in che modo i marchi creano contenuti
CategoriesMarketing

Il tuo marchio sta lottando con la creazione di contenuti per i social network visivi e/o i media di contenuti visivi? Stai cercando di capire come sfruttare al meglio gli influencer come parte dei tuoi sforzi di creazione di contenuti per indirizzare il traffico e migliorare il tuo tasso di coinvolgimento? Che dire della sfida di come avvicinare i micro-influencer per collaborare attorno alle tue iniziative di contenuto? Queste sono le domande che sono al centro della mente di molti marchi oggi e questo articolo ti mostrerà come i marchi che lavorano con i micro influencer creano contenuti di marca al punto che potresti considerare di sostituire il tuo studio di contenuti con i loro risultati.

Influencer Marketing: dalla pura amplificazione alla creazione di contenuti collaborativi

health-ade kombucha @thehonestshruth caso di studio del micro influencer

L’influencer marketing è emerso originariamente come canale di social media marketing. I marchi stavano cercando di sfruttare gli influencer con un vasto pubblico per incitare il marketing del passaparola e amplificare i contenuti del marchio. Questi sono stati spesso fatti attraverso recensioni sponsorizzate o talvolta ambasciatori del marchio sui social media dedicati. Questi sono i tipi tradizionali di esempi di influencer marketing che sono bloccati nella testa di molti marketer.

Nel corso del tempo, soprattutto con la popolarità dei social network visivi come Instagram, sempre più marchi stanno cambiando i loro programmi di influencer marketing e vedono sempre più gli influencer dei social media non solo come un modo per amplificare i contenuti del marchio, ma come creatori di contenuti superiori. Sempre più aziende stanno lavorando con influencer per creare contenuti che potrebbero essere sfruttati non solo nei social media, ma anche attraverso sforzi digitali organici e retribuiti che l’azienda potrebbe avere.

Una delle tendenze di marketing degli influencer più recenti è vedere le aziende che stanno esternalizzando i loro interi sforzi di creazione di contenuti a un esercito di micro-influencer.

Perché sta succedendo questo e perché il tuo marchio potrebbe voler sfruttare questa tendenza? Approfondiremo questa domanda e ti forniremo alcune best practice su come avvicinarti ai micro-influencer e interagire con loro, se desideri utilizzarli per sostituire il tuo studio di contenuti interno.

Potresti valutare di contattare la nostra agenzia web per esporci ulteriori domande

I costi di acquisizione dei clienti stanno aumentando nei social

Il traffico organico e un tasso di coinvolgimento cresciuto naturalmente sono ancora importanti per l’immagine totale del marchio. Cosa ne pensi di concentrarti solo sull’aumento dei costi di acquisizione? Penso che l’idea qui sia che l’utilizzo dei social media come strumento di acquisizione dei clienti stia diventando più costoso, piuttosto che le piattaforme stesse diventino pay-to-play.

La prima tendenza che vediamo inizia con i costi di acquisizione sempre più crescenti sui canali dei social media. La pubblicità sta diventando più costosa e anche lavorare con le agenzie per sviluppare contenuti visivi esperti non è economico. Simile a quante aziende stanno bypassando le agenzie e parlando direttamente con i rappresentanti delle vendite pubblicitarie come Facebook, Twitter, Pinterest, ecc. al. per le loro esigenze di pubblicità sociale, molti marchi stanno intraprendendo il processo di creazione dei contenuti e lo stanno spostando dal lavoro di agenzia in outsourcing ai team di contenuti interni. Leggi quanti marchi diretti al consumatore lo stanno facendo in questo articolo qui .

Conversioni di contenuti autentici

Con l’aumento dei costi di acquisizione dei clienti, i marchi sono costantemente alla ricerca di come convertire meglio i clienti attraverso i contenuti e la conclusione oggi è che i contenuti autentici convertono meglio. Che si tratti di un’agenzia che crea contenuti per un marchio o di un marchio che lo fa internamente, alla fine della giornata, è difficile eguagliare l’autenticità e la prospettiva di un utente di social media con un solido numero di follower.

Molti marchi finiscono per bere il loro Kool-Aid quando si tratta del loro contenuto creativo. Inoltre, molti marchi sono così concentrati sul processo di creazione dei contenuti interni che non stanno convalidando adeguatamente i loro contenuti con il loro pubblico di destinazione e che i contenuti quando vengono pubblicati non sono mai allineati ai gusti e alle preferenze delle comunità dei social media. Ciò crea un divario e la necessità di allineare i contenuti dalle esigenze interne ai gusti esterni e alla fine porta a una drastica diminuzione del tasso di coinvolgimento di un’azienda e del traffico continuo. 

Questa parte è ottima anche per la realizzazione di siti web professionali

Colmare il divario di allineamento dei contenuti con i contenuti generati dagli utenti

@sheri_wilson_ contenuto di micro influencer

Se un marchio ha già molti clienti che ne parlano sui social media, sfruttare il contenuto dei fan che sono utenti dei social media, qualcosa che chiamiamo contenuto generato dagli utenti, può aiutare a colmare questo divario tra le esigenze di creazione di contenuti interni e i gusti e le preferenze del pubblico di nicchia e dei loro milioni di follower. Quando i marchi non hanno abbastanza passaparola per essere in grado di sfruttare i contenuti generati dagli utenti su di loro, si stanno rendendo conto che invece di creare i contenuti da soli, possono semplicemente contattare micro-influencer per farlo per loro conto.

Questo è il motivo per cui la creazione di contenuti generati dagli influencer (IGC) è così importante per molti marchi oggi: IGC può aiutare a stimolare le conversazioni necessarie per creare infine UGC (User-Generated Content). Una volta che gli influencer dei social media iniziano a parlare di un prodotto, inizia a prendere piede.

Influencer come creatori di contenuti superiori

@amandawarren__ contenuto di micro influencer

Ciò che molte persone dimenticano è che gli influencer, siano essi celebrità online, nano influencer con meno di mille follower o micro – influencer, sono creatori di contenuti. Sono bravi a creare contenuti allineati e coinvolti dal pubblico dei social media nello spazio degli influencer. Quando osserviamo il costo della nostra creazione di contenuti, sia tramite un’agenzia che internamente, ora possiamo iniziare a confrontare e confrontare quei costi con quello di lavorare con un micro-influencer per creare quel contenuto per noi. Facendo un tale confronto, molti marchi stanno scoprendo che lavorare con micro-influencer per la creazione di contenuti è estremamente conveniente.

Mentre ci sono alcuni micro-influencer che vorrebbero essere ricompensati per il loro tempo e la creazione di contenuti per influencer, ci sono anche molti altri micro-influencer nel settore dell’influencer marketing che creeranno contenuti semplicemente per l’incentivo di ricevere prodotti gratuiti dal marchio.

Creazione di contenuti in scala

Contenuto di micro influencer @runnineverlong

C’è un’altra sfida quando si tratta di avere un team di contenuti interno: come si ridimensiona l’operazione di creazione di contenuti di influenzatori sociali mantenendo la creatività e l’autenticità? Quando si tratta di creazione di immagini, diventa difficile ridimensionare per una serie di motivi. La sfida sta nel riuscire a ridimensionare la creazione di immagini mantenendone l’autenticità, perché sappiamo che è il contenuto autentico che crea conversazioni che converte e, alla fine della giornata, guida le vendite sulle piattaforme di social media.

Trend ha costruito un’azienda molto, molto interessante, che sta aiutando i marchi a sostituire i team di contenuti interni con eserciti di micro-influencer. Molti marchi cercheranno di trovare influencer e interagire con loro individualmente o trovandoli su altre piattaforme, come le reti di influencer. Trend ha effettivamente creato un pool di influencer e collabora con loro per fornire la creazione di contenuti per i marchi a un prezzo fisso. Quando elimini tutte le negoziazioni e fai avanti e indietro che i marchi devono fare con ciascun influencer, puoi vedere come lavorare con un’azienda come Trend può aiutarti a ottenere economie di scala mentre intraprendi strategie di marketing efficaci.

Migliori pratiche su come funzionano i marchi con i micro – Influencer per creare contenuti

Ora che hai accettato questo approccio, come puoi interagire al meglio con i micro-influencer per raggiungere questo tipo di scala nella tua strategia di marketing di influencer?

Ci sono due punti importanti da considerare:

Evita il Cold Outreach nei Marketplace

Non fare freddo attraverso strumenti di marketing di influencer come reti di influencer o mercati . Mentre i mercati come directory di influencer forniscono valore per le aziende che non hanno esperienza di lavoro con influencer o hanno problemi di time-to-market, il problema è che non sai se questi influencer sono autenticamente interessati a lavorare con te o il tuo prodotto . Se offri loro denaro o prodotti, potresti incentivarli a lavorare con te, ma se collaborano con te solo per soldi, il risultato finale del contenuto mancherà dell’autenticità che è la pietra angolare per sfruttare con successo i contenuti generati dagli utenti unico per le campagne di influencer.

Evita la divulgazione individuale degli influencer

La sensibilizzazione degli influencer presenta problemi simili (oltre che aggiuntivi) . Non solo non saprai se l’influencer vuole davvero lavorare con te a causa del tuo prodotto e non dell’incentivo che offri, ma l’onere di verificare quanto siano reali la comunità e il coinvolgimento degli influencer dipenderà esclusivamente dai tuoi poteri di controllo dell’influencer piuttosto che un programma di influencer o un’agenzia di influencer. Anche la sensibilizzazione dell’influencer individuale è molto impegnativa dal punto di vista del ridimensionamento, come puoi immaginare. Il tempo richiesto da questo approccio si occuperà rapidamente dell’intero budget dell’influencer.

Da considerare in particolare se si intende procedere alla creazione ecommerce

La risposta di Trend al modo in cui i marchi dovrebbero lavorare con i micro-influencer

Trend fornisce un servizio che è un mix ideale di mercato e sensibilizzazione individuale, con tutti i suoi vantaggi e senza gli svantaggi che la strategia delle campagne di marketing dell’influencer ha. Inizia con il fatto che controllano ogni membro che deve richiedere l’adesione nel proprio database. Confermare che i loro contenuti sono di alta qualità, così come accertare che abbiano persone reali che interagiscono con i loro contenuti sono solo due dei tanti fattori che Trend prende in considerazione quando valuta gli influencer.

Poiché si tratta di una piattaforma di sola applicazione, non stanno raschiando un database solo guardando le metriche di vanità per creare un grande mercato. Invece, si concentrano sulla qualità degli influencer con cui collaborano per conto dei marchi, dagli influencer della moda agli influencer della salute e del benessere.

L’altro vantaggio di lavorare con Trend è che lavorano solo con influencer che fanno domanda per lavorare con te. Perché questo è prezioso? L’impostazione di Trend significa che ogni tipo di influencer abbinato a te vuole lavorare con te . Vogliono lavorare con te perché sentono che il tuo prodotto si connetterà con il loro pubblico o perché apprezzano il tuo prodotto, loro stessi.

L’approccio di Trend allo sviluppo di un programma di influencer marketing è prezioso perché significa che i loro clienti si uniscono a marchi o influencer che vogliono sinceramente lavorare insieme e creare una partnership stabile e reciprocamente vantaggiosa. Il pool di influencer controllati di Trend è il modo migliore per aumentare le vendite e aumentare la consapevolezza del marchio.

Trend garantisce inoltre che:

1) Dal punto di vista logistico, il tuo prodotto viene consegnato agli influencer per creare un’efficace strategia di influencer o micro-influencer.

2) Gli influencer pubblicano effettivamente i tuoi contenuti sui loro social network.

3) Mantieni i diritti di licenza sul contenuto.

Se intendiamo sfruttare i micro influencer per creare uno studio di contenuti interno, inizia con l’assicurarci di avere i diritti legali per utilizzare le immagini e i video dei micro influencer in tutti i nostri sforzi digitali e sociali.

Conosco personalmente il fondatore e CEO di Trend da prima che lanciasse la sua azienda, ed è una persona molto in sintonia con gli influencer di Instagram e nello sviluppo di un servizio che fornisce davvero valore sia agli influencer che ai marchi. Se questo è un servizio che ti interessa, ti esorto a contattare Trend e il loro team e programmare una demo per vedere come funziona la loro piattaforma in modo più dettagliato facendo clic qui .

Il tuo marchio sfrutta gli influencer come un esercito di creazione di contenuti? 

Sei d’accordo sul fatto che sia una componente fondamentale del futuro dell’influencer marketing? 

Mi piacerebbe sentire le tue opinioni ed esperienze su come lavori con i micro influencer nei commenti qui sotto.

Queste tecniche sono molto utilizzate presso la nostra agenzia seo milano

Domande frequenti sui marchi che funzionano con i micro influencer

Come posso contattare i micro influencer?

Nell’avvicinarsi ai micro-influencer, è meglio provare servizi come Trend che ti offre un mix di mercato e approccio di sensibilizzazione individuale. Con Trend, i micro-influencer richiedono l’adesione al loro database e Trend esegue un processo di verifica come confermare la qualità dei contenuti e il tasso di coinvolgimento dell’influencer. In questo modo, i marchi saranno a proprio agio nel vedere che gli influencer che troveranno nella piattaforma forniranno una collaborazione di alta qualità.

Come ti avvicini a un influencer per la collaborazione?

Se vuoi rivolgerti a un influencer per collaborare, lasciare una buona impressione è fondamentale. Devi creare fiducia e riscaldare la tua relazione al primo tocco. Per trovare e avvicinarti all’influencer giusto, devi prima identificare il tuo influencer. Assicurati che il suo pubblico sia il tuo pubblico di destinazione. Quindi crea una presentazione che invierai agli influencer. Evidenzia come il tuo marchio può aiutarli. Infine, invia la tua e-mail e connettiti con loro sui social media.

Come ti avvicini a un influencer?

Ecco alcuni suggerimenti per avvicinarti a un influencer: per prima cosa, inizia sempre a fare ricerche e controlli in background sull’influencer in modo da conoscerlo. Quando crei una presentazione, non dimenticare di apprezzare il suo lavoro ed evidenziare ciò che il tuo marchio può fare all’influencer e viceversa. Per quanto possibile, vai dritto al punto. Includi solo tutti i dettagli rilevanti e rendi breve il tuo messaggio/e-mail.

Come si avvia una conversazione con un influencer?

Si consiglia vivamente di “riscaldare” la relazione con un influencer prima di iniziare una conversazione con lui/lei. Puoi farlo seguendo l’influencer sui suoi account sui social media e lasciare commenti ponderati e pertinenti sui loro contenuti in modo coerente. La chiave è avvicinarsi a loro in modo genuino e mostrare la tua sincerità nel costruire una relazione con l’influencer.

Come si scrive un messaggio a un influencer?

Quando scrivi un messaggio a un influencer, inizia sempre inserendo una riga dell’oggetto accattivante. Gli influencer ricevono molte e-mail ogni giorno, quindi inserisci qualcosa che attiri immediatamente la loro attenzione. È anche importante personalizzare il tuo messaggio in ogni influencer a cui invierai un messaggio e mostrare quale valore puoi dargli. Mantieni il tuo messaggio breve e semplice, ma comunque professionale. Evita di usare parole gergali e gergali.

Web agency legnano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

web agency milano

Scrivici su Whatsapp

+39 347/5271956

info@vbmarketing.it

Le nostre sedi:

Milano – Legnano (MI)
Gallarate (VA)

Copyright © 2021 editech. All Rights Reserved.