Che cos'è un messaggio InMail di LinkedIn
CategoriesLinkedln

LinkedIn è un ottimo posto per fare networking , sia per la tua carriera che per affari, ma cosa succede quando vuoi contattare qualcuno a cui non sei connesso su LinkedIn ? La messaggistica regolare è disponibile solo tra le persone che sono collegate a te. Entra in LinkedIn InMail, il sistema LinkedIn interno per la posta elettronica tra un utente e l’altro. Questi sono uno strumento altamente efficace che ti aiuta a ottenere i migliori risultati, purché li usi correttamente. Ma come massimizzare il loro potenziale?

Che cos’è un messaggio InMail su LinkedIn?

Un LinkedIn InMail è una funzione LinkedIn Premium che ti consente di inviare un messaggio LinkedIn a CHIUNQUE su LinkedIn. Il tuo destinatario sarà solitamente qualcuno a cui non sei collegato, come un decisore aziendale nelle vendite B2B. Oppure, come persona in cerca di lavoro, potresti contattare i reclutatori in merito al tuo interesse per determinati lavori.

Gli InMail fanno parte della suite di prodotti Premium che LinkedIn fornisce ai membri a pagamento, con il numero di InMail assegnati al mese in base al piano a pagamento. Ciò significa che dovresti inviare un messaggio InMail solo se il target è importante per te. In altre parole, è troppo costoso inviare un gran numero di messaggi InMail alla cieca. Peggio ancora, ti porterà a non avere più alcuna indennità quando conta di più.

LinkedIn è generoso nell’offrirti un credito InMail se il destinatario del tuo messaggio InMail risponde entro 90 giorni. Uno dei motivi è che LinkedIn è orgoglioso dell’efficacia degli InMail di LinkedIn. Significa anche che, fintanto che scegli con cura i tuoi destinatari, l’invio di un messaggio InMail è relativamente a basso rischio.

Anche se il tuo destinatario non risponde, tuttavia, c’è un’alta probabilità che almeno lo apra. Sono stati infatti segnalati tassi di apertura superiori all’85% e percentuali di clic superiori al 5%. Da ciò, possiamo concludere che probabilmente otterrai un’impressione di vendita anche se l’interazione non va oltre.

Se hai dubbi sull’argomento non esitare a contattare la nostra agenzia marketing milano per ulteriori argomenti

Qual è la differenza tra InMail e messaggi su LinkedIn?

In circostanze normali non puoi inviare a qualcuno un messaggio su LinkedIn senza essere connesso a loro o nello stesso gruppo LinkedIn. Questo aiuta a proteggere la privacy delle persone, oltre a limitare la presenza di spam. Ci sono eccezioni in cui a volte i membri di LinkedIn Premium consentono ad altri di inviare loro messaggi gratuitamente. Le persone che sono professionisti delle vendite potrebbero trarre vantaggio da questa funzione, così come i reclutatori.

Se qualcuno decide di inviare un messaggio InMail, il destinatario lo saprà immediatamente. I messaggi InMail di LinkedIn sono chiaramente etichettati come InMail, a indicare che non sono messaggi organici provenienti dalle tue connessioni e che qualcuno ha pagato per il privilegio di inviarti un messaggio. Questo probabilmente aiuta a incoraggiare le persone ad aprirlo, poiché sanno che non è spam. D’altra parte, sapranno che il mittente vuole qualcosa.

Come si scrive un buon InMail di LinkedIn?

Innanzitutto, dovresti sapere che ci sono limiti alla lunghezza . I messaggi InMail possono contenere fino a 200 caratteri nella riga dell’oggetto e fino a 2000 caratteri nel corpo. 2000 caratteri non vanno molto lontano se stai inviando messaggi a un amico. Ma se stai inviando un messaggio di lavoro, questo è sufficiente. Inoltre, probabilmente non vorrai comunque scrivere una lunga lettera di vendita. 

Questo argomento non è assolutamente da trascurare rispetto alla creazione di siti internet milano

Nozioni di base sulla formattazione

In secondo luogo, un messaggio InMail di successo inizia con la riga dell’oggetto . In questo caso, la riga dell’oggetto non dovrebbe essere noiosa. Scegli qualcosa di accattivante, ma professionale. Chiediti: se fossi nei panni del destinatario, cosa ti farebbe desiderare di aprire LinkedIn Inmail? È probabile che sia l’impressione che InMail contenga qualcosa di prezioso. E le statistiche lo confermano: fino al 35% dei destinatari lo leggerà solo se la riga dell’oggetto stabilisce una connessione.

Terzo, assicurati di dimostrare che ciò che hai da dire è importante . Detto questo, non è necessario utilizzare tutto quel conteggio di testo. In generale, sii breve e va al punto. LinkedIn afferma che gli InMail più brevi hanno prestazioni significativamente migliori rispetto a quelli più lunghi. I professionisti sono impegnati, quindi decideranno rapidamente se un prodotto o servizio pubblicizzato è rilevante per loro. È stato anche scoperto che gli InMail di LinkedIn con meno di 100 parole hanno il 50% di probabilità in più di ricevere una risposta rispetto alle loro controparti più grandi.

In quarto luogo, DEVI personalizzare l’e-mail : questo è il punto centrale dell’invio di un messaggio InMail di LinkedIn! Una sola riga dell’oggetto personalizzata aumenterà i tassi di apertura fino al 26%. Pensaci in questo modo: senza personalizzazione il messaggio sembrerà molto più spam.

Non convinto? Uno studio di Salesforce ha rilevato che quasi la metà (48%) dei responsabili delle decisioni nelle categorie B2B non risponde a un messaggio InMail a meno che non sia personalizzato. Anche LinkedIn ammette che le e-mail personalizzate fanno circa il 20% in più rispetto alle loro controparti prodotte in serie. Considerando che LinkedIn rimborsa alcuni messaggi InMail che rimangono senza risposta, le loro stime sono probabilmente molto buone.

Fantastico… come lo dico?

Per quanto importanti siano le basi, a volte dirlo nel modo giusto è difficile. Il mio primo consiglio è di spiegare chiaramente perché li hai contattati . Vuoi parlare a questa persona delle opportunità nella tua azienda? Se stai inviando quel messaggio InMail di LinkedIn a un candidato di lavoro, la notizia sarà probabilmente molto gradita. La stessa cosa vale con un consulente che sta cercando il prossimo grande cliente. Per i professionisti delle vendite, potrebbe essere una vendita più difficile.

Un altro consiglio è di menzionare eventuali associazioni comuni . In effetti, menzionare una connessione reciproca nella riga dell’oggetto aumenta le tue possibilità di ottenere una risposta fino al 27%. Inoltre, le persone che condividono un gruppo in comune con te, ad esempio, hanno il 21% di probabilità in più di rispondere. E fare riferimento a un ex datore di lavoro in comune aumenta del 27% le tue possibilità di ricevere una risposta InMail . Se non hai associazioni comuni come questa, prova a trovare qualcosa che hai in comune altrimenti.

Questo argomento è molto sfruttato dal consulente seo

Sebbene la maggior parte delle persone lo riconoscerà come una tecnica di vendita, non dimenticare di spiegare WIIFM (What’s In It For Me) . Anche se non stai cercando di “vendere” beni e servizi, stai chiedendo al destinatario di LinkedIn InMail di rispondere positivamente a te. Qualsiasi vantaggio che potresti realizzare, soprattutto se c’è molta concorrenza, è vantaggioso.

Infine, dai loro un motivo per rispondere chiedendo consigli, opinioni o referenze. In questo caso, non stai necessariamente andando direttamente al passo di vendita. Invece, stai dimostrando che il tuo destinatario LinkedIn InMail è prezioso e ha qualcosa da offrire. In altre parole, non sono solo un numero o un obiettivo di vendita impersonale. Questo è molto potente e incita a una risposta.

Cos’è l’InMail sponsorizzato?

Non tutto LinkedIn InMail è collegato a un account premium e non è sempre limitato. Mentre gli InMail fanno parte dei miglioramenti del profilo a pagamento, gli InMail sponsorizzati sono un prodotto LinkedIn Ads che ti consente di utilizzare la piattaforma LinkedIn Ads per indirizzare gli utenti e inviare loro InMail su larga scala. In altre parole, queste sono le e-mail di massa di LinkedIn, al contrario delle e-mail di prospezione artigianali.

Poiché i messaggi InMail sponsorizzati si basano sulla pubblicità, non puoi scegliere chi riceve esattamente i tuoi messaggi InMail, ma solo le opzioni di targeting da inviare a un numero complessivo di persone. Ciò significa che imposterai un budget e lascerai che LinkedIn si occupi del resto. D’altra parte, se scegli attentamente le tue opzioni di targeting, dovrebbe portare a un tasso di risposta decente. Gli strumenti di marketing digitale sono i tuoi migliori amici qui.

I messaggi sponsorizzati sono diversi da LinkedIn InMail anche dal modo in cui si comportano nella posta in arrivo del tuo target. Poiché gli InMail sponsorizzati sono annunci, le persone non possono rispondere a loro e sono invece costretti a rispondere al tuo CTA. Questo spesso significa andare su una pagina di destinazione e compilare un modulo informativo. Oppure, potrebbe significare la registrazione al webinar gratuito. Qualunque cosa sia, assicurati che il tuo CTA sia chiaro e facile da fare.

Un’altra cosa di cui dovresti essere consapevole è che gli InMail sponsorizzati sono chiaramente etichettati come sponsorizzati nella riga dell’oggetto. Pertanto, indipendentemente da cos’altro fai, il messaggio verrà considerato come un annuncio pubblicitario. Essere amichevoli o loquaci in un messaggio InMail sponsorizzato raramente è una buona idea. Dopotutto, alla gente non piacciono i messaggi di posta in blocco che sono loquaci: essere al punto in genere ha prestazioni migliori.

Da valutare anche per la creazione siti e commerce

Detto questo, LinkedIn afferma che sono efficacicon una percentuale di apertura del 57,5% e una percentuale di clic del 3,6%, rispetto al 21,6% e al 2,6% del normale marketing via email. Come puoi vedere, è più del doppio del tasso di apertura e di nuovo della metà del CTR. Questi sono buoni numeri, anche considerando che sono più costosi da spedire. Sarebbe interessante se potessimo confrontarli con altre forme di pubblicità. Tuttavia, questo è difficile a causa delle differenze nel pubblico previsto.

Se stai cercando di saperne di più su LinkedIn Ads, guarda il mio video sull’argomento qui:

Che dire di Cold Outreach?

Va notato che mentre LinkedIn limita gli InMail mentre Sponsored InMail ti consente di inviare e-mail ampiamente mirate su larga scala, c’è un’altra opzione: cold outreach. Con il cold outreach, stai utilizzando LinkedIn come fonte di dati, piuttosto che come metodo di contatto. Questo è simile ad altre forme di contatto con le persone quando non hanno aderito.

Il cold outreach implica lo scraping dei profili degli utenti di LinkedIn a cui desideri inviare messaggi, l’utilizzo di strumenti per trovare i loro indirizzi e-mail e quindi il cold outreach tramite l’email marketing Software. Gli strumenti utilizzati per inviare e-mail a e-mail derivate da LinkedIn sono spesso forniti dagli stessi strumenti per trovare gli indirizzi e-mail. È un ecosistema di marketing di LinkedIn senza coinvolgere le funzionalità a pagamento della rete.

Una descrizione di questo processo va oltre lo scopo di questo articolo, ma per ulteriori informazioni consulta questo articolo informativo di uno dei principali strumenti di scraping dei dati, Phantombuster . In generale, la divulgazione fredda dei dati di LinkedIn è molto controversa. LinkedIn ha anche provato a bloccarlo su più fronti. Ma allo stato attuale delle cose, non è una violazione della legge farlo.

Pronto a utilizzare gli InMail di LinkedIn?

L’utilizzo di LinkedIn InMail per il marketing è uno strumento estremamente efficace. Anche se costa denaro e sei limitato a quanti puoi inviare ogni mese, per molti di noi marketer sono un’ancora di salvezza. L’importante è sapere come e quando inviarli. Inoltre, dovresti sapere quando inviare messaggi sponsorizzati. Ad ogni modo, il marketing di LinkedIn basato sui messaggi è molto efficace.

Web agency gallarate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

info@vbmarketing.it

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.