CategoriesBlog Social Media

35 idee per avere un blog di successo

35 idee per avere un blog di successo

 

Bloggare con lo scopo di  aumentare la quota di mercato, il coinvolgimento dei consumatori, la crescita dei ricavi e il ROI. Certo, è quello che cercano tutti.

Voglio dire, guarda questo:

immagine07

Ma una volta avviato il blog , molte persone che conosco sono ancora bloccate sulla domanda fondamentale:

Di cosa blogghiamo?

 

Ecco un elenco di 35 tipi di articoli, argomenti e approcci che hanno dimostrato un enorme successo per i blogger in passato e continueranno a farlo in futuro.

1. Come fare le guide

Le persone generalmente odiano leggere i manuali di istruzioni. Quando è stata l’ultima volta che ti sei rannicchiato con un bicchiere di vino e il manuale di istruzioni del tuo tostapane?

Come fanno le persone a capire come fare le cose?

Lo cercano su Google.

WikiHow è diventato follemente popolare solo sulla base di articoli pratici.

immagine02

Potresti essere sorpreso di vedere il tipo di cose che le persone cercano su Google.

Se riesci a trovare il tuo pubblico di nicchia, soddisfare le sue curiosità e dare loro alcune risposte utili, non puoi fare a meno di creare un blog popolare.

Vuoi più traffico?

Ottieni aiuto per migliorare il traffico, i lead e le entrate.

INIZIARE

2. Politica

La politica è popolare durante ogni anno elettorale. Che sia nazionale o locale, trova un argomento politico da discutere e unisciti a questa conversazione.

La politica può essere rischiosa, tuttavia. Le persone tendono a polarizzarsi sugli argomenti politici, quindi preparati a gestire alcune controversie.

3. Pancetta

Tutti amano la pancetta.

Huffington Post è uno dei blog più popolari online e ha un intero archivio di articoli sul bacon.

immagine01

Non è una tendenza che svanisce presto, quindi sali a bordo.

4. Ricette

Le ricette sono un ottimo modo per attirare traffico sul tuo blog.

C’è sempre una nuova moda dietetica, ad esempio, Whole30 di oggi è Atkins di ieri, quindi ci sono sempre nuove ricette da scoprire.

5. Guide per principianti

Prima di convincere qualcuno che conosci le cose avanzate, inizia con 101 guide per principianti.

Le mie guide per principianti sono state molto popolari.

immagine10

Tutti devono iniziare da qualche parte. Le guide per principianti sono spesso il modo in cui i blogger creano traffico di ricerca organico all’inizio e possono anche essere fatte utilizzando infografiche come questa guida a Sharepoint.

immagine04

6. Guide definitive

Gli esperti in materia, d’altra parte, sono sempre alla ricerca delle guide definitive più credibili per le loro aree di competenza.

Il termine “guida definitiva”, tuttavia, è un po’ abusato. Puoi utilizzare alcuni termini alternativi, se lo desideri, come questi da Business Casual Copywriting:

  • Guida essenziale
  • Guida completa
  • Guida senza censure
  • Ultima guida a ____ di cui avrai mai bisogno

Ogni volta che scrivi una guida informativa, esegui il backup con le statistiche.

Utilizzare i dati solo da fonti di autorità e dare loro credito per le informazioni.

L’aggiunta di dati alle tue guide mostra ai tuoi lettori che i tuoi contenuti sono legittimi.

Non hai solo tirato fuori le idee dal nulla. Ti sei preso il tempo per condurre ricerche e poi ti sei formato opinioni sulla base delle tue scoperte.

Uso sempre questa strategia. Prima di prendere posizione o dare consigli, trovo i numeri a sostegno delle mie affermazioni.

Se sei interessato a fare ricerche originali, considera di mettere in evidenza i tuoi casi di studio in un post sul blog.

Questo ti aiuterà a ottenere traffico dalle ricerche organiche e dai backlink ogni volta che un altro sito utilizza il tuo studio come fonte di informazioni.

Se sei un esperto di qualcosa, la creazione di una guida definitiva è un modo fantastico per fare un blog in definitiva popolare.

7. Domande frequenti

Tieni presente che pubblicare le risposte alle domande frequenti online non impedirà comunque alle persone di chiedere.

Tuttavia, fungono da risorsa per le persone e sono spesso presenti sui siti Web di e-commerce, ma trascurati sui blog. Le domande frequenti sono l’oro del blog in qualsiasi età.

L’algoritmo di Google utilizza domande frequenti, domande e altri argomenti popolari come parte del suo Knowledge Graph. Se sei fortunato, potresti conquistare il primo posto in questo ambito posto.

immagine00

8. Interviste

Il modo migliore per distinguerti dall’oceano di blogger è ottenere informazioni dagli esperti del settore.

Che si tratti di persone del tuo team o di altre aziende del settore, organizza interviste su siti Web come helpareporter.com per acquisire preziose conoscenze da un professionista.

Per fortuna, non devi essere nella stessa stanza del tuo intervistato per parlare con loro. Crea un elenco di domande che potrebbero interessare al tuo pubblico e invialo tramite e-mail. Puoi anche pubblicare le domande tramite Twitter o un altro canale di social media.

9. Storie personali

Anche se le storie personali potrebbero non essere i pezzi di ancoraggio pieni di parole chiave che desideri, sono comunque preziose aggiunte a qualsiasi blog.

Attraverso la condivisione di storie personali, dai ai lettori la possibilità di relazionarsi con la tua attività a livello personale, il che aiuta a costruire l’affinità del marchio.

Imparare a raccontare una storia è un’arte. Una volta che avrai padroneggiato questa abilità, la qualità dei tuoi post sul blog migliorerà.

Una grande storia terrà i tuoi lettori con il fiato sospeso.

Devi capire l’ impatto che la narrazione ha  sul nostro cervello:

narrativa

Quando i lettori hanno una risposta emotiva alla tua storia, la dopamina viene rilasciata dal loro cervello.

Usa queste informazioni a tuo vantaggio. Le storie migliori sono scritte per suscitare qualche tipo di emozione, qualunque essa sia.

La scelta spetta a te. Forse vuoi che i tuoi lettori si sentano tristi o arrabbiati mentre leggono i tuoi post. E alcuni di voi potrebbero preferire evocare gioia, sorpresa o amore.

Se riesci a far provare emozioni ai tuoi lettori, sarà più probabile che continuino a leggere il blog.

Di conseguenza, torneranno a leggere di più in futuro.

A seconda della natura della tua storia, può anche generare traffico basato solo sulla curiosità. Ad esempio, se vedessi un post sul blog che diceva qualcosa del tipo “Come ho catturato uno squalo con un paio di jeans”, sarei molto propenso a fare clic su di esso per scoprire cosa è successo.

10. Carità e attivismo

Qualsiasi tipo di azione di beneficenza, evento o attivismo che sostieni dovrebbe essere pubblicato sul blog.

I siti di crowdfunding come KickStarter, IndieGoGo, GoFundMe e simili fanno appello al bene delle persone e mostrare che sei attivo in queste comunità può aumentare il tuo numero di lettori. Anche una petizione occasionale su Change.org può aiutare l’immagine del marchio.

11. Recensioni di prodotti

Recensire prodotti e servizi è un altro ottimo modo per indirizzare il traffico verso il tuo blog. Le recensioni dei prodotti non sono solo una risorsa affidabile online che attirerà traffico, ma sono anche un flusso di entrate per i blogger.

Se vuoi monetizzare il tuo blog all’istante, questa è una mossa intelligente.

Collegandoti alle pagine dei prodotti tramite link di affiliazione come Amazon Affiliates, puoi monetizzare un blog quasi interamente sulle recensioni dei prodotti. Assicurati di diventare una nicchia, poiché offre la migliore piattaforma per credibilità e competenza.

Ecco un esempio di un recente post sul blog di TechRadar  che recensisce più prodotti nello stesso post:

revisione

Esistono diversi modi per decidere quali prodotti recensire.

Per cominciare, potresti recensire gli articoli venduti dalla tua azienda. L’unico problema con questa strategia è che le persone sapranno che la tua opinione è parziale. Non pubblicherai una recensione sfavorevole su qualcosa che stai vendendo.

Ma se il tuo blog copre un settore specifico, puoi rivedere le nuove versioni. Assicurati che le recensioni siano pertinenti.

Fare riferimento all’esempio sopra. L’articolo sta esaminando i prodotti iPhone più recenti. Non avrebbe senso recensire i modelli rilasciati cinque anni fa.

Se decidi di recensire i prodotti su base regolare, stabilisci un flusso verso tali post in modo che i tuoi lettori sappiano cosa aspettarsi.

Inizia con una panoramica del prodotto e spiega cosa fa il prodotto. Quindi, puoi discutere le specifiche e altri dettagli. Indica il prezzo e dove può essere acquistato.

La recensione dovrebbe avere una qualche forma di elenco di pro e contro. Le recensioni dovrebbero in definitiva esprimere la tua posizione sull’articolo. Ad esempio, puoi spiegare quali persone trarrebbero maggior beneficio dal prodotto.

12. Ultime notizie

Usa il tuo blog per discutere gli argomenti delle ultime notizie.

Non fraintendermi, non sto dicendo che dovresti provare a competere con le testate giornalistiche reali. Ma puoi ancora scrivere di eventi recenti.

Quando si tratta di ultime notizie, il tempismo è tutto. Essere il primo a rompere una storia non è sempre il massimo.

A volte è meglio aspettare di pubblicare i tuoi contenuti finché tutti i fatti non saranno chiari. Non vuoi ottenere una reputazione per la pubblicazione di informazioni inaffidabili.

Ecco un esempio di notizia pubblicata sul blog TechCrunch:

ultime notizie

Assicurati che la tua notizia sia rilevante per la tua attività.

Ad esempio, supponiamo che tu gestisca un blog di moda. Una notizia dell’ultima ora su un progresso tecnologico non è correlata al tuo marchio, quindi non scriverne.

13. Sfatare i miti

Ogni settore ha fatti e finzione, motivo per cui spettacoli come Mythbusters sono diventati così popolari.

Ci piace imparare cosa abbiamo fatto o pensato male per tutto questo tempo, quindi i blogger popolari sfatano i miti.

Quali sono alcune idee sbagliate o miti comuni riguardanti il ​​tuo settore o nicchia? Compila un elenco, quindi utilizzalo per creare un post davvero affascinante per il tuo pubblico.

Assicurati di eseguire il backup delle tue affermazioni, però. Altrimenti, i lettori perderanno il loro interesse quando si renderanno conto che stanno leggendo le invettive di qualcuno che non sa davvero di cosa sta parlando. Avvicinati alla scrittura di un articolo del genere con l’intenzione di fornire quante più informazioni utili e utilizzabili possibile.

14. Automazione

Per le aziende B2B, l’automazione è la parola d’ordine del giorno, quindi qualsiasi post sui modi per automatizzare qualcosa è l’oro di Internet.

L’automazione, ovviamente, è ampia. Dovrai selezionare un tipo di automazione per indirizzare traffico davvero prezioso.

15. Guide alla risoluzione dei problemi

Sono sempre alla ricerca di suggerimenti affidabili per la risoluzione dei problemi.

Le guide alla risoluzione dei problemi parlano del dolore che molti cercatori di contenuti stanno cercando di eliminare. Vogliono risolvere un problema, che è esattamente ciò che farà una guida alla risoluzione dei problemi di successo.

16. Concorsi

Un ottimo modo per attirare l’interesse in un blog mentre premia i lettori è organizzare un concorso .

I concorsi una volta hanno avuto un brutto colpo in quanto truffatori o economici, ma stanno tornando indietro come una preziosa tecnica di guida del traffico.

17. Consiglio

Sia Lifehacker che Lifehack sono saliti alla ribalta offrendo preziosi consigli ai lettori su quasi tutti gli argomenti.

I consigli sulla vita, indipendentemente dall’argomento, sono un bene prezioso.

18. Suggerimenti per la produttività

Le persone vogliono fare di più più velocemente e sono sempre alla ricerca di strumenti, tecnologia o suggerimenti che le aiutino a fare di più. I consigli sulla produttività sono il pane quotidiano di molti blog online.

Se ti dicessi che potrei allungare le tue giornate e saresti in grado di finire più lavoro, fare più chiamate, ecc., saresti interessato, giusto?

Certo che lo faresti. Il tempo è importante.

Ha senso quindi che siamo attratti da contenuti incentrati sul guadagnare più tempo.

Nei tuoi prossimi post del blog, incorpora interessanti suggerimenti sulla produttività, sia mostrando come il tuo prodotto o servizio aumenta la produttività o condividendo quali suggerimenti e trucchi per la produttività funzionano per te .

Se hai familiarità con il blog di Michael Hyatt, probabilmente hai visto questo lavoro. Michael Hyatt è un esperto di sviluppo della leadership, ma pubblica molti titoli relativi alla produttività.

immagine03

In effetti, quando ripenso alle metriche di condivisione social del suo blog negli ultimi 12 mesi, due delle sue prime cinque riguardano la produttività:

immagine02

Questo non è un incidente. Hyatt sa che gli argomenti di produttività vengono condivisi.

Le persone amano condividere contenuti pratici che possono garantire e che altri possono utilizzare.

19. Viaggio

Non importa quanto siamo connessi, i viaggi saranno sempre un argomento popolare per le ricerche online.

Con 126 milioni di passaporti in circolazione negli Stati Uniti oggi, sai che le persone viaggiano, o almeno vogliono.

immagine08

Tutti noi vogliamo viaggiare in un posto esotico e nuovo. Qualsiasi consiglio su come farlo a buon mercato è sempre apprezzato.

Inizia a pensare a cosa vorresti leggere.

A seconda della stagione, puoi scrivere di  luoghi fisici che il tuo pubblico potrebbe cercare, ad esempio in Giamaica.

Se sei un’azienda che ha queste informazioni sulla Giamaica sul tuo blog, approfittane. Prendi il controllo in modo che il tuo blog diventi una destinazione frequente.

Che tipo di blog trarrebbero vantaggio da articoli relativi ai viaggi? Potrebbe non essere così difficile trovare una connessione.

Prendi ToDoIst per esempio. Vendono un’app di produttività.

Ma loro blog sui viaggi:

immagine01

Anche un produttore di fotocamere come GoPro può farla franca pubblicando alcuni articoli di viaggio interessanti e super condivisibili:

immagine04

Evernote sa che il viaggio è un argomento condivisibile e il suo blog contiene molti articoli di viaggio:

immagine00

Fai un tentativo di viaggio, adattandolo come ritieni appropriato, e probabilmente otterrai una condivisione social tra un pubblico interessato.

20. Storia

Le lezioni di storia sono un ottimo modo per riempire un blog di informazioni utili.

I blogger di lunga data spesso vengono coinvolti dagli eventi attuali, quindi occasionali incursioni nella storia aiutano a creare contenuti coerenti.

21. Gif e meme

Non erano solo le liste a rendere Buzzfeed così popolare.

Anche meme e gif sono ampiamente utilizzati sul sito.

Le gif offrono alle persone l’esperienza di un video e di solito forniscono un sacco di intrattenimento.

22. Storie divertenti

Ci sarà sempre un posto per l’umorismo in questo mondo.

I post che fanno ridere le persone vengono condivisi sui social network. C’è un motivo per cui Buzzfeed, The Onion, Clickhole e BoredPanda sono tra i siti Web più popolari al mondo.

immagine09

23. Suggerimenti per i genitori

Ci saranno sempre genitori in giro e qualsiasi consiglio genitoriale è apprezzato.

Le mamme dei blog tengono conferenze e convegni in tutto il paese, insegnando alle persone a seguire le loro orme e facendo crescere un’industria sostenibile.

Anche i papà blogger stanno diventando luoghi di informazione popolari e rispettati.

24. Prossimi eventi

Puoi sempre dire quando un evento sta arrivando dal ronzio nella blogosfera. Che si tratti di eventi globali come le Olimpiadi o di eventi locali come un concerto o la lettura di libri, gli eventi saturano molte delle ricerche online più popolari.

25. Stelle di Internet

La collaborazione e la presentazione delle più grandi star di Internet aiuta a far crescere il tuo seguito, quindi molti creatori di contenuti stanno collaborando per rimanere competitivi. Se non sai chi sono PewDiePie e The Fine Bros , è ora di fare i compiti.

26. Supporto tecnico

Le aziende che offrono servizi tecnologici, hardware o software spesso includono il supporto tecnico nei loro blog.

Microsoft, Google e Facebook dispongono di vaste basi di conoscenza online e stanno crescendo solo insieme a quelle di tutti gli altri.

27. Idee regalo

In questo momento, i blog su Internet stanno preparando guide ai regali di festa per aiutare a guidare i consumatori verso i regali giusti da acquistare per i loro colleghi, amici e familiari durante le festività natalizie.

I link di affiliazione possono aiutare a creare entrate per questi articoli fondamentali.

28. I migliori

I migliori ____ del 2019, degli anni 2000, di questo secolo e di tutti i tempi sono tutti ottimi articoli da leggere.

WatchMojo ha costruito un’intera attività sulle prime 10 liste e molti altri stanno seguendo l’esempio. Includere elenchi dei migliori incentrati su tutto all’interno del tuo settore è un ottimo modo per attirare l’attenzione dei lettori.

29. Rispondi ai commenti dei lettori

Le persone sono sempre state interessate a ricevere consigli dalle pubblicazioni, che si tratti di editorialisti di consigli della vecchia scuola come Ann Landers o di quelli della nuova scuola come Dan Savage.

Rispondere ai lettori ti rende una persona reale che ha una conversazione reale e ti consente di affrontare le preoccupazioni individuali per dimostrare che ci tieni.

30. Liste

Gli elenchi sono un altro tipo comune di post sul blog.

Uso sempre le liste. In effetti, quello che stai leggendo in questo momento è una delle mie liste.

Uno dei motivi per cui i post delle liste sono così popolari è che i tuoi lettori sanno cosa aspettarsi. Possono scorrere ogni punto dell’elenco senza dover leggere l’intera cosa.

Ai lettori piace quando il contenuto è semplice e organizzato.

Modifica la formula per scrivere i titoli dei post dell’elenco. Ecco alcuni esempi per mostrarti di cosa sto parlando:

  • 21 modi per preparare il pollo
  • i 6 migliori tipi di pneumatici per biciclette
  • Come viaggiare con un budget limitato con questi 13 suggerimenti

L’elenco potrebbe continuare all’infinito, gioco di parole inteso. Ma hai capito.

La modifica della posizione del numero all’interno del titolo dell’elenco garantisce che il contenuto non appaia obsoleto. Se qualcuno sfoglia il tuo blog e vede che ogni titolo inizia con un numero, potrebbe non essere interessato a leggerlo.

Cambia anche i numeri. Mentre le prime dieci liste possono essere popolari, possono anche diventare noiose.

Google l’argomento prima di iniziare a scrivere. Prova a creare un elenco più lungo di altri elenchi nella query di ricerca. Questo ti darà un vantaggio rispetto ai tuoi concorrenti.

31. Infografica

Come ho detto prima, devi incorporare contenuti visivi nei post del tuo blog.

Ma puoi portare questa strategia al livello successivo pubblicando post sul blog che sono quasi esclusivamente infografiche.

Probabilmente hai a disposizione molti fatti e statistiche sulla tua nicchia e sul tuo settore. Metti insieme quelli pertinenti e usali per creare un’infografica accattivante da condividere sul tuo blog.

Altri siti Web sono sempre alla ricerca di contenuti che aiutino a migliorare i loro post sul blog. Se riesci a trovare infografiche pertinenti, accurate e visivamente accattivanti, questi siti le utilizzeranno nei loro blog.

Di conseguenza, otterrai credito per l’origine dell’immagine.

Le persone che vedono le tue infografiche su altri siti potrebbero essere inclini a fare clic sul link per visitare il tuo sito web. Inoltre, questi collegamenti miglioreranno anche il tuo posizionamento SEO, di cui ho discusso in precedenza.

Se necessario, assumi qualcuno che lo crei per te. Includilo in un nuovo post del blog, quindi fornisci commenti su fatti e statistiche all’interno del corpo del post. Incoraggia la condivisione fornendo un collegamento facile da usare per le persone.

32. Forma fisica

Ammettilo, ci sono folle di persone là fuori (me compreso) che vorrebbero svegliarsi semplicemente con addominali da sei. Ecco perché c’è sempre qualcosa di nuovo per aiutarti ad arrivarci.

Finché la scienza continuerà a scoprire cose nuove, ci saranno nuove scoperte di cui parlare: foraggio perfetto per post condivisibili sul blog!

I post di blog sul fitness sono stati storicamente uno dei generi di contenuti più condivisi sul web.

Buzzsumo, il gigante della condivisione sociale, ha riferito questo sulla popolarità dei contenuti nel 2015:

Chi non vuole diventare più sano? La salute è stata un argomento popolare nel 2015. È interessante notare che tre dei post più condivisi su BuzzFeed quest’anno riguardavano la salute, come mostrato di seguito.

Spiegano che l’elemento virale di questi articoli era l’ argomento del contenuto: consigli su salute, dieta e fitness.

Buzzfeed sa una cosa o due sui contenuti condivisibili ed era il leader indiscusso negli argomenti di fitness condivisi socialmente.

Una rapida ricerca di “buzzfeed fitness” produce oltre 800.000 risultati:

immagine08

Ci sono tonnellate di condivisioni su ognuno di questi.

A seconda del tuo settore, il blog sul fitness può funzionare bene.

Inizia questo processo cercando su Google i migliori blog di fitness e controllali per scoprire di cosa sta parlando l’industria del fitness. Scrivi un post da questo, mettilo in relazione con la tua attività e il gioco è fatto. Semplice. Se poi hai dubbi contatta la nostra seo agency milano per avere maggiori consigli.

 

Il quinto argomento del blog e probabilmente di maggior successo è denaro e finanze.

Internet è pieno zeppo di persone che cercano di migliorare le proprie finanze, uscire dai debiti, pianificare per il futuro, ecc.

James Clear, ad esempio, scrive in genere di salute e produttività, ma sa che gli argomenti relativi al denaro colpiranno una serie di condivisioni social. Prendi questo articolo super popolare che ha scritto per Business Insider:

immagine07

Ha raccolto oltre 58.000 condivisioni da quando è stato pubblicato!

Questo è un ottimo argomento su cui bloggare ed è eccellente per evidenziare i potenziali vantaggi finanziari offerti dal tuo prodotto o servizio. È un gioco da ragazzi.

33. Condividi i tuoi segreti

No, non ti sto dicendo di svelare tutti i tuoi segreti. Piuttosto, connettiti più profondamente con il tuo pubblico fornendo loro informazioni sulle pratiche e sui processi aziendali “dalla bocca del cavallo”. Anche noi nella nostra agenzia seo milano abbiamo i nostri segreti, ma l’80% di quello che sappiamo lo condividiamo volentieri.

È tutta una questione di trasparenza e autenticità e risuona fortemente con i lettori. Alle persone piace sentirsi come se fossero al corrente di conoscenze speciali.

Lo faccio il più spesso possibile, ad esempio aggiornando il mio pubblico sulla sfida da $ 100.000, mostrando tutti i dati, le metriche e le entrate rilevanti e condividendo le lezioni  che sto imparando dal mio esperimento .

immagine00

Forse è il momento di tirare indietro il sipario e condividere i tuoi segreti in un post sul blog.

34. Avvia una serie o un servizio regolare

Alcuni argomenti sono così estesi che non possono essere trattati adeguatamente in un singolo post, nemmeno lungo. Quando ti imbatti in uno di questi, considera di dividerlo in una serie per i tuoi lettori. Crea una serie di articoli collegati tra loro per farli tornare di più.

Potresti anche inventare una funzione settimanale o mensile per il tuo blog. Ad esempio, potresti evidenziare eventi riguardanti la tua nicchia nei social media ogni lunedì, oppure potresti presentare un nuovo prodotto o servizio ogni mese.

35. Condividi le storie di successo dei clienti

Con un po’ di fortuna, i clienti soddisfatti ti contatteranno occasionalmente per esprimere il loro apprezzamento. Quando ciò accade, chiedi loro se puoi mettere in evidenza i loro commenti in un post del blog per la tua attività. 

In questo tipo di post , inizia descrivendo il problema che il cliente stava affrontando. Descrivi il prodotto o il servizio che hanno utilizzato, quindi spiega come sono riusciti a risolvere il problema utilizzandolo. Se possibile, includi ulteriori commenti del cliente effettivo per rendere il post particolarmente coinvolgente.

Conclusione

Gli argomenti popolari vanno e vengono e noi di seo milano lo sappiamo bene.

Potresti scegliere una tecnica oggi solo per scoprire che è andata in disgrazia il giorno successivo. Questo fa parte dell’eccitazione e del dramma dei blog. Te ne occuperai, raccoglierai il tuo traffico e andrai avanti.

Gli argomenti, le tecniche e le tattiche sopra elencate sono virtualmente garantite per farti diventare il blogger più famoso del mondo.

Forse hai tutto il traffico di cui hai bisogno. Forse hai il pubblico che desideri. Forse sei contento.

Ma se vuoi vedere qualche miglioramento, non potrebbe far male provare alcuni di questi.

CategoriesInstagram Social Media

Come utilizzare gli hashtag nel 2022: Una guida rapida

Come utilizzare gli hashtag nel 2022: Una guida rapida

Come utilizzare gli hashtag nel 2022: una guida rapida e semplice per ogni utente

Sai come usare gli hashtag? Che ne dici di come non usare gli hashtag? Continua a leggere per tutte le cose da fare e da non fare prima di iniziare.

Qualunque sia la piattaforma di social media utilizzata dal tuo marchio come parte della sua strategia sui social media , sapere come utilizzare gli hashtag ti aiuterà ad aumentare la portata e il coinvolgimento dei social media del tuo marchio .

Ma se ti stai attaccando ai post #ThrowbackThursday su Twitter, non sei sicuro di come altro utilizzare gli hashtag, rimani qui. Il tuo marchio può fare molto di più.

Questo post analizza le basi dell’uso efficace degli hashtag sui social media e spiega perché dovresti usarli.

Imparerai anche:

  • come trovare gli hashtag che funzioneranno meglio per il tuo marchio
  • perché usare solo hashtag popolari non è l’approccio giusto
  • suggerimenti essenziali per l’utilizzo degli hashtag su ogni piattaforma di social media disponibile

Iniziamo.

Sommario
Che cos’è un hashtag?
La storia degli hashtag
Perché usare gli hashtag?
Gli hashtag più popolari del 2021
6 modi per trovare i migliori hashtag
Come usare gli hashtag su ogni rete

 

Bonus: leggi la guida passo passo alla strategia sui social media con suggerimenti professionali su come far crescere la tua presenza sui social media.

 

Che cos’è un hashtag?

Un hashtag è una parola o una frase preceduta dal simbolo della sterlina. 

Sui social media serve come indicazione (per utenti e algoritmi) che un contenuto è relativo a un argomento specifico o appartiene a una categoria. 

Gli hashtag aiutano a rendere i contenuti rilevabili nelle ricerche sulla piattaforma e, in modo efficace, a raggiungere più persone.

Nozioni di base sugli hashtag

  • Iniziano sempre con # ma non funzioneranno se usi spazi, punteggiatura o simboli.
  • Assicurati che i tuoi account siano pubblici. In caso contrario, il contenuto con hashtag che scrivi non verrà visto da nessun non follower.
  • Non mettere insieme troppe parole. I migliori hashtag tendono ad essere relativamente brevi e facili da ricordare.
  • Usa hashtag pertinenti e specifici. Se è troppo oscuro, sarà difficile da trovare e probabilmente non verrà utilizzato da altri utenti dei social media.
  • Limita il numero di hashtag che usi. Di più non è sempre meglio. Sembra effettivamente spam.

La storia degli hashtag

Il simbolo della sterlina sulla tastiera, chiamato anche ottotorpe, veniva inizialmente utilizzato per contrassegnare i numeri.

Sono stati usati per la prima volta come hashtag nell’estate del 2007 da Chris Messina . È stato allora che lo specialista di web marketing è entrato negli uffici di Twitter con un’idea. A causa della brevità della piattaforma, ha suggerito alla società di iniziare a utilizzare il simbolo della sterlina per raggruppare insieme i Tweet correlati.

Questo è stato il primo utilizzo in assoluto dell’hashtag:

 

Da allora, l’uso degli hashtag, la loro portata e la loro efficacia sono solo cresciuti.

Gli hashtag sono un modo per collegare i contenuti dei social media a un argomento, evento, tema o conversazione specifici. 

Non sono più solo per Twitter. Gli hashtag sono efficaci anche su altre piattaforme di social media. (Trova maggiori dettagli su come utilizzare gli hashtag per ciascuna piattaforma di seguito.)

Perché usare gli hashtag?

Aumenta il coinvolgimento con i tuoi follower

Includere hashtag nei tuoi post significa prendere parte a una conversazione in corso su quella piattaforma di social media. E, soprattutto, rende visibili i tuoi post in quella conversazione.

Ciò può portare a un maggiore coinvolgimento, aumentando il coinvolgimento dei social media del tuo marchio attraverso Mi piace, condivisioni, commenti e nuovi follower.

Costruisci la consapevolezza del marchio con gli hashtag del marchio

La creazione di un hashtag di marca può essere un modo efficace per promuovere la tua attività e stimolare le conversazioni.

Ad esempio, l’hashtag con il marchio dei Raptors #WetheNorth si è acceso durante la stagione vincente del team 2019. Ha un appeal universale ed è stato uno degli hashtag più utilizzati dai canadesi nella prima metà del 2019 .

 

Un altro esempio è Cheerios e la sua campagna #CheeriosHeartHuntSweepstakes. Questo concorso ha incoraggiato i follower ad acquistare i prodotti Cheerios e ha anche diffuso la conoscenza del marchio pubblicando foto sui social media.

 

Mostra supporto per le questioni sociali

L’utilizzo di un hashtag collegato a un problema al di fuori del tuo marchio è un modo per mobilitarti dietro una causa o un problema importante.

Ad esempio, #EachforEqual e #IWD2020 sono stati utilizzati su piattaforme di social media, incluso LinkedIn, in occasione della Giornata internazionale della donna.

Post di Rio Tinto su LinkedIn utilizzando l'hashtag #eachforequal

I brand possono anche creare un hashtag di marca che mostri anche la sua connessione a un problema sociale.

Ad esempio, la società di telecomunicazioni canadese Bell utilizza l’hashtag del marchio #BellLetsTalk per promuovere la consapevolezza della salute mentale.

 

Aggiungi contesto a un post sui social media

Su Twitter non hai molto spazio per scrivere una didascalia. Hai 280 caratteri , per l’esattezza.

Su Instagram, i sottotitoli più lunghi non sono sempre i più efficaci . Lo stesso vale per Facebook, Pinterest, LinkedIn o qualsiasi altra piattaforma, a volte meno è meglio.

L’utilizzo di un hashtag può essere un modo semplice per contestualizzare ciò di cui stai parlando, senza utilizzare caratteri preziosi o scrivere didascalie ripetitive.

Ad esempio, la NASA ha celebrato il 50° anniversario dello sbarco sulla Luna dell’Apollo 11 nel luglio 2019. L’uso dell’hashtag #Apollo50th faceva parte della sua campagna digitale. Nel World Emoji Day, che è anche a luglio, la NASA ha pubblicato uno dei tweet più popolari :

 

Gli hashtag contestualizzano questo Tweet creativo, chiarendo che la NASA sta celebrando sia l’anniversario che prendendo parte alla conversazione del World Emoji Day.

Aiuta il tuo pubblico di destinazione a trovarti

Su Linkedin e Instagram, gli utenti possono seguire gli hashtag così come gli altri utenti. L’utilizzo di alcuni hashtag popolari può essere un altro modo per aiutare i nuovi utenti a trovare il tuo marchio.

Ad esempio, se usi #travel sui tuoi post di Instagram, qualcuno che segue quell’hashtag vedrà il tuo post recente nel proprio feed. Potresti guadagnare nuovi follower in questo modo.

Tagga la pagina in Instagram Esplora.  Risultati per #viaggio

Divulgare le partnership sponsorizzate

Questa sezione è per influencer e brand che lavorano con influencer.

Se hai un brand tuo potresti valutare la creazione siti internet ecommerce per la rivendita dei tuoi prodotti.

Quando lavorano con i marchi, gli influencer devono far sapere al loro pubblico che un contenuto è sponsorizzato. È la legge: la FTC (Federal Trade Commissions) ha pubblicato linee guida dettagliate sulla divulgazione della pubblicità per gli influencer online nel 2019. Il mancato rispetto può comportare multe elevate sia per l’influencer che per il marchio.

Quindi, influencer: aggiungi sempre hashtag che indichino chiaramente una sponsorizzazione ai post brandizzati.

Marchi: assicurati di cercare tali hashtag durante la revisione e l’accettazione del contenuto dell’influencer.

 

Gli hashtag più popolari del 2021

Gli hashtag più popolari non sono necessariamente i migliori.

Ad esempio, l’hashtag #followme ha più di 575 milioni di post su Instagram. Gli hashtag che sollecitano i Mi piace non coinvolgono i tuoi follower e non aggiungono alcun significato al tuo post sui social media.

Sembrano anche davvero spam. E tu non lo vuoi.

Ma non ignorare nemmeno gli hashtag popolari. Ad esempio, #throwbackthursday o #flashbackfriday o altri hashtag quotidiani possono essere modi divertenti per il tuo marchio di partecipare a una più ampia conversazione sui social media.

A partire da giugno 2021, alcuni degli hashtag di Instagram più popolari di tutti i tempi includono:

  1. #amore (2.1B post)
  2. #instagood (1.3 miliardi di post)
  3. #moda (972M post)
  4. #photooftheday (931 milioni di post)
  5. #fotografia (769M post)
  6. #bello (749M post)
  7. #instagram (691 milioni di post)
  8. #picoftheday (655M post)
  9. #natura (639 milioni di post)
  10. #felicita(639 milioni di post)

Ovviamente, gli hashtag popolari differiscono a seconda della piattaforma di social media che stai utilizzando. Su LinkedIn, gli hashtag più diffusi includono #leadership e #produttività.

Sebbene ci siano milioni, persino miliardi, di post che utilizzano hashtag popolari, sono relativamente universali. Non sono specifici per un settore o un tema. E non dire molto del tuo marchio.

Quindi, prova a identificare gli hashtag di nicchia che sono rilevanti per il tuo marchio e ciò che rappresenti.

La nostra seo agency saprò di certo consigliarti quelli più strategici per il tuo piano marketing.

6 modi per trovare i migliori hashtag

Per trovare hashtag specifici per il tuo marchio, il tuo settore e il tuo pubblico, dovrai fare una piccola ricerca.

1. Monitorare gli influencer e i concorrenti dei social media

Inizia facendo un’analisi competitiva sui social media . Raccogli informazioni sui tuoi concorrenti e su eventuali influencer rilevanti all’interno della nicchia del tuo marchio.

Prendi nota degli hashtag che usano più spesso e di quanti hashtag usano in ciascuno dei loro post. Questo ti aiuterà a capire come i tuoi concorrenti interagiscono con il tuo pubblico di destinazione condiviso e quali parole chiave tendono a usare.

2. Usa Hashtagify.me

Hashtagify.me ti aiuta a trovare i migliori hashtag di Twitter o hashtag di Instagram per il tuo marchio.

Con questo strumento, puoi cercare qualsiasi hashtag e vedere quanto è popolare. Ad esempio, se cerchi la popolarità di #primavera, otterrai risultati che mostrano la popolarità complessiva di questo hashtag, la sua popolarità recente e le tendenze per il mese e la settimana.

risultati di analisi hashtag per "primavera"

Puoi anche digitare la didascalia di Twitter o Instagram. Quindi, ti fornirà suggerimenti sugli hashtag.

3. Scopri quali hashtag sono di tendenza

RiteTag ti consente di digitare la didascalia dei social media nella barra di testo e caricare la foto che abbinerai alla didascalia.

Nella nostra agenzia web valutiamo continuamente le tende prima di procede alla realizzazione siti web aziendali per i nostri clienti. E’ sempre corretto seguire le mode e dove si sta spostando la massa.

RiteTag genera suggerimenti di hashtag di tendenza in base ai tuoi contenuti. Vedrai i migliori hashtag per far vedere il tuo post immediatamente, così come gli hashtag per far vedere il tuo post nel tempo. Fai clic su “Ottieni report” per un’analisi dettagliata degli hashtag visualizzati.

pagina di confronto hashtag su RiteTag

4. Ottieni uno strumento di ascolto dei social media

Uno strumento come Hootsuite consente al tuo marchio di utilizzare i flussi di ricerca per scoprire quali hashtag sono i migliori per ogni social network su cui ti trovi. In parole povere, i flussi di ricerca rendono facile vedere quali hashtag sono i più popolari e i più efficaci.

Nella nostra agenzia web milano andiamo ad utilizzare e intrecciare molti tool e siti per avere un risultato che superi le aspettative.

5. Trova hashtag correlati

Se hai già una buona conoscenza di quali hashtag funzionano bene per il tuo marchio, considera l’utilizzo di hashtag correlati. Questi potrebbero essere un po’ più specifici degli hashtag popolari che stai già utilizzando, il che potrebbe aiutarti a connetterti con un pubblico più mirato.

Su Instagram, gli hashtag correlati vengono visualizzati appena sopra le schede “In alto” e “Recenti” nella sezione Esplora di Instagram.

pagina hashtag per "viaggio" su Instagram, evidenziando gli hashtag correlati

Su LinkedIn, puoi trovare più consigli sugli hashtag dopo aver fatto clic su un hashtag. Scegli i pulsanti “Scopri più hashtag” dopo aver fatto clic sui puntini di sospensione.

Evidenziando "Scopri nuovi hashtag" per l'hashtag #marketing su LinkedIn

6. Analizza quali hashtag hanno avuto successo nei post precedenti

Tieni traccia di quali hashtag hai utilizzato nei post precedenti. Analizza quali post sono stati più popolari, quindi verifica se c’è una tendenza con gli hashtag che hai utilizzato.

Se noti che alcuni dei tuoi post più popolari contengono sempre alcuni degli stessi hashtag, assicurati di includerli anche nei tuoi post futuri.

Come usare gli hashtag su ogni rete

Qui trovi suggerimenti semplici e di facile lettura per l’utilizzo degli hashtag su diverse piattaforme di social media.

Come usare gli hashtag di Twitter

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

1-2

Nella nostra web agency milano cambiamo il numero di hastag a seconda della piattaforma e del pubblico.

Dove troverai gli hashtag su Twitter:

Puoi utilizzare gli hashtag ovunque nei tuoi Tweet . Usali all’inizio per dare enfasi, alla fine per il contesto o nel mezzo del tuo post per evidenziare una parola chiave.

Gli hashtag possono anche essere aggiunti in un commento quando ritwitti, nelle risposte e nella tua biografia su Twitter.

Puoi anche:

Un paio di consigli essenziali per l’hashtag da tenere a mente:

  • Tecnicamente, puoi utilizzare tutti gli hashtag che desideri in un Tweet, entro il limite di 280 caratteri. Ma Twitter consiglia di non utilizzarne più di due .
  • Se stai creando un nuovo hashtag, fai prima delle ricerche. Assicurati che non sia già in uso.

Come usare gli hashtag di Facebook

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

1-2

Dove troverai gli hashtag su Facebook:

Gli hashtag possono essere inclusi in qualsiasi parte del tuo post Facebook scritto o nei commenti.

Gli hashtag sono utili anche per raggruppare i contenuti in gruppi Facebook privati ​​per tema o argomento. Questo è importante da tenere a mente per i brand, considerando che Facebook sta vedendo i suoi utenti passare a canali privati .

Puoi anche:

  • Cerca un hashtag utilizzando la barra di ricerca di Facebook.
  • Fai clic su un hashtag per visualizzare un feed di post di Facebook utilizzando lo stesso hashtag.
  • Cerca gli hashtag utilizzati nei gruppi Facebook privati ​​utilizzando la barra “cerca in questo gruppo” nel menu del gruppo.

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • Poiché così tanti profili di utenti sono privati ​​su Facebook, ricorda che è più difficile per i marchi tenere traccia di come gli utenti interagiscono con i tuoi hashtag.
  • Monitora gli hashtag del tuo marchio e vedi quali profili pubblici stanno partecipando alla conversazione utilizzando l’URL facebook.com/hashtag/_____ . Includi la parola chiave che vuoi cercare alla fine.

Come usare gli hashtag di Instagram

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

5-10

Dove troverai gli hashtag su Instagram:

Includi gli hashtag dopo aver scritto una fantastica didascalia su Instagram . Puoi anche includere hashtag nella sezione dei commenti quando interagisci con i tuoi follower.

E puoi includere fino a 10 hashtag nelle tue storie di Instagram. (Tuttavia, le storie di Instagram non sono più presenti nelle pagine degli hashtag o mostrate agli utenti che seguono un tag. Ciò significa che gli hashtag non ti aiuteranno necessariamente a mostrare le tue storie a un nuovo pubblico, ma puoi comunque usarli per aggiungere contesto al tuo contenuto.)

È anche possibile includere hashtag nella biografia del profilo Instagram del tuo marchio.

Per ulteriori suggerimenti sugli hashtag di Instagram, leggi questa guida dettagliata.

E, naturalmente, guarda il nostro video strategico:

Puoi anche:

  • Cerca gli hashtag nella scheda Tag della sezione Esplora di Instagram.
  • Segui gli hashtag. Ciò significa che i contenuti di qualsiasi creator verranno visualizzati nel tuo feed, purché includano l’hashtag che stai seguendo.

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • Considera di pubblicare i tuoi hashtag come primo commento del post in modo che i follower possano concentrarsi sulla fantastica didascalia che hai scritto.
  • Con un account Instagram Business, puoi accedere a Instagram Insights . Quindi puoi vedere quante impressioni ha ricevuto il tuo profilo dagli hashtag.
  • Evita di aggiungere hashtag nel mezzo delle didascalie o dei commenti, poiché possono potenzialmente rendere i tuoi contenuti meno comprensibili e accessibili alle persone che utilizzano lettori di sintesi vocale. Raggruppare gli hashtag alla fine della didascalia (o in un commento) è la scommessa più sicura.  Pagina Instagram Insights che mostra dove vedere quante persone hanno visto il tuo post a causa dei tuoi hashtag

Come usare gli hashtag di YouTube

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

2-3

Dove troverai gli hashtag su YouTube:

Aggiungi alcuni hashtag nel titolo del video YouTube del tuo brand o nella descrizione del video.

Fai clic sull’hashtag del collegamento ipertestuale per visualizzare un feed con altri video che utilizzano lo stesso hashtag.

Ricorda: non utilizzare più di 15 hashtag. YouTube ignorerà tutti gli hashtag e forse segnalerà anche i tuoi contenuti a causa del tuo comportamento di spam.

Gli hashtag di YouTube non sono l’unico modo per aiutare gli utenti a trovare i tuoi video. Abbiamo 12 tattiche che aiuteranno i video del tuo brand a ottenere visualizzazioni .

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • Gli hashtag sono collegati a collegamenti ipertestuali nei titoli e nelle descrizioni, quindi i follower possono trovare altri contenuti con gli stessi hashtag facendo clic su uno dei due.
  • Se non includi hashtag nel titolo, i primi tre hashtag nella descrizione verranno visualizzati sopra il titolo del tuo video.

Come usare gli hashtag di LinkedIn?

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

1-2

Dove troverai gli hashtag su LinkedIn:

Incorpora hashtag ovunque nei tuoi post di LinkedIn .

Puoi anche:

  • Cerca gli hashtag utilizzando la barra di ricerca della piattaforma.
  • Gli hashtag di tendenza di LinkedIn verranno visualizzati nella sezione “notizie e visualizzazioni” della home page.
  • Ricevi suggerimenti di hashtag da LinkedIn mentre scrivi un aggiornamento.

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • LinkedIn è una piattaforma professionale. Mantieni anche l’uso degli hashtag professionale.
  • Segui gli hashtag su LinkedIn per vedere i post recenti che incorporano quell’hashtag.

Come usare gli hashtag di Pinterest

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

2-5

Dove troverai gli hashtag su Pinterest:

Quando utilizzi Pinterest per le aziende , includi gli hashtag Pinterest quando scrivi una descrizione Pin o in una descrizione scritta quando Repinning.

Pinterest offre anche suggerimenti di hashtag (solo nella versione mobile) durante la creazione di un nuovo Pin.

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • Pensa a Pinterest come a un motore di ricerca. Usa hashtag che siano ricercabili, specifici e che contengano parole chiave pertinenti.
  • Non utilizzare più di 20 hashtag nella descrizione di un Pin.

Se non lo sei già, è ora di iniziare a utilizzare gli hashtag nei tuoi post sui social media. Anche se hanno guadagnato popolarità per la prima volta nel 2007, sono ancora più utili oggi per il tuo marchio!

CategoriesInstagram Social Media

Quando è il momento migliore per pubblicare su Instagram nel 2021

Quando è il momento migliore per pubblicare su Instagram nel 2021? [Documento informativo]

post di marketing durante i tempi di coinvolgimento di instagram ottimali

Per creare un seguito considerevole su Instagram, devi creare contenuti accattivanti che il tuo pubblico desidera davvero. Ma se non pubblichi i tuoi contenuti al momento giusto, la maggior parte di loro non li vedrà mai. Quindi, come fai a capire il tempo di post ottimale per il tuo pubblico specifico? Il modo migliore per trovare un tempo di pubblicazione ideale è testare i tempi dei tuoi post per vedere quale tempo di pubblicazione genera il maggior coinvolgimento del pubblico.

Se ti mancano le risorse o il tempo per condurre i tuoi test, Sprout Social , una piattaforma di gestione dei social media con oltre 20.000 clienti, ti aiuta. Nel 2020, il loro team ha analizzato i dati dei clienti per vedere a che ora e in quale giorno i loro post sui social media hanno generato il maggior coinvolgimento. Ecco cosa hanno trovato.

Nuovi dati: rapporto sul coinvolgimento di Instagram [versione 2021]

Global Instagram Engagement

Se il 2020 ci ha insegnato qualcosa, è che i nostri mondi sono più interconnessi che mai su scala globale. Le nostre strategie sui social media devono riflettere questo nuovo stile di vita affinché le nostre aziende raggiungano i loro obiettivi.

Il grafico seguente mostra il coinvolgimento globale su Instagram in base all’ora del giorno e al giorno della settimana. Nota: l’ora è in CDT. Ciò significa che non pubblicheresti alle 11:00 per ogni fuso orario individualmente: 11:00 CDT funziona perfettamente in tutti i post pubblicati per un pubblico globale.

Hai bisogno di una visuale per elaborare strategie? Dai un’occhiata a questo grafico Sprout Social che mostra gli hotspot di coinvolgimento globale di Instagram.

Grafico del coinvolgimento globale su Instagram di Sprout Social

Fonte immagine

Sprout Social ha approfondito ancora di più i momenti migliori per pubblicare su Instagram, inclusi i momenti migliori per il coinvolgimento dei post. Abbiamo riassunto i risultati chiave del loro rapporto in un breve cheatsheet a cui puoi fare riferimento in seguito.

 

 

Il momento migliore per pubblicare su Instagram

 

Il giorno della settimana in cui pubblichi può modificare la quantità di coinvolgimento che ottieni durante lo stesso periodo.

Come mai? Pensa alle piccole differenze nel tuo umore e nella tua routine quotidiana – quelle che potresti non realizzare di avere – e in che modo influenzano il tuo comportamento. Lo stesso vale per tutti coloro che seguono il tuo account Instagram.

Per quanto non ci piaccia ammetterlo, molti di noi controllano i nostri social media come prima cosa al mattino per recuperare il ritardo della sera prima. Quindi, è il momento per una pergamena per la pausa pranzo. Infine, diamo un’ultima occhiata a cosa fanno i nostri amici e le nostre marche preferite prima di andare a letto. È logico che le ore di coinvolgimento più pesanti siano in linea con il modo in cui il nostro pubblico vive la propria vita.

Ecco un altro sguardo ai momenti migliori per pubblicare su Instagram ogni giorno e alcuni approfondimenti aggiuntivi da Sprout Social :

Il momento migliore per pubblicare su Instagram ogni giorno

  • Lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 11:00 alle 12:00 CDT – Considera che la maggior parte dei tuoi follower sta facendo una pausa pranzo in questo periodo e sarà più probabile che scruti Instagram per aggiornarti sulle ultime dai loro amici, marchi preferiti, e influencer. Durante questi periodi di tempo, condividi contenuti con cui è facile interagire e condividere.
  • Martedì, dalle 11:00 alle 14:00 CDT – Simile a quanto sopra, le pause pranzo sono comuni in questi orari. Tuttavia, il periodo di tempo più lungo può essere un’opportunità adatta per condividere contenuti di lunga durata come i video di IG TV o persino andare in diretta su Instagram.
  • Giovedì, 11:00 CDT – Per queste pause pranzo più brevi del giovedì, prova a pubblicare storie di Instagram con incentivi al coinvolgimento come sondaggi, domande e quiz per ottenere risposte rapide che gli utenti torneranno a leggere in seguito.

Quando pianifichi i post per Instagram, le stesse ore potrebbero non funzionare per ogni giorno. Considera sia il giorno della settimana che il settore in cui ti trovi (di quest’ultimo parleremo tra un minuto).

Suggerimento: pubblica su Instagram tra le 7:00 e le 10:30 CDT dal lunedì al venerdì. In questo modo otterrai il coinvolgimento più coerente perché i tuoi contenuti avranno il tempo di raccogliere visualizzazioni e condivisioni che portano alle ore di picco del coinvolgimento intorno alle 11:00 CDT.

Il momento migliore per pubblicare su Instagram per settore

I dati generali sopra riportati sulla tempistica ottimale dei post sono un ottimo punto di partenza per far crescere un pubblico di Instagram coinvolto. Ma se vuoi essere più granulare, ecco i momenti migliori per pubblicare su Instagram se la tua organizzazione opera nei settori della tecnologia, della ristorazione, dell’istruzione, della sanità e del non profit, secondo la ricerca di Sprout Social.

I periodi migliori per pubblicare su Instagram per le aziende tecnologiche

 

  • Orario migliore: lunedì 10:00 – 22:00 CDT
  • Coinvolgimento più coerente: dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 18:00 CDT
  • Giorno migliore: lunedì
  • Giorno peggiore: domenica

Gli orari migliori per pubblicare su Instagram per i ristoranti

 

  • Orario migliore: lunedì 9:00 – 13:00
  • Impegno più consistente: lunedì 9:00 – 13:00
  • Giorno migliore: lunedì
  • Giorno peggiore: sabato

I periodi migliori per pubblicare su Instagram per le organizzazioni educative

 

  • Orari migliori: venerdì 4:00 – 5:00, giovedì 14:00 CDT
  • Coinvolgimento più coerente: venerdì 04:00 – 13:00 CDT
  • Giorno migliore: venerdì
  • Giorno peggiore: domenica

I periodi migliori per pubblicare su Instagram per le aziende sanitarie

 

  • Orario migliore: martedì 8:00 – 12:00, 17:00 – 20:00
  • Impegno più coerente: domenica, 8:00 – 9:00 CDT
  • Giorno migliore: lunedì, martedì
  • Giorno peggiore: sabato

I periodi migliori per pubblicare su Instagram per le organizzazioni senza scopo di lucro

 

  • Orario migliore: mercoledì 10:00 – 18:00 CDT
  • Coinvolgimento più coerente: dal lunedì al venerdì dalle 11:00 alle 20:00 CDT
  • Giorno migliore: mercoledì
  • Giorno peggiore: domenica

Aumenta il coinvolgimento di Instagram nel tuo programma

Il coinvolgimento organico di Instagram e un programma di pubblicazione programmato vanno di pari passo. Ogni settore ha picchi e valli naturali di coinvolgimento durante il giorno, il che significa che la tua strategia Instagram dovrebbe fluire con loro. Usa queste infografiche per pianificare il tuo calendario sui social media per il prossimo trimestre e osservare il tuo tasso di coinvolgimento salire.

Nota dell’editore: questo post è stato originariamente pubblicato nel febbraio 2021 ed è stato aggiornato per completezza.

VBMarketing è una web agency a Milano specializzata nella realizzazione siti web professionali per aziende e professionisti.

Se il tuo sito sta avendo problemi ad avere contatti interessanti potresti valutare un nostro consulente SEO Milano.

 

 

 

 

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.