come sfruttare un post sul blog
CategoriesBlog

Ogni volta che pubblichi una foto su Instagram, aggiungi una didascalia. La creazione di una didascalia, per quanto piccola, richiede la scrittura. Guardandoti intorno oggi, può sembrare che le persone non scrivano più, ma la maggior parte delle persone scrive quotidianamente! Didascalie e altri scritti in forma abbreviata sono vivi e vegeti. Con tanti utenti di social media quanti sono, è sicuro dire che TUTTI sono uno scrittore di qualche tipo e praticamente tutti sono in grado di mettere insieme una frase convincente o insieme. Gli aspiranti autori non sono gli unici scrittori: la maggior parte delle persone scrive saggistica ogni giorno.

Gli scrittori sono persone che sentono il bisogno di esprimere le proprie opinioni su Medium o su un blog, sia per l’azienda per cui lavorano come parte di un blog aziendale o di un blog personale. Gli scrittori possono anche essere persone che trasformano la loro passione per la scrittura e lo fanno regolarmente contribuendo a una rivista digitale , o persone a cui piace condividere i propri pensieri sui social media attraverso il micro-blogging. Nonostante la prevalenza di scrittori, i passaggi per strutturare un buon post sul blog sono un argomento di cui non si parla nella blogosfera tutte le volte che dovrebbe essere.

Perché l’argomento della buona struttura dei post del blog è così importante? Perché, secondo WordPress, ci sono circa 90 milioni di post pubblicati mensilmente su questa piattaforma. C’è MOLTA concorrenza che cerca di superarti su Google e altri motori di ricerca!

Questo argomento è molto sfruttato dal consulente seo

Perché avere un blog?

Tutti sanno che avere un blog può essere una strategia di marketing di successo per raggiungere il tuo pubblico di destinazione in modo più rapido ed efficace. Se sei un esperto nel tuo campo, ancora meglio! Le persone apprezzano i contenuti di valore ora più che mai.

Quindi, se ritieni di avere qualcosa di utile da condividere con il tuo pubblico o hai un modo con le parole, avere un blog è il mezzo perfetto per tutte le tue attività di scrittura.

ecco come appare una macchina da scrivere per coloro che potrebbero non ricordare!

Sembra che l’ 81% delle aziende consideri i propri blog “utili”, “importanti” o “critici” e i marketer B2B che utilizzano i blog generano il 67% di lead in più rispetto a quelli che non lo fanno.

Queste statistiche dovrebbero essere una ragione sufficiente per avviare un blog per la tua azienda o sviluppare il tuo marchio personale attraverso un blog ben scritto. Per quanto importante sia il blog, non dovresti creare un sito solo per il gusto di avere un blog. Invece, devi assicurarti di seguire i passaggi per creare un blog di successo e fornire continuamente contenuti di valore, anche se tali contenuti implicano la creazione di un collegamento ad altri argomenti importanti o conversazioni preziose. 

Tutti possono aprire un blog . Ci vogliono alcuni minuti per iniziare con WordPress, che è esattamente come è iniziato questo blog. Il modo in cui sviluppi la strategia dei contenuti del tuo blog e strutturi i tuoi post sul blog è fondamentale per avere successo in quest’area. Magari trova una nicchia ed esplorala. 

Da valutare anche per la creazione siti e commerce

Inizia pensando al pubblico

Quando scrivi un post sul blog, vuoi offrire contenuti di valore al tuo pubblico.

Per fare ciò, dopo aver capito l’idea di cosa tratterà il tuo post sul blog, devi capire quale punto di vista assumere sulla questione. Per avere una buona struttura dei post del blog, devi tracciare le idee principali da evidenziare e discutere nei tuoi contenuti. Pensa a cosa vuole leggere il tuo pubblico su questo argomento. Sempre, inizia sempre pensando al tuo pubblico. Dopotutto, il tuo pubblico è la forza che guida il successo del tuo blog, incluso il fornire ad altre persone un link al tuo blog. 

conosci il tuo pubblico come se fossi un DJ

Proprio come un buon DJ, devi capire chi è il tuo pubblico. Ti dirà molto su cosa dovresti scrivere e cosa ti interesserà.

Ricerca per parole chiave

Il tuo prossimo compito è andare online e fare i compiti e fare qualche ricerca di parole chiave per scrivere post sul blog e migliorare le classifiche di ricerca.

Cerca parole chiave specifiche che possono essere incluse nelle intestazioni principali. Leggi tutto ciò che puoi trovare online su quelle parole chiave specifiche e assicurati di non parlare della stessa cosa. Per suscitare interesse, devi offrire una visione unica di argomenti popolari! Il traffico di ricerca organico aiuta, ma le persone restituiranno di più solo se offri valore e una prospettiva unica.

C’è ancora qualcosa di nuovo che puoi aggiungere al tipo di post in cui si inseriscono le tue parole chiave? Hai una nuova prospettiva sulla questione?

Queste sono due delle domande più importanti a cui rispondere prima di capire come strutturare un buon post sul blog.

Un ottimo strumento gratuito, che sono sicuro che molti di voi conoscono, è Ubersuggest di Neil Patel . Come marketer di contenuti, dovresti aggiungerlo ai segnalibri. Ringraziami più tardi!

Ubersuggest è perfetto per fare la tua ricerca di parole chiave e vedere quali contenuti escono nelle classifiche di ricerca su Google per le parole chiave che avevi in ​​mente. Per non parlare della difficoltà SEO e delle ricerche o dei backlink mensili medi. Fondamentalmente hai tutte le informazioni necessarie per indirizzare le parole chiave giuste, in base alla competitività del tuo blog negli algoritmi di ricerca.

Se desideri uno strumento più avanzato, dai un’occhiata allo strumento che utilizzo, SEMrush .

Se hai domande sull’argomento contatta la nostra agenzia web milano

Segno della società di Google

Primi passi su come strutturare un post sul blog

Ora che hai fatto le basi, scaviamo più a fondo nel processo di creazione di una struttura solida di un buon post sul blog.

Inchioda l’introduzione

Come tutti noi qui sappiamo, un buon post sul blog dovrebbe iniziare con un titolo e un’introduzione accattivanti.

Avere una forte introduzione mapperà di cosa tratta veramente il tuo post sul blog. Puoi iniziare usando un aneddoto per guadagnare un po’ di fiducia e far sapere ai lettori che sei un’autorità sull’argomento. Quello che mi piace fare, però, è iniziare con una buona narrazione , qualcosa che introduca l’argomento in modo creativo. Non vorresti annoiare il pubblico fin dai primi secondi. L’esperienza dell’utente è fondamentale! 

Invece di decostruire l’argomento che vuoi introdurre, scegli semplicemente una storia correlata a quello. Questo articolo è iniziato guardando gli Instagrammer con la prospettiva di essere scrittori. Fai interessare il lettore a ciò che leggerà dopo. Frasi più brevi e punti concisi di solito vanno meglio con il tuo pubblico. 

Hai bisogno di un esempio di una buona introduzione? Guarda all’inizio dell’articolo che stai leggendo. 

come strutturare un buon esempio di introduzione di un post sul blog

Perché funziona? Ha introdotto brevemente il concetto di influencer marketing, quindi il lettore sa cosa aspettarsi dopo. In secondo luogo: ha numeri e numeri ed elenchi puntati renderanno sempre le cose più interessanti e affidabili. Come lettore, mi fa sentire come se stessi leggendo qualcosa che è effettivamente vero. Ultimo ma non meno importante, lascia il lettore desideroso di sapere di più su cosa fare per evitare determinati errori e non sprecare denaro quando si parla di influencer marketing . Un post di elenco è solitamente popolare anche per questo motivo.

Usa le intestazioni

I titoli e i titoli dei post del blog sono essenziali per strutturare un buon post del blog. Noterai che ho incluso diverse intestazioni qui. Per me, i titoli sono preziosi per diversi motivi: aiutano a mettere insieme le mie idee, forniscono una struttura chiara dell’articolo che scriverò e tengono informato il pubblico.

I titoli sono anche il modo perfetto per attirare l’attenzione e dichiarare chiaramente il contenuto del paragrafo sottostante. In questo modo, sono ugualmente importanti per il lettore – e per Google – in quanto consentono a entrambi di scorrere e comprendere i punti principali sollevati dal tuo post sul blog. Nei contenuti dei post del blog con intestazioni, i lettori possono scorrere rapidamente il testo e decidere se vogliono intraprendere ulteriori azioni o continuare a leggerlo.

Utile suggerimento SEO per post sul blog: assicurati di includere anche alcune delle tue parole chiave a coda corta o lunga nelle tue intestazioni. Google lo adorerà se lo fai! Le parole chiave di intestazione aiuteranno il motore di ricerca a determinare di cosa tratta il testo.

Ad esempio, quando si parla di marketing su LinkedIn, ecco due titoli perfettamente validi che potrebbero essere inclusi nel tuo articolo:

  • Perché dovresti usare LinkedIn come canale di marketing?
  • Suggerimenti per la strategia di marketing di LinkedIn che funzionano davvero

Questa parte è fondamentale per lo sviluppo sito web milano

Avere paragrafi chiari 

Avere un’introduzione chiara e paragrafi ben strutturati è fondamentale per catturare e mantenere l’attenzione dei potenziali lettori. Inoltre, i paragrafi dovrebbero condursi l’uno nell’altro. Ci dovrebbe essere un chiaro flusso di pensiero tra ogni paragrafo. Più ti distrai con divagazioni fuori tema, più anche il lettore si distrarrà. Avere solide idee per argomenti è importante, ma devi portare a termine contenuti che si posizionano in alto nelle classifiche dei motori di ricerca e forniscono un flusso di pensiero coerente.

Nessuno ha il tempo di cercare un termine su Google e poi sfogliare tonnellate di contenuti inutili che non sono pertinenti o difficili da leggere. Ecco perché usare paragrafi e frasi brevi ma chiari è fondamentale per sapere come strutturare un buon post sul blog.

Suddividi sempre i tuoi contenuti in paragrafi, elimina i punti elenco o persino le immagini. Ciò contribuirà a migliorare la leggibilità, sia che tu stia scrivendo un post di istruzioni o che tu stia curando un post degli ospiti. 

Questo ci porta al tema critico delle immagini.

Le immagini sono fondamentali

Non puoi menzionare la struttura di un post sul blog senza menzionare l’importanza delle immagini. Troppo spesso troverai articoli senza alcuna immagine. E sebbene il loro contenuto sia abbastanza buono, sembra decisamente vuoto. Le immagini svolgono un ruolo anche nelle classifiche dei motori di ricerca, quindi assicurati di prestare attenzione al tuo layout!

3 motivi principali per utilizzare le immagini nel tuo post sul blog

Parliamo del primo e probabilmente più ovvio: aiutano a raccontare la storia. Noi umani amiamo naturalmente una bella storia. Una buona immagine nel posto giusto può davvero aiutare i lettori a visualizzare e comprendere meglio l’argomento.

Il secondo motivo per cui le immagini sono così utili è perché dividono il testo. Siamo tutti onesti con noi stessi e ammettiamolo: quando vediamo enormi muri di testo, è facile ignorarli. Può sembrare estenuante leggere un sacco di testo, soprattutto se non è proprio necessario. Lanciare una bella immagine lì darà agli occhi dei lettori un breve periodo di riposo, il che significa che è più probabile che arrivino in fondo alla pagina.

le immagini aiutano il posizionamento del tuo blog post. Esatto: le immagini sono un fattore determinante per il posizionamento sui motori di ricerca! Proprio come aggiungi parole chiave a un articolo, puoi allegare parole chiave a coda corta o lunga a un’immagine e aiutare i lettori a trovare la strada per il tuo post.

cos'è una zine alt text seo per le immagini

Avere una conclusione

Avere una conclusione è importante tanto quanto avere una solida introduzione. Vedete, molte persone leggeranno solo l’introduzione e la conclusione, mentre sfogliano il resto dell’articolo. Pertanto, avere una conclusione corretta per riassumere tutto è essenziale. È anche la tua migliore occasione per avere un invito all’azione. Forse vuoi avviare una conversazione tra te e i tuoi lettori.

Per aumentare la probabilità di avviare una conversazione, fai una domanda e chiedi ai lettori di rispondere nella sezione commenti. Quale modo migliore per creare una community attorno al tuo blog? I commenti possono anche aiutare con il volume di ricerca e le classifiche dei motori di ricerca!

Se hai qualche domanda potresti valutare di contattare un nostro consulente seo milano

Non dimenticare il tuo invito all’azione

Qualunque sia l’obiettivo che hai per scrivere il post del blog, assicurati di renderlo perseguibile e misurabile aggiungendo un invito all’azione vicino o alla fine del tuo post sul blog.

Quale invito all’azione dovresti includere? Forse il tuo interesse è creare una lista di email migliore e più grande o un seguito di massa sui social media. In questo caso, includi i pulsanti dei social media o una casella di posta elettronica. Ma assicurati di comunicare che non invierai spam ai tuoi lettori e che riceveranno da te solo contenuti utili e curati su argomenti di nicchia relativi al tuo marchio o blog.

pulsanti di condivisione social CTA di invito all'azione

Indipendentemente dall’invito all’azione, assicurati di renderlo il più chiaro e diretto possibile senza lasciare che i lettori si sentano sfruttati o manipolati.

Una cosa da sottolineare è che un uso eccessivo degli inviti all’azione sotto forma di pop-up potrebbe danneggiare il tuo SEO. Ho imparato a mie spese, ma ho creato questo video per mostrarti come mi sono ripreso:

Ottieni feedback

Prima di pubblicare il tuo lavoro nel regno di Internet, assicurati di ricevere feedback su di esso. Magari chiedi ad alcuni tuoi colleghi o amici di leggerlo. Sì, so cosa potresti dire: queste persone non sono necessariamente il tuo pubblico di destinazione. Ma è ancora meglio, se me lo chiedi; puoi sperimentare altri punti di vista. Questo per non parlare dell’utile feedback che un paio di occhi nuovi e freschi può darti. Almeno quando si tratta di grammatica e leggibilità . Un occhio esterno può anche aiutarti a migliorare il tuo post per il ranking SEO. 

ricevi feedback dai lettori del tuo blog sulla struttura del tuo post sul blog!

Come sapere se la struttura del tuo blog funziona con il tuo pubblico

Quindi, hai finalmente finito di scrivere quell’articolo sul blog e ne sei super orgoglioso. Dalla mia esperienza, è qui che entra in gioco la parte difficile. Certo, imparare a strutturare un buon post sul blog è essenziale. Quando si tratta di distribuire i tuoi contenuti utilizzando i canali giusti, le cose si complicano. Tutti noi vogliamo che i nostri contenuti siano il più in alto possibile in modo che tutto il duro lavoro non sia vano.

Ecco alcune delle tattiche che puoi utilizzare:

  • Ricevi preziosi feedback attraverso una newsletter digitale . I tuoi abbonati email sono già allegati al tuo marchio. Assicurati di far loro sapere ogni volta che pubblichi qualcosa di nuovo. Avvia conversazioni utili e crea una community attorno ai tuoi contenuti. Saranno anche i primi a fare condivisione sociale.
  • Dopo aver pubblicato i tuoi contenuti, assicurati di tenere d’occhio i risultati del traffico e confrontali con articoli con una struttura diversa. Le metriche che dovresti osservare sono: tempo medio trascorso su quella particolare pagina e frequenza di rimbalzo . Questo determinerà se il tuo contenuto è facilmente digeribile.

Da tenere sempre presente anche per la realizzazione e commerce milano

Avvolgere le cose

Quando si tratta della scienza alla base di come strutturare e scrivere un buon post sul blog, non c’è un segreto nascosto. Invece, imparare a creare argomenti avvincenti che emergono in molte classifiche dei motori di ricerca comporta molti tentativi ed errori. Naturalmente, sono necessarie competenze grammaticali e coerenza di prim’ordine. Ma cos’altro? Devi essere supponente!

I post del blog per presentare nuove idee dovrebbero riguardare l’essere autentici piuttosto che avere capacità di scrittura accademica. Dopotutto, si tratta di avviare conversazioni utili.

Cosa ne pensi? Lascia la tua opinione nella sezione commenti qui sotto e parliamo.

Punti chiave:

  • Avere un’introduzione chiara (ma accattivante),
  • Usa le intestazioni! Google li adora.
  • Utilizza paragrafi brevi. Yoast dice di mantenerli sotto le 300 parole.
  • Usa un linguaggio semplice.
  • Usa sempre immagini che ti aiutino a classificare le tue parole chiave.
  • Avere una conclusione chiara.
  • Usa gli inviti all’azione.

Questo è un post fornito da uno dei miei partner di marketing.

Foto dell’eroe di  Sincerely Media  su Unsplash

Web agency busto arsizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

info@vbmarketing.it

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.