Come avviare un'attività di consulente di social media
CategoriesSocial Media

In qualità di relatore e consulente di marketing di primo piano, mi viene spesso chiesto come diventare un consulente di social media e sviluppare i clienti iniziali. Come persona che fa questo da più di un decennio, sono felice di fare da mentore a una nuova generazione di consulenti di marketing esperti di social media. Il lancio di una nuova impresa è sempre la più difficile, ma sulla base della mia esperienza, volevo offrire a tutti voi una tabella di marcia su come avviare un’impresa di successo come quella che ho fatto io, che sia per un trambusto laterale o per un completo- impiego a tempo.

Da valutare anche per la creazione siti e commerce

Avviare qualsiasi nuova attività è un rischio e, anche se trovo che molte persone potrebbero avere l’esperienza in un determinato campo, potrebbero non avere le capacità di vendita e nemmeno le capacità di gestione dei social media e di marketing per sviluppare un’attività di consulenza di marketing e costruire un’azienda . 

(Sì, ho incontrato consulenti di social media che, a loro volta, non sono dei bravi praticanti.)

Non commenterò per quali tipi di progetti queste persone potrebbero essere appropriate, poiché ogni professionista porta sul tavolo un set di abilità unico e una pletora di esperienze, ma lo dirò andando avanti, se non puoi mostrare la tua esperienza di social media marketing con il proprio marchio sarà molto difficile stabilire la credibilità necessaria per sviluppare un business di successo. Questo perché, sebbene in passato abbia svolto consulenze sui social media su progetti relativi al servizio clienti, la maggior parte delle richieste che ricevo sono relative alla consulenza di marketing sui social media.

Questo argomento è molto sfruttato dal consulente seo

Cosa fa un consulente di social media?

Un consulente di social media è un professionista che aiuta le aziende a sfruttare i social media per una varietà di obiettivi aziendali.

Sebbene si possa affermare che le aziende hanno iniziato il loro viaggio sui social con i dipartimenti di pubbliche relazioni e la gestione delle crisi come obiettivi chiave, al giorno d’oggi la maggior parte dei budget è di proprietà del dipartimento di marketing. Con questo in mente, questi sono alcuni degli obiettivi principali che i marketer sociali hanno per il sociale che probabilmente il tuo lavoro includerà:

quali obiettivi hanno le aziende per l'utilizzo dei social media?
Fonte immagine

Ovviamente il tuo lavoro non si limiterà al social media marketing poiché il social viene sfruttato anche dai dipartimenti di vendita (vendita sociale), dal servizio clienti e persino dalla ricerca e sviluppo.

Non dimenticarti di questo argomento quando ti occuperai della realizzazione siti web professionali

Un consulente di social media potrebbe essere incaricato di svolgere uno o una combinazione dei seguenti lavori:

  • creazione di una strategia sociale
  • attuare
  • insegnando come implementare
  • monitoraggio
  • segnalazione
  • addestramento

Partendo dal presupposto che sei qualificato per il lavoro e stai dedicando abbastanza tempo e risorse per rendere la tua attività di consulenza sui social media un successo, ecco i 10 passaggi più importanti su come iniziare la consulenza sui social media:

1) Ricerca e scegli la tua nicchia

Sebbene “fare tutto” potrebbe essere uno slogan interessante per i genitori che lavorano nei primi anni ’90, è estremamente dannoso per qualsiasi forma di marketing, gestione e consulenza.

Come mai?

I marchi, le dichiarazioni di intenti e le pratiche delle aziende sono tutti estremamente diversi, soprattutto tra i mercati. Ciò che funzionerà per un marchio, ad esempio un marchio sportivo, non funzionerà per un marchio che cerca di promuovere dolci zuccherati. Anche se non tutte le società cross-market saranno così estreme, ci sono nicchie specifiche per prodotti e servizi specifici e identificare quale tipo è la tua specialità può rendere molto più semplice la commercializzazione dei tuoi servizi e il potenziamento dei tuoi clienti.

In generale, dovresti iniziare a cercare lavoro nella nicchia in cui hai l’esperienza più professionale.

Ottieni maggiori informazioni contattando la nostra web agency

2) Segui i corsi online

Tutti devono iniziare da qualche parte.

Prima di avviare la tua attività di consulenza, segui alcuni corsi online sul settore e fai pratica. Puoi farlo offrendo i tuoi servizi gratuitamente (cosa che la maggior parte non consiglierebbe) o semplicemente esercitandoti nel tuo tempo libero. Cerca un marchio locale più piccolo e chiediti come puoi applicare ciò che hai imparato nei tuoi corsi online a quell’azienda o marchio. Seguire corsi e applicare ciò che hai imparato nella pratica pratica ti aiuterà a prepararti per le sfide che dovrai affrontare come consulente e può darti un arretrato di idee per potenziali clienti.

3) Inizia stabilendo la credibilità

Questo è un gioco da ragazzi. Senza credibilità, nessuno ti assumerà. Come stabilire la credibilità come consulente di social media è una conversazione completamente separata, ma devi pensare attentamente e immaginare: se fossi dall’altra parte del tavolo, perché dovrebbero fidarsi di te per i loro affari? Perché dovrebbero?  

Supponendo che tu non abbia alcuna esperienza precedente nella consulenza con i clienti, un dato di fatto qui è che hai la tua solida presenza sui social media e almeno puoi mostrare il tuo marchio online per guadagnare un po’ di credibilità con i potenziali clienti. Un sito Web è una necessità e un blog che mostri le tue conoscenze ed esperienze ti aiuterà a creare fiducia attraverso i tuoi contenuti, così come il mantenimento di un corpo coerente di follower. Scrivere i tuoi ebook o ospitare i tuoi webinar sono altri modi per creare credibilità mettendo in mostra le tue conoscenze e una strategia di successo sui social network.

Da tenere in considerazione anche per creazione siti web legnano

4) Acquisire esperienza nella consulenza sui social media

Insieme alla credibilità, devi mostrare l’esperienza che hai, il che equivale al motivo per cui puoi fare soldi con gli altri. Se non hai alcuna esperienza di gestione dei social media o di campagne sui social media, non puoi aspettarti di fare affari. Inizia con la tua presenza sui social media, quindi dai una mano offrendo servizi di consulenza pro bono ad altri membri della tua famiglia e/o della tua rete da cui puoi assistere e costruire un track record. 

Ci sono anche molte organizzazioni senza scopo di lucro che apprezzerebbero i tuoi contributi . Naturalmente, potresti offrire i tuoi servizi a un prezzo molto basso su prodotti del calibro di Fiverr o Upwork come strategia di crescita, solo per acquisire quell’esperienza iniziale se non riesci a trovare altre organizzazioni che necessitano di aiuto.

Da tenere sempre presente anche per la realizzazione e commerce milano

L’importante è questo: man mano che acquisisci esperienza, inizi a costruire un portfolio di casi di studio che puoi sia visualizzare sul tuo sito Web, sia parlare sulle piattaforme di social media su cui sei attivo. Sono preferite le aziende con un corpo di lavoro visibile, anche se tale corpo di lavoro è stato completato in gran parte come sforzo volontario.

5) Presentarsi sui social media

Le strategie dei social media riguardano principalmente il farsi trovare online, quindi ovviamente è necessario disporre di un marchio online adeguato che permei il tuo sito Web, così come i tuoi social network, in modo che ci sia un senso di fiducia nella tua azienda. Se dici ai tuoi clienti che dovrebbero essere su Snapchat, ma non hai ancora un account lì, il tuo marchio online è incompleto! Pensa a tutti i siti in cui gli imprenditori avrebbero una presenza online e assicurati di accamparti là fuori!

Se hai qualche domanda potresti valutare di contattare un nostro consulente seo milano

6) Diventa un creatore di contenuti

Chiunque può accedere a Twitter e ritwittare i contenuti di tutti gli altri. Ma qual è la tua opinione sull’utilizzo dei social network online per le imprese?

Se non stai contribuendo con il tuo blog o post sui social media unici e perspicaci, perché qualcuno che ti trova dovrebbe visitare il tuo sito Web e saperne di più su di te?

Come possono essere sicuri che puoi applicare la tua esperienza alla loro situazione particolare se la tua presenza online non è solida e coinvolgente?

Questo contenuto può essere visualizzato come un post di blog, un ebook o una normale newsletter che invii a potenziali clienti. Sfruttare storie e video è un altro modo per mostrare ciò che sai e come puoi aiutare gli altri.

7) Crea connessioni, sia online che offline

Le persone acquistano da persone che conoscono e si affidano ai consigli di amici fidati tramite il passaparola. Sebbene il social sia relativamente nuovo, si applicano le stesse vecchie regole del business. I consulenti devono lavorare sodo per interagire con gli altri su una determinata piattaforma per ampliare la portata della tua rete, ma non dimenticare di portare offline quelle relazioni ed espanderle. 

È probabile che i tuoi primi affari arriveranno a livello locale, quindi mi concentrerei sul networking locale prima di essere troppo ambizioso e pensare a livello nazionale o addirittura globale. Nel tempo, inizierai a generare lead dalla tua presenza sui social media.

Questo argomento è ottimo anche per la realizzazione siti web aziendali

8) Impara dai tuoi clienti come avviare un’attività di consulenza sui social media

Molto presto, supponendo che tu abbia seguito i passaggi precedenti, incontrerai senza dubbio qualcuno che potrebbe essere interessato ai tuoi servizi. Bene, quali sono esattamente i tuoi servizi? È tempo di non spiare i siti di altre società di consulenza sui social media in cerca di idee, ma di fare un conteggio di ciò che hai fatto pro bono per quelli della tua rete. È anche il momento di imparare dai tuoi clienti e capire il loro dolore e le loro esigenze e fornire soluzioni che risolvano i loro problemi. Se non l’hai ancora letto, è tempo di prendere una copia del classico libro Solution Selling per un’istruzione che la maggior parte dei professionisti delle vendite e dei consulenti affronta all’inizio della loro carriera.

9) Quanto addebitare?

La sottovalutazione dei tuoi servizi può fare una di queste due cose: far sembrare che tu non sia qualificato per svolgere il tuo lavoro, o creare un precedente pericoloso per i futuri clienti, che potrebbero aspettarsi che tu continui a lavorare per importi estremamente bassi. La vendita eccessiva dei tuoi servizi è altrettanto problematica, in quanto può darti la reputazione di essere costoso e può tenere lontani i clienti, che non sentono di potersi permettere di pagare per l’esperienza dei gestori dei social media.

Se hai domande sull’argomento contatta la nostra agenzia web milano

Come si decide quanto addebitare, allora? La soluzione migliore è valutare le persone e le aziende che svolgono lavori simili nella tua zona e basare i tuoi prezzi su tali attività. Se vuoi rendere le tue tariffe più competitive, puoi addebitare appena meno della tariffa standard nella tua zona. Glassdoor e altri siti hanno informazioni di questo tipo organizzate in base agli stati e possono offrire informazioni più dettagliate sulla tua posizione. 

10) Scala assumendo persone

Molte aziende iniziano con un solo dipendente e registrano una crescita ridotta, rendendo l’operazione con una sola persona perfettamente funzionante. Può essere problematico, tuttavia, quando uno spettacolo personale cresce in modo esponenziale e non è in grado di tenere il passo con le vendite, i servizi o le richieste di servizio. Per assicurarti di offrire tutto ciò che puoi ai tuoi clienti in entrata e potenziali, noleggia tutti i servizi per i quali non puoi impegnarti. Se hai così tanto lavoro, ad esempio, che lavori 12 ore al giorno e hai le finanze per portare a bordo qualcun altro, delega i compiti che puoi a un’altra persona (o a un team di persone). 

Da considerare per la realizzazione siti web busto arsizio

Avere un team dimostrerà che la tua attività sta crescendo e che sei in grado di acquisire clienti aggiuntivi. Man mano che assumi più persone, assicurati di coinvolgere persone in grado di concentrarsi su un’area specifica, per assicurarti di ottenere il massimo dai talenti, dalle abilità e dai punti di forza individuali del tuo team.

Sei pronto per avviare la tua attività di consulenza sui social media?

Il mio background è nelle vendite business-to-business (B2B) e nello sviluppo del business, quindi sviluppare il business è naturale per me, ma mi rendo conto che molti consulenti non sono esperti di vendita, soprattutto quando si tratta di sviluppare lead dai canali online. Personalmente sono stato in grado di sviluppare con successo il business attraverso una combinazione delle cose di cui sopra e credo che possa essere una formula di successo anche per te. 

Inoltre, non sto cercando di far sembrare la mia risposta “zen” o astratta, ma credo che richieda molto duro lavoro per combinare quanto sopra, per non parlare della creatività con un po’ di fortuna in più per quanto riguarda i tempi delle conversazioni e le opportunità . Ci sono molte cose più specifiche che posso sottolineare, ma le lascerò per futuri post sul blog e webinar sull’argomento.

Da valutare anche per la creazione siti e commerce

Mi piacerebbe il tuo feedback: c’è qualcos’altro che consulenti e gestori di social media esperti e di successo possono aggiungere per aiutare tutti a come avviare un’attività di consulenza sui social media? Se invece sei un aspirante consulente, questo ti dà più sicurezza per perseguire la tua passione?

Foto di Marilia Castelli su Unsplash

Domande frequenti sui consulenti di social media

Cosa fa un consulente di social media?

Un consulente di social media è un professionista che aiuta i marchi e le aziende a sfruttare i social media e la strategia dei social media in generale. Implica la pianificazione, lo sviluppo e il miglioramento della presenza sui social media di un marchio attraverso tecniche di marketing digitale. Inoltre, gestire le crisi e il budget per allinearsi agli obiettivi del brand.

Quanto guadagna un consulente di social media?

Le tariffe dei consulenti di social media dipendono dalla loro esperienza e competenza. In genere, un consulente iniziale con 0-3 anni di esperienza può addebitare da $ 15 a $ 50 all’ora. Dipenderà anche da cosa comporta il progetto e dal budget del cliente. Se hai più esperienza, puoi aumentare la tariffa da $ 50 a $ 100 all’ora.

Questo argomento è molto sfruttato dal consulente seo

Perché hai bisogno di un consulente di social media?

Ecco i motivi per cui hai bisogno di un consulente di social media:

1. Sono esperti di social media
2. Possono aiutarti a risparmiare tempo e denaro
3. Ti aiutano a raggiungere i tuoi obiettivi di social media marketing
4. Allo stesso tempo, ti aiutano migliori e pianifichi le strategie dei social media
5. Possono aiutarti a capire i numeri e analizzare i risultati dei tuoi sforzi di marketing

Come faccio a diventare uno specialista dei social media?

Se vuoi diventare uno specialista dei social media, controlla questi importanti passaggi:

1. Fai le tue ricerche e decidi la tua nicchia
2. Informati seguendo corsi online
3. Stabilisci la tua credibilità e reputazione
4. Acquisisci esperienza iniziale e costruisci il tuo portfolio da lì
5. Sii attivo sui social media
6. Crea contenuti
7. Crea connessioni

Da tenere in considerazione durante la realizzazione siti web

Quanto guadagnano i consulenti multimediali?

Un consulente di social media che è piuttosto nuovo nel settore può addebitare tra $ 15- $ 50 all’ora. I consulenti di social media intermedi guadagnano tra $ 50 e $ 100 all’ora. E gli esperti possono addebitare $ 120/ora o anche più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

info@vbmarketing.it

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.