probabile che Google si fidi di te. Anche i backlink di qualità da siti autorevoli (come i domini .edu o .gov) aiutano.

Elementi di fiducia sul tuo sito

Ora, ci sono tre parti per costruire la fiducia: autorità, frequenza di rimbalzo ed età del dominio.

Autorità

Google determina l’autorità complessiva del tuo sito tramite una combinazione di due tipi di autorità che puoi creare:

  • Autorità di dominio , che ha a che fare con la diffusione del tuo nome di dominio. Coca-cola.com è molto autorevole, ad esempio, perché tutti ne hanno sentito parlare.
  • Autorità della pagina , che si riferisce a quanto è autorevole il contenuto di una singola pagina (ad esempio, un post di un blog).

Puoi utilizzare questo strumento per verificare la tua autorità su una scala da 1 a 100.

Altre due metriche di autorità popolari sono i numeri di autorità di dominio e pagina di Moz.

Anche Moz basa questo punteggio su 100, ma è una scala ponderata.

Ciò significa che è relativamente facile passare da 0-20. Tuttavia, qualsiasi valore superiore a 50-60 è piuttosto alto e 80-90 è spesso il più alto in un particolare settore.

Frequenza di rimbalzo

La tua frequenza di rimbalzo è semplicemente una misura di quante persone visualizzano solo una pagina del tuo sito prima di uscire immediatamente di nuovo.

Il contenuto, i tempi di caricamento, l’usabilità e l’attrazione dei lettori giusti fanno tutti parte della riduzione della frequenza di rimbalzo . La matematica è semplice: i lettori giusti trascorreranno più tempo su un sito che si carica velocemente, ha un bell’aspetto e ha ottimi contenuti.

Il video è un altro ottimo modo per farlo, ma hai bisogno che i tuoi contenuti video si distinguano e vengano consegnati. Ancora più importante, i tuoi contenuti devono fornire ciò che il lettore si aspetta. Hanno bisogno di atterrare sulla tua pagina e ottenere esattamente ciò che volevano il prima possibile. Se riesci a farlo, la maggior parte delle persone rimarrà sul sito abbastanza a lungo, il che dirà a Google che il tuo sito è rilevante per l’argomento.

Età del dominio

A volte la persona più rispettata nella stanza è la più anziana, giusto? Lo stesso vale per Internet. Se un sito web è in circolazione da un po’ di tempo, producendo contenuti coerenti e facendolo in un modo che sia gradito ai motori di ricerca, si classificherà più in alto di un nuovo sito, qualunque cosa accada.

3 consigli per costruire più fiducia

Ecco alcuni dei miei migliori consigli per aiutarti a creare più fiducia nel tuo sito:

  1. Sii paziente: la fiducia non è qualcosa che accade dall’oggi al domani. A volte, devi solo essere paziente e capire che Google non ha fretta di eseguire la scansione del tuo sito. Un modo per convincerli a farlo prima è apportare lievi modifiche al sito e richiedere l’indicizzazione in Google Search Console. Questo spingerà Google ad agire, ma ancora non garantisce nulla.
  2. Comprendi l’intento: una parte importante del marketing SEO è capire cosa vogliono gli utenti, non cosa vuoi che vogliano. Quando qualcuno cerca qualcosa su Google, sta cercando di realizzare qualcosa. Se fornisci quella soluzione, assicurati di fornire l’intera soluzione; in caso contrario, arriveranno al tuo sito, si renderanno conto che non è abbastanza buono e andranno avanti.
  3. Dai loro quello che vogliono: un ottimo consiglio per impedire agli utenti di rimbalzare è dare loro quello che vogliono non appena arrivano sul tuo sito. La maggior parte delle persone non sta cercando di leggere un intero articolo, ma vuole una risposta, e prima gliela dai, meglio è.

Link

L’importanza di un solido profilo di collegamento varia da esperto a esperto. Credo ancora che i link siano uno dei fattori di ranking più importanti che Google ha per te.

Un problema che hanno molti SEO è che non capiscono come farlo nel modo giusto. Se usi la tattica sbagliata, ti prepari al fallimento fin dall’inizio. Se scegli di adottare la strategia a lungo termine e costruire collegamenti nel modo giusto, potrebbe volerci un po’ più di tempo, ma ti ringrazierai lungo la strada.

Elementi di Link Building

Ecco i fattori più importanti da considerare quando crei i link per il tuo sito:

Qualità del collegamento

Sebbene i collegamenti non siano tutto, quando si guardano i collegamenti, la loro qualità è tutto . Conta molto più del numero di link che hai. Costruire backlink di qualità significa raggiungere le fonti giuste e offrire valore in cambio di un collegamento solido. Esistono molti modi per creare collegamenti nel modo giusto, quindi Google paga chi lo fa correttamente.

La maggior parte delle persone guarda solo il numero totale di link, ma questo è un grosso errore per alcuni motivi:

  • I motori di ricerca potrebbero ignorare la stragrande maggioranza dei link se sono di bassa qualità o contengono spam.
  • I link da siti nuovi di zecca valgono più dei link ripetuti da siti esistenti.
  • I link da altri siti web valgono più di un mucchio di link dal tuo sito (da una pagina all’altra).

Come si identifica un collegamento cattivo da un collegamento buono?

Google si aspetta che i link che ottieni che puntano al tuo sito siano pertinenti. Andare su Fiverr e acquistare un concerto che offre 10.000 collegamenti per $ 100 non produrrà i risultati che ti aspetti. Saranno link di profilo schifosi su cose come Myspace e Soundcloud, che probabilmente non sono rilevanti per la tua nicchia.

Un’altra cosa che Google cerca per i siti che fanno pagare per i link. Puoi fare una rapida ricerca “sito: scrivi per noi” e potrebbe portare a risultati simili a questo.

esempi di opportunità di pubblicazione di ospiti spam per il marketing seo

Alcuni di questi siti potrebbero addebitarti un costo per un guest post sul loro sito in cambio di un link. A Google non piace questo perché diventa facile per chi ha una grande banca ingannare il sistema.

L’obiettivo del link building è per Google premiare coloro che forniscono valore in cambio di un link. Vuoi scrivere un guest post su un sito con persone interessate alla tua esperienza.

Anche il sito per cui scegli di scrivere un guest post dovrebbe avere un traffico proprio. Quando il sito ha traffico, questo fluirà più succo di collegamento nella tua direzione poiché le persone stanno effettivamente vedendo ciò che stai contribuendo.

Testo di ancoraggio

Il testo di ancoraggio è il testo utilizzato sotto il collegamento. L’obiettivo è che il testo appaia nel modo più naturale possibile nell’articolo. Vuoi avere una varietà di diversi tipi di testo di ancoraggio perché ognuno ha il proprio posto nel regno SEO.

L’unica cosa che non vuoi fare è avere un mucchio di testo che dice “fai clic qui” che punta al tuo sito. Invece, se hai scritto un articolo sulle aiuole rialzate e stai cercando di ottenere un collegamento ad esso, potresti volere che il testo di ancoraggio con un collegamento su di esso dica effettivamente “aiuole rialzate”. In questo modo puoi dire a Google di più su cosa accadrà quando qualcuno fa clic.

Numero di link

Infine, anche il numero di collegamenti totali di cui disponi è importante e devi creare backlink di alta qualità su larga scala nel tempo.

Ne abbiamo già parlato, ma vale la pena ripeterlo: non sono solo i collegamenti totali che cerchi. Alla fine della giornata, il sito con i collegamenti più di alta qualità avrà solitamente un vantaggio migliore. Tuttavia, dipende anche dalle pagine a cui stai ricevendo i link. I link alla tua home page sono buoni, ma la maggior parte dei link naturali non sarà verso una home page a meno che non menzionino specificamente il tuo marchio.

Quello che trovi spesso è che le persone si collegano a pagine o post sul tuo sito. Se possibile, assicurati che le fonti giuste si colleghino alle pagine giuste. Quello che non vuoi è che la tua politica sulla privacy sia la tua pagina più collegata. Non c’è niente da comprare da quella pagina! I visitatori non possono darti le loro informazioni o iscriversi o acquistare.

Questo è il primo errore.

Il secondo non è considerare come e da dove provengono quei collegamenti. Una delle funzionalità più popolari di Crazy Egg è la mappa di calore , che aiuta le persone a individuare quali elementi del sito stanno aiutando le conversioni e quali distraggono le persone dalla conversione. Se stai cercando di ottenere collegamenti a questa pagina, desideri ottenere collegamenti da pagine di destinazione o fonti correlate alla conversione.

Ciò potrebbe cambiare per altre pagine di funzionalità come Registrazioni . Qui, un collegamento relativo al design non avrebbe molto senso. Non è così contestualmente rilevante. Tuttavia, se la pagina o il post parlassero di usabilità o design dell’interfaccia, sarebbe una scelta decente.

La fonte di qualità dei link che ottieni è importante, ma anche il luogo a cui si collegano.

3 suggerimenti per migliorare il tuo profilo di collegamento

Ora lascia che ti fornisca alcuni passaggi attuabili che puoi adottare per migliorare il tuo profilo di collegamento e assicurarti di ottenere il massimo dai tuoi sforzi.

  1. Non prendere scorciatoie: non ci sono scorciatoie nel link building; devi prenderti il ​​tempo e costruirli nel modo giusto. Ciò implica avere conversazioni con le persone, presentare te stesso e dire loro come puoi fornire valore al loro sito. Cerca opportunità di link non funzionanti , trova siti pertinenti per la tua nicchia e pubblicali tramite e-mail o social media.
  2. Rimuovi link pericolosi: Google ha qualcosa chiamato lo strumento di rinnegamento che ti consente di rimuovere i link che potrebbero danneggiare la tua capacità di classificare. Ti consigliamo di utilizzare questo strumento con attenzione perché rinnegare una tonnellata di collegamenti potrebbe effettivamente danneggiare il tuo sito. Rimuovere i link che non sono più rilevanti o che potrebbero essere apparsi accidentalmente sul tuo profilo può aiutarti a ripulire il tuo profilo di link.
  3. Non dimenticare il collegamento interno : anche il collegamento interno è un pezzo importante del puzzle; non dovremmo preoccuparci solo dei collegamenti esterni. Naturalmente, i collegamenti esterni sono importanti, ma la creazione di una rete di argomenti all’interno della stessa nicchia aiuta Google a eseguire la scansione del tuo sito. Google presta molta attenzione all’intento di ricerca e alla completezza complessiva di un contenuto. Se riesci a risolvere i problemi di tutti in un unico posto con un gruppo di articoli che trattano un argomento dall’inizio alla fine, Google ti ricompenserà.

Personale

La prossima categoria di SEO off-page a cui vale la pena dare un’occhiata è quella dei fattori personali. Sto parlando di dati demografici e posizione. Questi fattori influiscono automaticamente sul modo in cui qualcuno risponde ai tuoi contenuti, ma anche i tuoi sforzi SEO si comportano in modo diverso da un’area del globo all’altra.

Sebbene la maggior parte di questi sia fuori dal tuo controllo, puoi fare alcune cose per aumentare le tue possibilità di raggiungere un determinato pubblico. Non esiste un’opzione “taglia unica” quando si tratta di fattori SEO personali.

Elementi di fattori SEO personali

Ecco i principali fattori che incidono sulla SEO personale:

Nazione

Tutti gli utenti che effettuano ricerche visualizzano risultati pertinenti al Paese in cui si trovano. Gli orari di apertura dei negozi e dei ristoranti consigliati vengono visualizzati in base al tuo fuso orario.

I motori di ricerca interpretano le parole in modo diverso. Qualcuno che cerca “consolatore” negli Stati Uniti vedrà coperte per il proprio letto, mentre qualcuno nel Regno Unito potrebbe vedere ciucci perché questo è ciò che il termine significa lì. Un modo per dire a Google che desideri scegliere come target determinati paesi è, ovviamente, includerli come parole chiave.

Tuttavia, prima chiediti se vale la pena diventare multinazionale. Ci sono diversi livelli di concorrenza da paese a paese. Ricordi come la selezione delle parole chiave dipende in gran parte dalla concorrenza già classificata? Bene, Google Canada avrà risultati diversi da Google Brasile. Ogni paese potrebbe avere diversi livelli di difficoltà. Un sito multilingue non solo espone le tue informazioni a più persone nella loro lingua madre, ma potrebbe anche aiutarti a classificarti più facilmente in altri luoghi.

La creazione di contenuti multilingue è una delle “vincite rapide” più facili che abbia mai visto. Tuttavia, tirarlo fuori non è facile. La maggior parte dei plugin di traduzione del web non sono molto buoni. Molti promettono di tradurre automaticamente i tuoi contenuti in quasi tutte le lingue, ma il risultato finale non è naturale.

Personalmente, preferirei pagare un po’ di più per avere persone madrelingua che aiutano a tradurre il contenuto. La qualità e la precisione aumentano, il che significa che le persone restano più a lungo e i dati sull’utilizzo del mio sito e le classifiche aumentano.

Città

Il targeting geografico va ancora oltre, fino al livello della città. Ecco perché di solito vedi risultati da tutto il quartiere quando cerchi una catena di fast food. Usare i nomi delle città come parole chiave aiuta, ma non chiuderti in un angolo, o finirai per sembrare solo un’autorità locale.

Detto questo, se sei un’autorità locale e la tua attività si occupa principalmente dell’area locale, vuoi capitalizzare su questo con un ottimo SEO locale .

3 consigli per migliorare i fattori personali

Ho tre semplici consigli per aiutarti a migliorare i fattori personali che incidono sulla tua SEO:

  1. Comprendi l’ avatar del tuo cliente : solo tu puoi capire chi è il tuo cliente e, se non hai una persona del tuo cliente ideale, questo è il primo passo verso la SEO personale. Cosa vuole il tuo cliente? Perché ti stanno cercando? Cosa si aspettano quando arrivano sul tuo sito? Se rispondi correttamente a queste domande, dovresti essere in grado di dare al cliente esattamente ciò che si aspetta. Quando lo fai, Google ti premia perché le persone trascorrono più tempo sul tuo sito e interagiscono con gli elementi del sito.
  2. Produci contenuti multilingue: avere contenuti in diverse lingue non è così difficile come pensi. Stai abbattendo così tante barriere quando lo fai, consentendo alle persone che non sono di madrelingua inglese di assorbire qualsiasi valore offri.
  3. Parole chiave di ricerca in altri paesi: quasi tutti gli strumenti di ricerca di parole chiave consentono di condurre ricerche per altri paesi. Se ti rivolgi a persone al di fuori del tuo paese natale, devi eseguire la ricerca delle parole chiave giuste per raggiungere quelle persone.

Sociale

Infine, diamo un’occhiata ai fattori sociali della SEO off-page. Oltre ai segnali social direttamente dal ricercatore, ci sono altri modi in cui buoni risultati sui social media ti aiuteranno a posizionarti meglio.

Che sia direttamente attraverso più collegamenti o indirettamente attraverso una spinta alle pubbliche relazioni, le questioni sociali .

Elementi di Social per la SEO

Ci sono due principali fattori di influenza:

Qualità delle azioni

Il marketing SEO e il marketing sui social media vanno di pari passo perché l’obiettivo è dire a Google quanto sei bravo. Se le persone sono là fuori a condividere i tuoi contenuti e ad ampliare ulteriormente la portata, cosa dice a Google?

Dice loro che alle persone piace quello che hai da offrire e che stai fornendo un grande valore alle persone. Questo è un bene per Google.

Numero di condivisioni

La metrica sociale secondaria è il numero di condivisioni. Ottenere un successo virale è il sogno di ogni marketer, ma è sopravvalutato. Ci sono molti suggerimenti e hack là fuori, ma la verità è un po’ più semplice: crea contenuti fantastici.

Ciò significa cose diverse per persone diverse. Ad esempio, nell’ambito del marketing, ho scoperto che i contenuti in formato lungo superano quasi sempre quelli in formato breve. Ora, considera per un secondo i siti di gossip delle celebrità. Nessuno vuole sgobbare attraverso un intero mucchio di parole. Qui è quasi vero il contrario. Il loro pubblico vuole qualcosa di succinto con molto dramma. Vogliono più video e immagini con meno testo.

Questo è il pane quotidiano di siti come Buzzfeed e TMZ. Ti attirano con questi grandi titoli che fanno sembrare qualcosa molto più eccitante di quello che è. Quante persone pensi che lo condividano senza nemmeno leggere l’articolo?

Probabilmente molto.

Per ottenere condivisioni nel gioco SEO, devi semplicemente creare contenuti fantastici che le persone amano leggere, su un sito in cui le persone leggono. Ecco perché ho detto prima quanto sia importante pubblicare post su siti con un pubblico di lettori effettivi. Se stai pubblicando un post da qualche parte senza lettori, pensi che il post otterrà condivisioni?

3 suggerimenti per migliorare la condivisione sui social

Ecco tre suggerimenti per ottenere più condivisioni sui social media:

  1. Crea contenuti eccezionali: creare contenuti della migliore qualità è il modo per ottenere condivisioni, in modo chiaro e semplice. Google spende molte ore e più soldi di quanto tu possa immaginare per impedire alle persone di giocare con il sistema. È un concetto semplice, davvero. È uno scambio di valore. Tutto negli affari è uno scambio di valore, e lo stesso vale per il marketing SEO. Fornisci contenuti di valore a Google e Google ti ricompenserà.
  2. Sii coerente: la coerenza è estremamente importante nella SEO e nei social media. Se pubblichi un post una volta ogni tre mesi, non solo gli algoritmi dei social media ti odieranno, ma non ci sarà nessuno in giro per condividere il contenuto perché è passato tanto tempo dal tuo post precedente. Pubblicare in modo coerente sui social media richiede anche di avere nuovi contenuti da condividere regolarmente. Va tutto al punto di partenza.
  3. Rendilo facile: ci sono molti plugin per promuovere la condivisione sui social , quindi devi usare qualcosa sul tuo sito. Se il lettore non riesce a trovare un modo semplice per condividere il tuo post sui social media, probabilmente andrà avanti.

Linee guida EAT di Google

Mentre valuti le tue pratiche SEO, puoi analizzare ciò che Google utilizza per formare valutatori di contenuti umani. Vedi, oltre a un’enorme quantità di algoritmi, Google impiega Quality Rater per migliorare l’esperienza del motore di ricerca per tutti.

Google spiega nelle sue linee guida per la valutazione che una pagina di alta qualità deve possedere un livello elevato:

  • competenza
  • autorità
  • affidabilità

Oppure, come è più comunemente noto questo insieme di linee guida, EAT.

La revisione soggettiva di ciò che rende un contenuto visualizzato EAT dipende dall’argomento, dallo sfondo di coloro che pubblicano, dalla reputazione del sito Web e altro ancora.

Anche se potresti non avere il controllo su tutti i fattori fin dall’inizio, tenere a mente EAT mentre crei contenuti può aiutarti a garantire che i tuoi contenuti siano diretti in quella direzione.

4 suggerimenti per migliorare il tuo punteggio EAT 

  1. Fai la tua ricerca: questo può sembrare ovvio, ma il modo migliore per rappresentare veramente competenza, autorità e affidabilità è condividere informazioni accurate. Porta interviste con esperti o guest post, quando puoi. Assicurati che le informazioni che stai condividendo siano corrette, nel contesto dell’argomento e per il pubblico che le leggerà. Fare diversamente è il modo più rapido per ottenere un punteggio basso con questi criteri.
  2. Sii accurato : ora che sei sicuro che le tue informazioni siano accurate, vorrai anche assicurarti che siano complete. Rispondere a una domanda con un post breve o semplicistico può sembrare sprezzante. Per essere considerato un esperto, i tuoi contenuti devono lasciare che il lettore si senta soddisfatto e attrezzato.
  3. Parla con ciò che sai: quando sviluppi contenuti per il tuo sito web, attieniti a ciò di cui ti occupi come marchio. Evita la sindrome dell’oggetto lucido e perderti in contenuti che non sono pertinenti all’argomento del tuo sito web. Attenersi al tuo argomento di competenza ti aiuterà a costruire la tua reputazione come il posto dove andare per informazioni al riguardo.
  4. Parla alle esigenze del tuo pubblico: su una nota simile, sarai in grado di costruire affidabilità e autorità nella mente di un lettore solo se parli effettivamente dell’argomento che i lettori stanno venendo a leggere. Di cosa tratta l’argomento di cui hanno bisogno di sapere? Quali problemi puoi risolvere? C’è differenza tra essere in grado di parlare in modo approfondito su un argomento perché lo conosci così bene ed essere in grado di insegnarlo in modi che risultino accessibili e pertinenti. Quest’ultimo aiuterà i lettori a vederti effettivamente come un’autorità e qualcuno di cui possono fidarsi.

Marketing SEO: mettere tutto insieme

Abbiamo coperto un sacco di informazioni in questa guida e posso capire se ti senti un po’ sopraffatto. Semplifichiamo le cose e tocchiamo rapidamente i punti più importanti in modo che tu possa andare via sentendoti sollevato ed entusiasta del tuo viaggio con la SEO per il marketing.

Cappello nero contro White Hat SEO

Black Hat SEO utilizza tattiche viscide come l’acquisto di link, il riempimento di parole chiave e la duplicazione di contenuti. Mentre queste cose funzionano a breve termine, non funzioneranno a lungo termine. Potresti vedere un aumento del traffico e delle entrate per un mese o due finché Google non ti scopre e inserisce il tuo sito nella lista nera per sempre.

White Hat SEO è la strada da percorrere. Ci vuole più tempo, ma implementa le giuste tattiche che ti pagheranno per gli anni a venire.

Ricerca e selezione di parole chiave

Avere le parole chiave giuste sul tuo sito web è il modo principale in cui Google capisce di cosa tratta il sito. L’utilizzo di strumenti come Ubersuggest può aiutarti a trovare le parole chiave giuste pertinenti al tuo argomento.

Assicurati di non forzarli dove non appartengono e ricorda che la creazione di contenuti di qualità è la cosa più importante sopra ogni altra cosa.

HTML

I tag del titolo , le meta descrizioni, il testo alternativo e le intestazioni sono pezzi importanti del puzzle del marketing SEO. Li utilizzerai per dire a Google di più sui tuoi contenuti e su ciò che i lettori possono aspettarsi quando arrivano sul tuo sito.

Architettura del sito

L’architettura del tuo sito si concentra sul design e sulla funzionalità di esso. Se gli utenti non possono navigare facilmente nel sito, il caricamento è troppo lento e alcuni elementi sono difficili da raggiungere, sarà anche più difficile per Google navigare nel sito.

Fiducia

Le persone devono fidarsi del tuo sito e avere funzionalità come i certificati SSL e HTTPS è lo standard del settore ora. Non puoi avere un sito web senza questi e aspettarti di classificarti perché Google si aspetta questo.

Oltre alle cose di backend, vuoi avere segnali di fiducia sul tuo sito che mostrino alle persone che sei un professionista e che non stai cercando di truffarli in alcun modo.

Link

Il link building è cruciale ma difficile e richiede molto tempo e fatica. La buona notizia è che ci sono molte persone là fuori che lo fanno male. Questo apre le porte ai SEO che sono disposti a fare il possibile per creare collegamenti nel modo giusto.

Non ricevere spam su Fiverr che promettono 10.000 link. Sono truffe. Devi creare manualmente ogni collegamento sui siti della tua nicchia che hanno il proprio traffico.

Personale

Assicurati di capire il tuo pubblico e cosa vogliono da te. Ogni cliente ha un’aspettativa quando arriva sul tuo sito e sta a te soddisfare tale bisogno o desiderio.

Sociale

I social media e il marketing SEO funzionano bene insieme, quindi non trascurare l’aspetto social perché può fornire una bella spinta ai tuoi sforzi SEO. Ci vuole molto per posizionarsi su Google e ottenere ampie condivisioni sui social può davvero aiutare a mostrare a Google che ci sei dentro per il lungo periodo e che sei disposto a fare tutto il necessario.

EAT (Competenza, Autorità, Affidabilità)

Questo è un controllo istintivo che puoi utilizzare per assicurarti che i tuoi contenuti si connettano bene con le persone, in base a criteri che Google utilizza per i valutatori del mondo reale.

Crea contenuti che mostrino un livello di comprensione su un argomento e rifletta la reputazione di una delle principali fonti di informazioni su di esso. Chiediti se il contenuto che pubblichi ti aiuta a costruire quella reputazione e consente ai tuoi lettori di fidarsi di te sull’argomento.

Aggiornamenti SEO e algoritmo di Google

La SEO può spesso sembrare inavvicinabile o impossibile a causa del termine “algoritmo”. Un algoritmo è una serie di operazioni utilizzate da un motore di ricerca per calcolare e classificare i siti Web in base a quando qualcuno utilizza una query di ricerca specifica.

Potresti aver sentito che gli algoritmi cambiano continuamente e, in una certa misura, è vero. Google effettua quelli che chiamano ” aggiornamenti fondamentali ” più volte all’anno per servire meglio coloro che effettuano ricerche online. Puoi esplorare una cronologia degli aggiornamenti dell’algoritmo di Google sul sito Web di Moz.

Tuttavia, sebbene Google possa spesso apportare modifiche, la tua preoccupazione principale dovrebbe continuare a creare contenuti di alta qualità, utilizzare parole chiave pertinenti e costruire relazioni di backlink affidabili. Non dovresti provare a “giocare al sistema” quando si tratta degli algoritmi di Google, poiché una delle ragioni principali per i continui aggiornamenti è eliminare le persone che lo fanno. Potresti effettivamente danneggiare le tue classifiche concentrandoti troppo sull’algoritmo e non abbastanza sui tuoi contenuti.

Domande frequenti sul marketing SEO

Quanto tempo impiega la SEO per funzionare?

La SEO non è una corsia preferenziale per il successo. Non lo è mai stato e mai lo sarà. Devi avere un piano a lungo termine quando si tratta di SEO perché possono essere necessari da sei mesi a un anno per classificare la maggior parte delle parole chiave.

Qual è il fattore più importante nel marketing SEO?

Non c’è un fattore che sia più importante perché sono tutti importanti. Se dovessi scegliere qualcosa su cui dovresti concentrarti, sarebbe fornire informazioni di qualità alle persone. Puoi avere tutti i pezzi SEO a posto, ma se i tuoi contenuti non sono buoni, non importa perché le persone non saranno interessate a te.

Come faccio a classificarmi più velocemente su Google?

Il modo migliore per classificare è con uno sforzo costante regolarmente. Se vuoi vincere, ti consigliamo di creare costantemente collegamenti al tuo sito, creare nuovi contenuti e aggiornare i contenuti precedenti . Fare questo giorno dopo giorno darà i risultati desiderati.

Posso classificare un sito web senza SEO?

Certo, ci sono situazioni in cui le persone sono fortunate, ma è probabile che stiano fornendo qualcosa che molte persone non sono. Molte persone competono nello stesso spazio, ed è qui che può vincere il miglior SEO. Il marketing di affiliazione ne è un ottimo esempio. Ci sono un milione di siti che si concentrano su articoli sportivi per il marketing di affiliazione. Competere in questo spazio richiede una solida conoscenza del marketing SEO.

Quanto costa la SEO?

Il costo della SEO dipende. Puoi assumere un professionista che se ne occupi per te o puoi fare tutto da solo. Farlo da solo richiederà molto più tempo e dovrai tenere conto della curva di apprendimento. Tuttavia, per la maggior parte, potresti farlo quasi gratuitamente se fai tutto da solo.

Guida al marketing SEO: conclusione

Spero che tu abbia ottenuto molto da questa guida perché ci sono molte informazioni qui. Assicurati di fare riferimento durante il tuo percorso di marketing SEO . La cosa più importante da ricordare sulla SEO è che non ci sono scorciatoie in questo gioco. Devi fare le cose nel modo giusto e fare il possibile perché è così che ti distinguerai.

Aspettati di dedicarci almeno sei mesi se vuoi vedere i risultati. Coloro che dicono che la SEO è una strategia “impostala e dimenticala” si sbaglia. Ti consigliamo di rimanere aggiornato sui tuoi contenuti, aggiornarli regolarmente e continuare a creare nuovi fantastici contenuti per aggiornare il tuo sito e mostrare a Google che sei ancora attivo.

Quale pensi sia il fattore più importante nel marketing SEO?

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.