eseguire un'analisi competitiva SEO
CategoriesSEO

Perché un’analisi competitiva SEO è fondamentale per il tuo marketing digitale?

Un’analisi competitiva è qualcosa che devi fare in tutte le sfere del business e il tuo sito web non fa eccezione. 

In questo articolo, daremo un’occhiata ad alcune delle aree chiave su cui devi concentrarti per condurre un’analisi competitiva approfondita. Sarà utile sia per i principianti che per gli esperti che stanno cercando di rispolverare le proprie capacità di analisi competitiva.

analitica

Ma prima di approfondire la complessità dell’analisi della SEO dei siti Web dei tuoi concorrenti, dobbiamo rispondere a una domanda importante: perché spendere tempo e risorse per farlo in primo luogo?

Perché è importante un’analisi della concorrenza SEO?

Prima di tutto, dobbiamo capire il motivo per cui le persone fanno analisi competitive. Se vuoi che il tuo sito web si posizioni in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca, dovrai tenere traccia di ciò che stanno facendo anche i tuoi concorrenti.

Per quali parole chiave si posizionano, su quale tipo di contenuto si stanno concentrando, i loro punti di forza e di debolezza.

Quando sai cosa sono, puoi utilizzare queste informazioni per prendere decisioni più informate sulla tua strategia SEO e sui contenuti . Solo prendendo in considerazione questi fattori sarai in grado di proteggere e rimanere in cima alle pagine dei risultati di ricerca.

Anche dopo aver ottenuto posizioni elevate, la necessità di condurre ricerche competitive non scompare. Devi ricordare che anche se potresti aver raggiunto le classifiche che volevi, ci sono ancora dozzine, se non centinaia di altri siti Web nella tua nicchia che stanno attivamente cercando di superarti.

Quindi, non esiste un’analisi competitiva SEO “finita”, è un processo che va avanti per tutto il tempo in cui gestisci il tuo sito web.

Da considerare per la realizzazione siti web busto arsizio

Passaggio 1: identifica la tua *reale* concorrenza

Il primo passo nell’esecuzione di un’analisi competitiva è, ovviamente, identificare i concorrenti. Anche se questo è solo il punto di partenza, è qui che molte persone iniziano già a commettere errori.

La frase chiave qui sono i veri concorrenti , e non solo quelli che pensi siano i tuoi concorrenti . 

Per identificare i concorrenti, devi controllare chi si classifica per le tue parole chiave di nicchia. Puoi farlo con uno strumento SEO come SEMRush . Gli strumenti SEO aiuteranno anche a identificare molte delle cose che verranno discusse in questo articolo, quindi investire in uno sarà essenziale per il tuo successo.

Un errore comune che le persone fanno è concentrarsi solo sulle parole chiave che hanno il volume di ricerca maggiore. E mentre garantire un buon posizionamento per quelle parole chiave migliorerà sicuramente la tua visibilità online, ci sono potenzialmente centinaia di altre parole chiave che potrebbero non avere lo stesso volume di ricerca, ma possono aiutarti a dominare un segmento molto specifico nel tuo mercato.

Per vedere il quadro completo, devi prendere in considerazione tutte le parole chiave che le persone cercano nella tua nicchia e non solo quelle con il volume di ricerca più elevato.

In caso contrario, la tua analisi SEO competitiva non sarà accurata.

Per quanto sia importante identificare i concorrenti, è ancora più importante capire con chi NON competere. Non ha senso cercare di superare Wikipedia e altre risorse simili.

Passaggio 2: trova le lacune nelle parole chiave

Le lacune di parole chiave sono parole chiave per le quali i tuoi concorrenti si classificano ma tu no.

È importante trovarli e cercare di colmare il divario, come se non fossi affatto classificato per queste parole chiave, tutto il traffico andrà direttamente ai tuoi concorrenti.

Quando si identificano queste lacune, è importante tenere a mente alcune domande: 

  • Perché non sei classificato per questa parola chiave? Non hai il prodotto/servizio ad esso associato? 
  • Con quale tipo di contenuto si classificano i tuoi concorrenti? È una pagina di prodotto o un post di blog informativo?
  • Si classificano organicamente o usano tattiche come la costruzione di link per dare una spinta alla loro pagina nelle classifiche?

Se stanno aumentando le loro classifiche con i backlink, sarà difficile superarli fino a quando non accumulerai un numero simile di backlink.

Ma, ad esempio, se si classificano con una pagina di prodotto e hai un prodotto simile in grado di coprire quella query, superarli può essere abbastanza semplice: tutto ciò che devi fare è integrare il tuo prodotto con un post sul blog informativo che può coprire le domande associate alla parola chiave.

Passaggio 3: identificare le pagine con le migliori prestazioni

Anche trovare le pagine che portano più traffico ai tuoi concorrenti dovrebbe far parte della tua analisi SEO competitiva. Sia che tu stia cercando di fare soldi con un blog o di avere un’azienda che vende un prodotto o servizio, queste informazioni sono fondamentali per il tuo successo. 

È la loro homepage? Un post sul blog? Per quante e per quali parole chiave si posiziona? Quanto del loro traffico totale genera questa pagina?

Superare la loro pagina più forte può essere una sfida enorme. Quindi, tutte queste informazioni possono aiutarti a identificare le lacune e i punti deboli nel resto dei loro contenuti: se la loro pagina con le migliori prestazioni è una pagina di destinazione, ma i loro post sul blog sono poco brillanti, varrebbe la pena dedicare le tue risorse a rendere più forte blog.

Passaggio 4: quale tipo di contenuto funziona meglio per loro?

La strategia dei contenuti di ognuno è diversa. Per assicurarti che il tuo funzioni per te, devi tenere a mente il tipo di contenuto che domina i siti dei tuoi concorrenti.

  • Pubblicano regolarmente post di blog informativi? 
  • Se sono nella nicchia dell’eCommerce, forniscono ai loro prodotti guide pratiche?
  • Hanno un podcast? 
  • Com’è la loro presenza sui social media?

Prendi nota delle aree in cui ti superano e di quelle in cui hanno prestazioni inferiori. Ad esempio, se hanno un blog ma il loro contenuto non è eccezionale come avrebbe potuto essere, concentrati sulla pubblicazione di post sugli stessi argomenti, ma migliori: più lunghi, più informativi, che trattano argomenti che non hanno notato, ecc.

Inoltre, prendi nota di come stanno usando le parole chiave nei loro contenuti. Il loro contenuto è ottimizzato con strumenti? Com’è il loro punteggio di leggibilità? Il loro contenuto è lungo o breve? 

E, naturalmente, se noti che ai tuoi concorrenti manca una qualche forma di contenuto (ad esempio, guide pratiche su come utilizzare i loro prodotti), dovresti approfittarne e colmare tale lacuna il prima possibile.

Da valutare anche per la creazione siti e commerce

I backlink sono un enorme fattore di ranking. In effetti, molte aziende assumono link builder per fare tutto internamente o addirittura spendono i soldi per un’agenzia di link building.

Più backlink da risorse altamente autorevoli ha un sito web, più facile sarà per lui assicurarsi un posizionamento elevato. La stessa logica si applica alle singole pagine: anche se il tuo sito nel suo insieme non si posiziona così in alto, sarai in grado di assicurarti i primi posti nelle SERP per le singole pagine se crei link a ritroso sufficientemente forti verso di esse.

Controllando i profili di backlink dei tuoi concorrenti, sarai in grado di capire se stanno spendendo o meno il loro tempo e le loro risorse nella creazione di link. E se lo sono, quali pagine in particolare stanno cercando di potenziare.

Passaggio 6: quanto è alta la loro autorità? 

Domain Authority è una metrica sviluppata da Moz . In sostanza, i siti Web di alta autorità hanno molto più facilità a posizionarsi in alto nelle SERP, anche se Google non riconosce ufficialmente l’esistenza di questa metrica.

Se i tuoi concorrenti hanno un’autorità di dominio molto più alta di te, sarà molto difficile per te superarli per parole chiave ad alto volume poiché Google li favorisce automaticamente. 

Potrebbe sembrare che tu non possa superare un sito Web di alta autorità, ma ogni risorsa ha i suoi difetti e lacune nei contenuti. Devi trarne vantaggio, soprattutto quest’ultimo.

Passaggio 7: verifica delle prestazioni tecniche

Le prestazioni del tuo sito web sono un fattore di ranking in sé e per sé. Google preferisce le risorse ottimizzate , quindi assicurarsi che le tue funzionino senza intoppi dovrebbe sempre essere una priorità.

Poiché la maggior parte delle persone naviga sul Web dai propri dispositivi mobili, anche l’ottimizzazione e la reattività dei dispositivi mobili sono un must.

I siti Web più vecchi incontrano sempre questo problema: anche se la loro valutazione del dominio è eccezionalmente alta, potrebbero essere rallentati dalle loro dimensioni, dai carichi di plug-in o dal vecchio codice. 

Questo potrebbe anche renderli più difficili da ottimizzare per i dispositivi mobili. Se il sito del tuo concorrente ha un bell’aspetto su desktop ma fa fatica sui dispositivi mobili, questa potrebbe essere un’ottima occasione per superarli sui dispositivi mobili.

Passaggio 8: dai un’occhiata al loro collegamento interno

I collegamenti da altri siti non sono l’unico tipo di collegamento che contribuisce all’ottimizzazione dei motori di ricerca di una risorsa.

Dovresti anche avere molti link interni che puntano ad altre pagine del tuo sito web. Questo non solo rende il tuo sito web più facile da navigare per le persone, ma anche per i crawler.

Una solida struttura di collegamento interna rende il tuo sito web più adatto ai bot di Google, che entrano, scansionano e indicizzano la tua risorsa.

Una struttura di collegamento interna scadente può causare ritardi nell’indicizzazione. Ma come puoi usarlo a tuo vantaggio? 

Se i siti Web dei tuoi concorrenti sono completamente collegati internamente mentre il tuo non lo è, dovresti fare del tuo meglio per risolverlo il prima possibile.

Se noti che alcuni dei loro contenuti non sono collegati internamente correttamente, puoi provare a promuovere i tuoi contenuti concorrenti mentre i loro hanno problemi di indicizzazione.

Questo argomento è molto sfruttato dal consulente seo

Gli snippet in primo piano sono fantastici. Sono questi frammenti di contenuto che vengono automaticamente estratti nelle SERP dal contenuto che è stato indicizzato.

cos'è un esempio di snippet in primo piano per seo

Sono accattivanti e rispondono alle tue domande prima ancora di fare clic su qualsiasi collegamento. La protezione di uno snippet in primo piano può effettivamente essere più preziosa del primo posto effettivo nella SERP. 

Puoi verificare se i tuoi concorrenti stanno ottimizzando attivamente i loro contenuti per gli snippet in primo piano. Puoi farlo controllando il numero totale di frammenti in primo piano che hanno. Sta crescendo? È in calo o rimane lo stesso? 

Se non sta crescendo, significa che non si stanno concentrando sugli snippet in primo piano, il che ti offre l’opportunità di farlo. 

Per ottimizzare i tuoi contenuti per gli snippet in primo piano, devi trovare una domanda che le persone pongono e quindi provare a rispondere nel modo più preciso e conciso possibile, quindi le tue possibilità che Google visualizzi il tuo snippet nelle SERP aumenteranno.

Oltre agli snippet in primo piano, ci sono altre funzioni di ricerca, inclusi video, persone che chiedono anche e video.

Tutti questi sono eccezionalmente utili e possono significare di più per il tuo sito Web rispetto ai primi posti effettivi su Google, poiché quando le persone vedono uno snippet/video/immagine in primo piano, vengono automaticamente attratti da esso e saltano il primo risultato.

Come puoi vedere dallo screenshot qui sotto, Uscreen si colloca nella prima pagina delle SERP per la keyword “Twitch Monetization”. 

Lo snippet in primo piano del video include anche timestamp per consentire alle persone di guardare segmenti specifici del video che Uscreen ha caricato sul proprio canale YouTube. 

esempio di snippet di video in primo piano per la monetizzazione di Twitch seo

Passaggio 10: tenere d’occhio gli aggiornamenti dell’algoritmo

Ogni tanto, Google cambia il modo in cui funziona il loro algoritmo. A volte i cambiamenti sono così drastici da scuotere l’equilibrio di potere in un’intera nicchia.

Ad esempio, quando Penguin è caduto, molti siti incentrati sulla creazione di link hanno subito un enorme calo perché i link di spam su cui si basavano hanno perso improvvisamente il loro valore.

Quindi, ogni volta che viene rilasciato un nuovo aggiornamento, non solo devi controllare lo stato del tuo sito web, ma anche quello dei tuoi concorrenti. 

Molti aggiornamenti ti forniranno l’opportunità di superare i concorrenti, soprattutto se una strategia su cui hanno fatto affidamento diventa priva di significato.

Da tenere in considerazione durante la realizzazione siti web

Conclusione: la tua analisi competitiva SEO scopre un tesoro di intuizioni

Un’analisi competitiva potrebbe sembrare un esercizio teorico da manuale ma, come puoi vedere da questo tutorial, è un esercizio pratico e prezioso come qualsiasi altra cosa nel marketing digitale.

Hero Photo di Chris Liverani su Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

info@vbmarketing.it

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.